rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE

PRIMO CONVEGNO CEI 2019 – MILANO, 20 FEBBRAIO

CORSI CEI 0-14: TERRA, ATEX E FULMINI

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI

14/01/2019
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Il CEI organizza corsi specifici per professionisti e aziende nell’ambito delle verifiche richieste dal DPR 462/01.

Corsi CEI su verifiche DPR

L’impianto di terra è un componente fondamentale del sistema elettrico: la sua corretta progettazione e realizzazione consente di prevenire e proteggere persone e beni contro rischi come la fulminazione di origine atmosferica e pericolo di esplosione. Il DPR 462/01 sancisce l’obbligo da parte di qualsiasi datore di lavoro di effettuare le verifiche periodiche dell’impianto di messa a terra della propria attività da parte di un organismo di ispezione abilitato dal Ministero delle Attività Produttive.

Con l’obiettivo di formare gli operatori del settore in materia, il CEI organizza una serie di corsi di formazione dedicati.

  

CORSO CEI 0-14 “LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI DI MESSA A TERRA”

Il Corso CEI 0-14 “La Verifica degli impianti di messa a terra” ha lo scopo di informare e formare il verificatore, sulle modalità previste dalla Guida CEI 0-14 “Guida all’applicazione del DPR 462/01 relativo alla semplificazione del procedimento per la denuncia di installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche, di dispositivi di messa a terra degli impianti elettrici e di impianti elettrici pericolosi” e dalla Guida CEI 64-14 “Guida alle verifiche degli impianti elettrici utilizzatori”, per la corretta verifica degli impianti con riferimento all’analisi documentale, esame a vista, prove e misure.

Il percorso formativo è articolato in due moduli:

  • Modulo A “La verifica degli impianti di messa a terra alimentati con tensione fino a 1.000 V in c.a.”, della durata di due giornate;
  • Modulo B “La verifica degli impianti di messa a terra alimentati con tensione superiore a 1.000 V in c.a.”, della durata di una giornata e mezzo.

Il Modulo A intende chiarire l’iter necessario per eseguire una verifica su impianti di messa a terra alimentati con tensione fino a 1.000 V, analizzando nel dettaglio le principali fonti legislative e normative applicabili, la verifica della documentazione tecnica a supporto, l’analisi preventiva del corretto dimensionamento e costruzione del dispersore, senza tralasciare le tecniche di misura con esempi pratici.

Il Modulo B supporta coloro che sono interessati alla verifica degli impianti di messa a terra, come gli organismi abilitati dal Ministero dello Sviluppo Economico, ai sensi del D.P.R. 462/01. Anche in questo caso si analizzano nel dettaglio le modalità per valutare il corretto dimensionamento e costruzione del dispersore, e fornendo indicazioni sulle tecniche di misura con esempi pratici.

 

PROSSIMA EDIZIONE: Milano (sede CEI), dall’8 all’11 aprile 2019.

CREDITI: 28 Crediti CNPI (16 per Modulo A + 12 per Modulo B); 20 Crediti RSPP/CSE (12 per Modulo A + 8 Modulo B).

DURATA: Modulo A (due giornate) + Modulo B (una giornata e mezzo).

MATERIALE: pubblicazione CEI sugli argomenti trattati nell’ambito del corso, e Guida CEI 0-14.

 

CORSO CEI 0-14 ATEX “LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NEI LUOGHI CON PERICOLO DI ESPLOSIONE”

Il Corso CEI 0-14 ATEX “La verifica degli impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione” approfondisce le modalità di verifica degli impianti installati in luoghi con pericolo di esplosione, come previsto dal D.P.R. 462/01 e dalla Guida CEI 0-14, che chiarisce alcuni aspetti organizzativi e tecnici, da rispettare per svolgere correttamente l’attività di verifica.

Il percorso formativo tratta i seguenti argomenti:

  • I principali dispositivi legislativi di riferimento
  • Gli aspetti chimico-fisici della combustione ed esplosione
  • Le principali caratteristiche delle sostanze infiammabili
  • La classificazione dei luoghi con pericolo di esplosione
  • Le apparecchiature elettriche e di modi di protezione
  • Gli impianti elettrici Ex
  • Le modalità per la conduzione delle verifiche
  • La gestione delle modifiche ampliamenti, trasformazioni
  • La manutenzione degli impianti
  • Il ruolo del verificatore

Il corso si rivolge principalmente a Enti notificati, Organi di Vigilanza e Controllo, Organismi Autorizzati, consulenti nell’ambito della Sicurezza sul Lavoro e della Sicurezza Antincendi, progettisti, costruttori, installatori, manutentori e utilizzatori di impianti ed attrezzature.

 

PROSSIMA EDIZIONE: Milano (sede CEI), dal 20 al 22 maggio 2019.

CREDITI: 24 Crediti CNPI (27 con test finale); 24 Crediti RSPP/CSE.

DURATA: il corso è suddiviso in 3 giornate.

MATERIALE: dispensa con i contenuti del corso, che si basa sulle Norme pertinenti delle serie CEI EN 60079.

 

CORSO CEI 0-14 FULMINI “LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI DI PROTEZIONE CONTRO LE SCARICHE ATMOSFERICHE”

All’interno della Guida CEI 81‐2 “Guida per la verifica delle misure di protezione contro i fulmini” in vigore, vengono fornite le indicazioni relative alle attività da intraprendere nella verifica di un impianto di protezione contro le scariche atmosferiche.

Con l’obiettivo di fornire la giusta spiegazione ed applicazione di tale documento, il CEI organizza il Corso CEI 0-14 Fulmini “Verifica degli impianti di protezione contro le scariche atmosferiche”.

Il corso è dedicato in particolar modo a organismi abilitati dal Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi del D.P.R. 462/01 “Regolamento di semplificazione del procedimento per la denuncia di installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche, di dispositivi di messa a terra di impianti elettrici e di impianti elettrici pericolosi”, analizzando nel dettaglio le modalità per valutare la corretta esecuzione, fornendo indicazioni sulle modalità di verifica con esempi pratici.

Lo scopo è di informare e formare il verificatore sulle modalità previste dalla Guida CEI 81‐2 per la corretta verifica degli impianti di protezione contro le scariche atmosferiche e sovratensioni con riferimento all’analisi documentale, esame a vista, prove e misure.

Destinatari di questo corso sono gli Enti verificatori, gli impiantisti e tutti coloro che a vario titolo sono coinvolti nelle verifiche periodiche degli impianti di protezione contro le scariche atmosferiche. RSPP, CSE, Addetti al Servizio Prevenzione e Protezione che volessero approfondire sia gli aspetti relativi alla salute e sicurezza (pericoli e rischi legati alle scariche atmosferiche) che gli aspetti formali relativi alla conformità tecnico-documentale degli impianti.

La prossima edizione del corso si terrà a Milano, presso CEI, il 21 febbraio 2019.

 

PROSSIMA EDIZIONE: Milano (sede CEI), il 21 febbraio 2019.

CREDITI: 8 Crediti CNI; 8 Crediti CNPI; 8 Crediti RSPP/CSE.

DURATA: il corso dura 8 ore.

MATERIALE: dispensa con i contributi dei relatori; copia della Guida CEI 81‐2.

 


Si ricorda che è possibile richiedere corsi personalizzati per aziende e associazioni di categoria, sia per quanto attiene i contenuti, sia per le modalità di svolgimento (orari, date, sedi, anche di aziende).

Per ulteriori informazioni:

email: formazione@ceinorme.it

tel. 02.21006.280/281/286

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”