rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

La misurazione dei campi elettromagnetici nell’era della connettività mobile

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

EMC EUROPE

21/01/2020
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

International Symposium on Electromagnetic Compatibility (Roma, 7-11 settembre 2020).

Marcello D’Amore (Sapienza Università di Roma)

Mauro Feliziani (Università degli Studi dell’Aquila)

Le origini della Compatibilità Elettromagnetica

La compatibilità elettromagnetica (EMC) iniziò ad essere oggetto di attenzione in ambito militare, in particolare per problematiche a bordo di navi e aerei. Dopo la seconda guerra mondiale si studiarono gli effetti prodotti da impulsi elettromagnetici (EMP) nucleari e da sorgenti elettromagnetiche di elevata potenza su impianti elettrici e di telecomunicazione, e su veicoli mobili. Le prime indagini furono eseguite all’inizio degli anni ‘70 presso il Ministero della Difesa svedese, l’Istituto per le costruzioni militari di Zurigo e il laboratorio militare di Serguei Possad nella regione di Mosca.

Negli anni successivi importanti laboratori di EMC furono realizzati nell’industria aeronautica, quali Alenia Aeronautica (1990) proveniente dalla fusione di Finmeccanica Aeritalia (1969) e Selenia (1960), Airbus (1970), BAE System (1999) dalla unione di British Aerospace (BAe) con Marconi Electronic Systems. In ambito aerospaziale importanti nuovi contributi scientifici EMC si ebbero dalla creazione dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) nel 1975, proveniente dalla fusione di ELDO (1964) con ESRO (1964).

In seguito alla proliferazione di dispositivi elettronici in ambito civile la compatibilità elettromagnetica acquistò crescente interesse. Le principali tematiche affrontate riguardarono gli effetti prodotti da scariche atmosferiche (LEMP) sugli edifici, da scariche elettrostatiche accidentali in ambienti critici quali le miniere di carbone o durante il rifornimento di carburante per aerei o automobili. Le rilevazioni dei livelli di emissione elettromagnetica a radio frequenza da parte di dispositivi industriali, scientifici e medicali (ISM) furono in continuo aumento.

Nel settore delle telecomunicazioni le prime problematiche EMC si manifestarono nell’officina di Lars Magnus Ericsson (1876) per la riparazione di apparecchiature telegrafiche e telefoniche. Ericsson contribuì a rendere Stoccolma la città più densa di telefonia del mondo alla fine del 1800. In figura 1 la riproduzione di una stazione telefonica Ericsson. Con lo sviluppo delle comunicazioni radio nella prima metà del XX secolo, crebbero i problemi di interferenza con la ricezione radio e televisiva. Dagli anni ‘70 la diffusione dei circuiti e sistemi digitali è cresciuta rapidamente. Dagli anni ‘80, l’uso sempre più diffuso delle comunicazioni mobili e dei canali mediatici di trasmissione esercita un’enorme pressione sullo spazio aereo disponibile.

Comitati ed Enti normatori di compatibilità elettromagnetica si resero necessari per disciplinare e regolamentare il mercato dei prodotti industriali nei vari settori di interesse militare e civile. Il Comitato internazionale speciale per le interferenze radio (CISPR) tenne il primo congresso nel 1934, negli anni successivi divenne un importante riferimento per la normativa EMC in ambito europeo.

Tra gli altri enti normatori a livello europeo si citano il Comitato europeo di normazione

(CEN), il Comitato europeo di normazione elettrotecnica (CENELEC) e l’Istituto europeo per le norme di telecomunicazione (ETSI). Di grande rilievo per l’EMC furono le Direttive europee 89/336/CEE e 2004/108/CE. Gli Enti normatori hanno svolto fin dalla loro istituzione un ruolo di grande importanza per l’industria in quanto i prodotti venduti nell’Unione Europea devono recare il marchio “CE” che costituisce la dichiarazione di conformità dei prodotti alle direttive e alle norme.

