rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

Fibre ottiche: le attività del CT86

Impianti elettrici nelle gallerie stradali

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019

16/01/2019
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Evoluzione tecnologica e normativa per la sicurezza degli impianti elettrici: si parte da Milano, il 20 febbraio 2019.

Riprendono nel 2019 i “Convegni di formazione gratuita CEI”, momenti fondamentali di incontro per tutti gli operatori del settore in Italia per conoscere le novità normative al servizio dell’evoluzione tecnologica e dedicati, quest’anno, alla “Sicurezza ed esercizio degli impianti elettrici utilizzatori: evoluzioni tecnologiche e normative”.

Il primo appuntamento si terrà come da tradizione a Milano, presso il Centro Congressi dell’Hotel Melià (Via Masaccio 19), il 20 febbraio 2019. Seguiranno altri incontri per un totale di 10 appuntamenti in tutto il territorio nazionale.

 

CALENDARIO CONVEGNI CEI 2019

Milano – 20 febbraio

Bologna – 28 febbraio

Roma – 6 marzo

Cagliari – 4 aprile

Salerno – 15 maggio

Mestre– 29 maggio

Bari – 6 giugno

Catania – 26 settembre

Torino – 10 ottobre

Firenze – 24 ottobre

 

Convegni innovativi

Operare in sicurezza, realizzando prodotti “a regola d’arte”, significa conoscere e applicare le norme. L’attività normativa del CEI è strettamente collegata a quella della divulgazione, allo scopo di diffondere la cultura tecnico-scientifica in generale e quella della normazione tecnica in particolare: l’obiettivo è infatti la condivisione. In quest’ottica sono stati allargati gli spazi di intervento e reciprocità nello scambio di idee. Per questo, i “Convegni di formazione gratuita” sono innovativi non solo nei contenuti e nelle tematiche trattate, ma anche nel modo di porsi rispetto ad esse. Ciascun incontro diventa così uno strumento e un’opportunità per gli operatori del settore di interagire con relatori altamente qualificati (docenti universitari, membri dei Comitati Tecnici CEI).

 

Partnership

Nell’organizzare i Convegni il CEI coinvolge ormai da diversi anni importanti partner, come il Ministero dello Sviluppo Economico, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, l’Associazione Italiana di Elettrotecnica, Elettronica, Automazione, Informatica e Telecomunicazioni (AEIT), l’Albo Costruttori qualificati di impianti elettrici ed elettronici (Albiqual), la Federazione Nazionale Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche (ANIE), la Confederazione Nazionale dell’artigianato e della Piccola e Media Impresa (CNA), l’Unione Nazionale Albi Qualificazione degli Installatori (UNAE), l’Università di Roma La Sapienza, oltre ai Consigli Nazionali degli Ingegneri (CNI) e dei Periti Industriali (CNPI).

Una rete di contatti prestigiosi su cui si fonda la diffusione della cultura tecnico-normativa.

II CEI è inoltre “provider” del CNI e del CNPI, rilasciando Crediti Formativi Professionali (CFP) per tutti i professionisti interessati. Inoltre, da quest’anno saranno disponibili anche crediti per Architetti e Geometri.

 

Sicurezza 4.0

I Convegni di formazione gratuita 2019 si occuperanno in particolare di sicurezza ed esercizio degli impianti elettrici utilizzatori tra evoluzioni tecnologiche e normative.

Gli aspetti normativi nel campo dell’impiantistica elettrica e la tendenza dell’automazione industriale ad integrare alcune nuove tecnologie per migliorare le condizioni di lavoro e aumentare la produttività, sono strettamente connessi. In quest’ottica, l’Industria 4.0 assume importanza cruciale.

Il tema fondamentale è la sicurezza: la protezione del lavoratore e la manutenzione degli impianti sono condizioni necessarie e indispensabili ai fini sia delle situazioni contingenti sia delle esigenze future, in quanto è dal quotidiano che si sviluppano e specificano le buone prassi normative che potranno ulteriormente migliorare la qualità del proprio lavoro. E proprio dal punto di vista normativo il CEI è naturalmente in prima linea nel sostenere e agevolare lo sviluppo di una vera cultura della sicurezza, attraverso lo studio di una normativa tecnica che favorisca e aiuti l’evoluzione del patrimonio di conoscenze tecnologiche e scientifiche. Un progetto di norma nasce per rispondere a specifiche esigenze espresse dal mercato di disporre di riferimenti condivisi a livello nazionale, europeo e internazionale. Pertanto i Convegni assumono ancora più valore, nell’ambito di una costruzione parallela della divulgazione necessaria dei contenuti delle norme. Il CEI è un organismo nazionale “super partes”, e il suo compito principale è quello di pubblicare in Italia documenti normativi di buona tecnica, partecipare all’elaborazione delle corrispondenti normative europee ed internazionali, provvedere al loro recepimento con specifico riguardo ai documenti normativi europei armonizzati ai fini di Direttive comunitarie e Regolamenti europei.

