rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

110

1909-2019

In principio fu la pila

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

CORSO PER LA CORRETTA REALIZZAZIONE DELLE DIAGNOSI ENERGETICHE NEL COMPARTO CIVILE

20/03/2019
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Corso CEI DEE per la corretta realizzazione delle diagnosi energetiche nel comparto civile.

La gestione immobiliare o facility management è caratterizzata da tutta una serie di adempimenti in capo a proprietari, conduttori, amministratori e legali rappresentanti societari che possono essere suddivisi in settori di attività, tra cui:

  • gestione della sicurezza (antincendio, primo soccorso, evacuazione, impianti tecnologici, ecc);
  • gestione ambientale (smaltimento rifiuti, emissioni in atmosfera, gestione del rischio amianto);
  • gestione energetica (efficientamento dei consumi e utilizzo di fonti energetiche rinnovabili).

Sebbene una delle leggi fondamentali sia la Legge 10 del 9 gennaio 1991, la vera svolta epocale in materia di gestione dell’energia è avvenuta agli inizi degli anni 2000 tramite le direttive europee di recepimento degli accordi di Kyoto.

In Italia è stata di conseguenza emanata una serie di leggi atte a:

  • promuovere la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile tramite:
    • incentivi in conto energia;
    • tariffe onnicomprensive;
    • mercati energetici (certificati verdi);
  • promuovere l’efficientamento degli edifici e dei processi tramite:
    • detrazioni fiscali;
    • mercati energetici (certificati bianchi);
  • obbligare all’impiego di prodotti più efficienti (recepimento direttiva Erp) in caso di nuovo acquisto  o  sostituzione  ad esempio di lampade, motori e trasformatori;
  • obbligare a nuovi standard costruttivi gli edifici tramite nuovi limiti prestazionali di involucri ed impianti in caso di nuovi edifici o interventi di ristrutturazioni importanti.

In materia di nuovi obblighi relativi al sistema edifici impianti, il D.Lgs. 192/2005, con le successive modifiche ed integrazioni, ha rappresentato una vera e propria svolta epocale in quanto ha introdotto, con un transitorio che si è concluso nel 2009, la necessità di dotare di certificazione energetica gli immobili in caso di vendita, affitto, ristrutturazioni importanti o richiesta di incentivi.

Non solo, con la modifica apportata dal D.Lgs. 311/2006 è stata introdotta la necessità, in caso di talune tipologie di intervento  edilizio, di dotare la richiesta di autorizzazione di una diagnosi energetica definita come “procedura sistematica volta a fornire un’adeguata conoscenza del profilo di consumo energetico di un edificio o gruppo di edifici, di una attività o impianto industriale o di servizi pubblici o privati, ad individuare e quantificare le opportunità  di   risparmio   energetico   sotto il profilo costi-benefici e riferire in merito ai risultati”.

La diagnosi energetica rappresenta pertanto un documento “decisionale” volto a fornire all’utenza la consapevolezza di come e dove consuma energia permettendo di individuare le possibilità di efficientamento tramite investimenti in riqualificazione remunerati dai risparmi. La “procedura di diagnosi energetica”, come evidenziato dalla stessa definizione, si compone di tre momenti:

  • ricostruzione del profilo di consumi;
  • individuazione di interventi;
  • comunicazione all’utenza; per tre diversi settori:
  • civile;
  • industriale;
  • servizi.

Con la pubblicazione del D.Lgs. 102/2014 la diagnosi energetica è diventato uno strumento obbligatorio per le grandi imprese (si definisce Grande Impresa soggetta all’obbligodiredigere la Diagnosi Energetica ai sensi del D.Lgs. 102/2014, ogni impresa con 250 o più effettivi oppure ogni impresa, con un fatturato superiore a 50 milioni di euro e un bilancio superiore ai 43 milioni di euro) che hanno dovuto dotarsene entro il 5 dicembre 2015 e che dovranno rinnovare la diagnosi ogni 4 anni. Per la corretta esecuzione delle diagnosi sono state pubblicate 5 norme a livello europeo che, a dimostrazione dell’interdisciplinarità della materia, in italiano sono norme UNI CEI:

  • CEI UNI EN 16247-1:2015 Diagnosi energetiche, Parte 1: Requisiti generali;
  • CEI UNI EN 16247-2:2015 Diagnosi energetiche, Parte 2: Edifici;
  • CEI UNI EN 16247-3:2015 Diagnosi energetiche, Parte 3: Processi;
  • CEI UNI EN 16247-4:2015 Diagnosi energetiche, Parte 4: Trasporto;
  • CEI UNI EN 16247-5:2015 Diagnosi energetiche, Parte 5: Competenze dell’auditor energetico.