Fig. 1 – La stazione telefonica Ericsson (1896)

Accelerare l’innovazione EMC: la Compatibilità Elettromagnetica oltre i suoi confini tradizionali

Nel seguito si citano in maniera sintetica i settori nei quali la Compatibilità Elettromagnetica affronterà nuove e complesse problematiche.

Le tecnologie wireless 5G e 6G di nuova generazione: internet mobile ultraveloce, download e streaming multimediale HD ad alte prestazioni, Internet of Things (IoT), comunicazione tra dispositivo e dispositivo, e da veicolo a veicolo o tra infrastrutture; applicazioni sanitarie, guida autonoma e mappatura della posizione, connessione cellulare a bordo degli aerei, automazione industriale e monitoraggio in tempo reale, tecnologia di sensori intelligenti, pianificazione delle reti 5G con vincoli di campo elettromagnetico; previsione e misurazione di campo vicino e lontano, tecniche avanzate di modellazione, nuove normative.

Trasferimento wireless di potenza: nuove tecniche di simulazione e di misura, applicazioni in ambito automotive e per dispositivi elettromedicali.

Sistemi digitali: sistemi mobili digitali, comunicazione digitale su linee elettriche, sistemi DSL con rete TLC, servizi di televisione digitale.

Tecniche di riduzione dei disturbi EMC: nuove tecnologie di filtraggio delle interferenze elettromagnetiche (EMI), tecniche di riduzione della diafonia in linee e antenne microstrip, materiali innovativi per schermi elettromagnetici nelle bande low-GHz e low-THz.

Esposizione umana ai campi elettromagnetici: nuove tecniche di simulazione e di misura, dispositivi e materiali schermanti, interazioni alle basse frequenze ed alle frequenze intermedie, effetti termici per frequenze > 1 GHz.

Innovazione degli standard EMC: rivisitazione dell’incertezza di misura EMC, test EMI in ambienti critici.

Conferenze EMC EUROPE

Le conferenze EMC in Europa hanno una lunga tradizione: i primi congressi indipendenti sull’EMC furono istituiti a Wroclaw (1972) e Zurigo (1975). La conferenza EMC ROME (1994) è stata fondata da professori e ricercatori delle otto università europee partecipanti al progetto di ricerca “Electromagnetic Compatibility of Power and Telecommunication Apparatus and Systems” finanziato nel 1992 dalla Commissione Europea nel programma Science. Le conference di Wroclaw, Zurigo e Roma furono fuse nel 2000 in un congresso biennale dal titolo EMC Europe che successivamente ha avuto cadenza annuale. In figura 2 sono indicate le sedi nelle quali si è tenuto o si terrà EMC Europe. La reputazione di EMC Europe è molto alta per via del suo elevato livello tecnico e scientifico. La partecipazione è in continuo aumento: nella scorsa edizione (Barcellona 2019) si sono avuti più di 700 partecipanti. La distribuzione per continenti di provenienza dei partecipanti ad alcuni Congressi EMC Europe è riportata in Tabella 1.

Tabella 1 – Distribuzione per regioni

Regione 2019 Barcellona 2018 Amsterdam 2014 Gothenburg 2013 Brugge 2012 Roma
Europa 69.6% 66.5% 67.6% 61.3% 60.1%
Asia 23.3% 24.7% 26.0% 30.6% 33.9%
Nord America 3.5% 5.3% 1.3% 3.4% 3.4%
Altro 3.5% 3.5% 5.1% 4.7% 5.9%

L’ultima edizione di EMC Europe a Roma si è tenuta dal 17 al 21 settembre 2012 alla Facoltà di Ingegneria della Sapienza Università di Roma, la stessa sede in cui si è organizzato il Congresso EMC Roma nel 1994 per la prima volta. La sede si trova nel cuore di Roma, molto vicino al Colosseo. La conferenza, organizzata in collaborazione con l’Università degli Studi dell’Aquila, fu sponsorizzata da IEEE EMC, URSI e AEIT.