I progetti di norma, inoltre, nascono sulla base delle esperienze di singoli soggetti, avvalorati però dallo scambio di conoscenze con altre persone. Ecco allora che i Convegni CEI possono essere osservati da un diverso, e più moderno, punto di vista: l’occasione per studiare l’apparato normativo, farlo proprio e solo di conseguenza dialogare con altri, allo scopo di favorire istanze e sollecitazioni, terreno fertile per lo sviluppo di nuove soluzioni e nuove pratiche.

 

Gli interventi nel dettaglio

La sicurezza degli impianti elettrici è oggetto di un rinnovamento normativo che consente di osservare il fenomeno da punti di vista sempre più evoluti ed attuali: gli esperti del CEI illustreranno dunque le innovazioni scaturite dallo studio della materia.

In primo luogo saranno presentate le novità normative legate alla Norma CEI 64-8: nella prima relazione, il Professor Angelo Baggini dell’Università di Bergamo illustrerà le nuove Sezioni 443 e 534 della Norma CEI 64-8 dedicate alle caratteristiche generali della protezione contro le sovratensioni (in particolare quelle dovute alle fulminazioni) e alla scelta dei relativi dispositivi di protezione (SPD). La relazione sarà completata da informazioni sulla nuova Sezione 722 sui sistemi di ricarica dei veicoli elettrici, e anche sulle raccomandazioni relative all’esecuzione degli impianti di terra indicate dalla nuova Guida CEI 64-12.

A seguire, il Comandante dei Vigili del Fuoco di Novara (e Presidente del SC 64C del CEI) Calogero Turturici presenterà il progetto di variante “Fuoco” della Norma CEI 64-8: gli impianti elettrici devono essere progettati ed installati in modo da evitare o ridurre al minimo i rischi di innesco e di propagazione di un incendio; le prescrizioni della Norma CEI 64-8 indicano come soddisfare questa esigenza. Ad esse si aggiungono le prescrizioni obbligatorie richieste dai decreti di prevenzione incendi emanati dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Allo scopo di armonizzare i contenuti della norma e dei decreti è stata sviluppata la nuova Variante “Fuoco”, i cui aspetti principali sono oggetto di questa relazione.

La terza riguarderà la Manutenzione 4.0 degli impianti elettrici: il Professor Giuseppe Cafaro, Professore del Politecnico di Bari, illustrerà questo importante argomento; la manutenzione rappresenta un’esigenza fondamentale per la conservazione della sicurezza in tutti gli ambiti impiantistici (infrastrutture, edilizia, impiantistica, ecc.). Questa relazione metterà in evidenza gli aspetti legati alla manutenzione degli impianti elettrici, alla luce delle nuove tecnologie a disposizione degli impianti stessi, nonché al futuro dell’impiantistica legata al sistema Industria 4.0. Nella relazione saranno illustrati i contenuti della prossima Guida CEI 0-10.

Infine, l’ultima relazione sarà incentrata sulle infrastrutture multiservizi e il cablaggio strutturato negli edifici residenziali: il Segretario del Comitato Tecnico 44 del CEI Vincenzo Matera parlerà dei nuovi edifici per uso residenziale, che hanno l’obbligo legislativo di essere dotati di adeguati spazi strutturali per consentire l’installazione degli impianti di comunicazione elettronica (televisivi, trasmissione dati, telefonia); le modalità di realizzazione di questi spazi è indicata nella Guida CEI 306-22. Questa relazione, tenendo conto della prossima Guida CEI 306-2 contenente tra l’altro alcune indicazioni riportate nella Norma CEI 306-22 “Disposizioni per l’infrastrutturazione degli edifici con impianti di comunicazione elettronica – Linee guida per l’applicazione della Legge 11 novembre 2014, n. 164”, presenterà le principali caratteristiche delle installazioni del cablaggio strutturato negli edifici residenziali.

 


E’ in corso la procedura di rilascio dei Crediti Formativi da parte del CNPI.

Provider Autorizzato dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri con delibera del 13/04/2014.

Per iscrizioni: www.ceinorme.it > Eventi > Seminari

Per informazioni: relazioniesterne2@ceinorme.it

tel. 0221006.202

 

condividi su facebook   condividi su twitter