In particolare, la Norma CEI UNI EN 16247-2 fornisce un prezioso contributo per la redazione della diagnosi energetica per vari settori, come ad esempio uffici, edifici commerciali, alberghi e centri sportivi, considerando tutti i consumi tipici del sistema edificio impianto e fornendo valide indicazioni su una loro corretta valutazione.

IL CORSO CEI “DIAGNOSI ENERGETICA IN EDIFICIO”

Con la pubblicazione della serie  di  Norme  CEI UNI EN 16247 si sono definiti i criteri per l’esecuzione a regola d’arte delle diagnosi energetiche nei settori civile (CEI UNI EN 16247-2), industriale di processo  (CEI  UNI  EN 16247-3) e dei servizi, quali ad esempio i trasporti (CEI UNI EN 16247-4). Non vi è dubbio che l’ampiezza degli argomenti trattati richieda   figure   sempre    più    specializzate e interdisciplinari, preparate non solo in riferimento a prodotti, tecnologie e normativa – ovvero all’aspetto tecnico delle problematiche – ma che siano anche in possesso di elevate capacità  di  comunicazione,  organizzazione e gestione. Non a caso la Norma CEI UNI EN 16247-5 indica le competenze e le capacità di cui deve essere in possesso un Energy Auditor. In merito a questi importanti argomenti, il CEI organizza il Corso “Diagnosi energetica di edificio”.

Dopo una doverosa introduzione alla legislazione e alla normativa tecnica applicabile, il corso si sofferma sugli aspetti tecnologici relativi ai consumi degli edifici, riferibili sostanzialmente ai sistemi HVAC (riscaldamento, ventilazione ed aria condizionata), alla produzione di Acqua Calda Sanitaria e ai consumi dell’impianto elettrico, per illuminazione e alimentazione delle utenze. Vengono quindi indicati i criteri per una corretta esecuzione della diagnosi energetica secondo quanto indicato dalla serie di Norme CEI UNI EN 16247, anche con l’illustrazione di casi reali. Destinatari del corso sono Esperti  in Gestione dell’Energia (EGE), Energy Manager, Amministratori Condominiali e Building Manager.

Prossima edizione

a Milano (Sede CEI) il 18 marzo 2019

my.ceinorme.it

Per informazioni

formazione@ceinorme.it

02.21006.280/281/286

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
In principio fu la pila 110 ANNI DI NORMAZIONE CLASSIFICAZIONI E PROVE AMBIENTALI CITOFONIA E OLTRE: IL NUOVO PANORAMA NORMATIVO IMPIANTI BT IMPIANTI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE IL CEI PREMIA CINQUE TESI DI LAUREA A ROMA IL SIMPOSIO “EMC EUROPE 2020” LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI SC 309A NUOVE TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI NUOVA GUIDA CEI 99-6 PER SISTEMI DI MESSA A TERRA PER IMPIANTI ELETTRICI MUOVERSI CON INTELLIGENZA AGGIORNATE LE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2018 RICCARDO LAMA NUOVO PRESIDENTE GENERALE CEI GESTIONE E CONTROLLO DELLE CARICHE ELETTROSTATICHE LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 306 LA CONNETTIVITÀ IN AMBITO RESIDENZIALE PER LA DIGITAL HOME ICDL 2019: A ROMA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’IEEE EFFICIENZA ENERGETICA DELL’ILLUMINAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI ISOLAMENTI PER BASSA TENSIONE NUOVE NORME SUL FOTOVOLTAICO NUOVA VARIANTE 5 NORMA CEI 64-8 GUIDA CEI 64-12 ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NELLE OPERE EDILI NUOVI SERVIZI CEI BOOKMARK E NOTEPAD LA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA NELLA TECNOLOGIA SOTTOCOMITATO CEI SC 210/77B COSTANTE PROGRESSO E DIFFUSIONE DELLA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL VENTO LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 88 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE RADIO E TV DI QUALITÀ IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”