Furono sottomessi 353 articoli provenienti da 45 nazioni, nonostante la presenza nello stesso anno di altre conferenze EMC. Gli articoli furono rivisti da un Comitato Editoriale di 125 esperti. Il Programma Tecnico comprendeva 32 sessioni di interventi orali, 3 sessioni poster, 11 workshops, 6 tutorials e 3 corsi brevi. Più di 450 delegati da tutto il mondo hanno partecipato alla Conferenza nel corso della quale è stata realizzata un’esposizione di prodotti di 22 aziende.

L’ultima edizione di EMC Europe si è tenuta a Barcellona, Spagna, 2-6 settembre 2019, ed è stato un evento di grande successo. Sono stati sottoposti 249 articoli che hanno avuto la revisione da parte di 122 esperti di varia nazionalità. I partecipanti alla conferenza sono stati 714 provenienti da 44 nazioni. Il Programma Tecnico ha interessato le seguenti principali tematiche in vari settori tecnologici (energia, trasporti, telecomunicazioni, industria, consumer electronics, etc.): metodi numerici, fenomeni transitori, schermatura e messa a terra, integrità del segnale, modelli di campo vicino, tecniche di misura, antenne, qualità della potenza, linee di trasmissione, camere riverberanti, materiali innovativi per la schermatura.

Fig. 2 – Sedi delle edizioni di EMC Europe
Fig. 3 – Sedi di EMC Europe 2012 e 2020 a Roma
Fig. 4 – Il chiostro cinquecentesco della Facoltà di Ingegneria della Sapienza Università di Roma

EMC EUROPE 2020

International Symposium on Electromagnetic Compatibility

Rome, Italy, September 7-11, 2020

PREMESSA

Il Simposio EMC Europe 2020 si terrà alla Facoltà di Ingegneria della Sapienza Università di Roma, 7-11 settembre 2020, nella sede in cui è nato il primo Congresso EMC Roma. Il Congresso affronterà le tematiche tradizionali EMC ed anche quelle emergenti quali il 5G, i sistemi di guida autonoma, l’industria 4.0, l’Internet of Things (IoT), il trasferimento di potenza wireless, le nanotecnologie, etc. Gli articoli approvati saranno presentati in sessioni orali o poster, e pubblicati nella IEEExplore digital library.

Per informazioni riguardo la sottomissione degli articoli si può consultare la Call for Papers http://www.emceurope2020.org/

ORGANIZZAZIONE

Il Simposio è organizzato dal Comitato Elettrotecnico Italiano (CEI) in collaborazione con la Sapienza e l’Università degli Studi dell’Aquila, ed è sponsorizzato da IEEE EMC Society e Asia-Pacific EMC.

CALL FOR SPECIAL SESSIONS PROPOSALS

Le proposte di Sessioni Speciali dovranno specificare il titolo, il sintetico contenuto, le informazioni sugli organizzatori (nome, affiliazione e informazioni di contatto), la lista dei relatori previsti per le rispettive tematiche e la durata.

Le proposte devono essere inviate per via telematica entro il 15 gennaio 2020.

CALL FOR PAPERS SUBMISSION

Gli autori sono invitati a mandare il proprio contributo originale in cui si espone chiaramente il contributo, l’originalità e la pertinenza all’area EMC.

Le proposte dovranno essere caricate elettronicamente seguendo le indicazioni attraverso il sito della conferenza comprensive dei contatti dell’autore entro il 15 febbraio 2020.

CALL FOR FOCUS EVENTS (WORKSHOPS, TUTORIALS, SHORT COURSES, INDUSTRIAL FORUM)

Potranno essere presentate proposte di Workshops, Tutorials, Short Courses e Industrial Forums su tematiche EMC di particolare attualità.

Le proposte, formulate secondo quanto indicato per le Sessioni Speciali, devono essere inviate a info@emceurope2020.it entro il 15 marzo 2020.

EXHIBITS & SPONSORS

Durante la conferenza è prevista un’esposizione di prodotti industriali di interesse EMC. EMC Europe 2020 accoglie sponsorizzazioni da aziende e altre organizzazioni. La conferenza ha 4 pacchetti di sponsorizzazione: Platinum, Gold, Silver e Bronze.

SOCIAL PROGRAM

Il Programma Sociale è particolarmente invitante. La registrazione completa comprende i biglietti per il Welcome Cocktail e il Gala Dinner. Il Welcome Cocktail si terrà alla Terrazza Caffarelli in Campidoglio, dove si gode della migliore vista di Roma. Il Gala Dinner si terrà a Palazzo Brancaccio, una location di lusso, collocata al Colle Oppio in prossimità della sede della conferenza e della Domus Aurea.

Ulteriori informazioni sono reperibili nel Call for Papers del Congresso alla pagina http://www.emceurope2020.org/

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
GLI IMPIANTI DI TERRA L’ESPOSIZIONE UMANA AI CAMPI ELETTROMAGNETICI IL LIBRETTO D’IMPIANTO ELETTRICO SI ESTENDE ALLE PARTI COMUNI DEL CONDOMINIO SIMBOLI LETTERALI PER ELETTROTECNICA Sistemi di canalizzazione e accessori per cavi PROTEZIONE CONTRO I CONTATTI INDIRETTI IN PRESENZA DI CONVERTITORI DI POTENZA SISTEMI DI ACCUMULO DELL’ENERGIA ELETTRICA WEBINAR CEI: “Nuove idee per la costruzione, manutenzione e resilienza dei trasformatori elettrici” EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI: AGGIORNAMENTI NORMATIVI WEBINAR CEI: LA NUOVA FRONTIERA DEI SEMINARI ONLINE LA CULTURA NON SI FERMA: I SEMINARI CEI IN DIRETTA STREAMING CEI SC 121A “Apparecchiature a bassa tensione” SISTEMI AUDIO-VIDEOCITOFONICI E INTERFONICI MOBILITÀ ELETTRICA STRUMENTAZIONE NUCLEARE: ASPETTI ELETTRICI ED ELETTRONICI CEI CT 45 CONGRESSO EMC EUROPE 2020: UNA VETRINA INTERNAZIONALE UNICA SULLA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA ASPETTI AMBIENTALI DI PRODOTTI ELETTRICI ED ELETTRONICI EMC EUROPE PREMI CEI EDIZIONI 2019-2020 STATO DELL’ARTE E FUTURO NELLA LASER SAFETY ISOLATORI PASSANTI CONVEGNI E SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2020 QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE – Parte 2 QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE – Parte 1 FORMAZIONE CEI E-LEARNING CORSO CEI “MDR” CAMPAGNA SOCI 2020 In principio fu la pila 110 ANNI DI NORMAZIONE CLASSIFICAZIONI E PROVE AMBIENTALI CITOFONIA E OLTRE: IL NUOVO PANORAMA NORMATIVO IMPIANTI BT IMPIANTI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE IL CEI PREMIA CINQUE TESI DI LAUREA A ROMA IL SIMPOSIO “EMC EUROPE 2020” LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI SC 309A NUOVE TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI NUOVA GUIDA CEI 99-6 PER SISTEMI DI MESSA A TERRA PER IMPIANTI ELETTRICI MUOVERSI CON INTELLIGENZA AGGIORNATE LE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2018 RICCARDO LAMA NUOVO PRESIDENTE GENERALE CEI GESTIONE E CONTROLLO DELLE CARICHE ELETTROSTATICHE LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 306 LA CONNETTIVITÀ IN AMBITO RESIDENZIALE PER LA DIGITAL HOME ICDL 2019: A ROMA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’IEEE EFFICIENZA ENERGETICA DELL’ILLUMINAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI ISOLAMENTI PER BASSA TENSIONE NUOVE NORME SUL FOTOVOLTAICO NUOVA VARIANTE 5 NORMA CEI 64-8 GUIDA CEI 64-12 ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NELLE OPERE EDILI NUOVI SERVIZI CEI BOOKMARK E NOTEPAD LA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA NELLA TECNOLOGIA SOTTOCOMITATO CEI SC 210/77B COSTANTE PROGRESSO E DIFFUSIONE DELLA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL VENTO LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 88 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE RADIO E TV DI QUALITÀ IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”