rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI

MUOVERSI CON INTELLIGENZA

CONVEGNI DI FORMAZIONE CEI: L’AGENDA DI SETTEMBRE

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

IL CEI PARTECIPA ALLA “GENDER-RESPONSIVE STANDARDS INITIATIVE”

22/07/2019
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Gli organismi di normazione internazionale si sono accordati per sostenere processi di sviluppo di norme più equilibrati e inclusivi per la parità dei sessi.

Lo scorso 14 maggio a Ginevra presso il Palazzo delle Nazioni Unite è stata firmata dal Direttore Generale del CEI, ing. Roberto Bacci, la “Declaration on Gender Responsive Standards”.

Tra i firmatari figurano oltre cinquanta enti normatori, tra i quali organismi internazionali di normalizzazione (ISO, ITU, IEC, IEEEE, IEC, ASTM), organismi di standardizzazione regionali (che coprono Africa, Europa e Asia meridionale) e organismi di standardizzazione nazionali di tutte le regioni del mondo (Italia, Gran Bretagna, India, Tailandia, Canada, Germania, Spagna, Messico, Senegal, Marocco, ecc.).

La Dichiarazione è stata sviluppata nell’ambito del gruppo di lavoro dell’UNECE sulla cooperazione normativa e le politiche di standardizzazione (WP.6) come parte della Gender-Responsive Standards Initiative. Si tratta di un gruppo di lavoro composto da rappresentanti di organismi di standardizzazione, specialisti di genere, rappresentanti di organismi di regolamentazione, responsabili politici, ONG, organizzazioni delle Nazioni Unite e membri della comunità accademica.

Con la firma della Dichiarazione, gli organismi di normazione si impegnano a creare e attuare piani d’azione per la parità tra i sessi. L’obiettivo è quello di sostenere processi di sviluppo di norme più equilibrati e inclusivi e di rafforzare la reattività di genere delle norme stesse, anche conducendo analisi basate sul genere per lo sviluppo o la revisione di tutte le norme.

L’iniziativa mira a rafforzare l’uso di norme e regolamenti tecnici come strumenti efficaci per raggiungere l’SDG 5 (Sustainable Development Goal 5): raggiungere l’uguaglianza di genere e rafforzare il ruolo di tutte le donne e le ragazze, integrando specifiche di genere nello sviluppo di norme e regolamenti tecnici, elaborando indicatori e criteri di genere che potrebbero essere utilizzati nello sviluppo di norme.

Le donne sono ampiamente sottorappresentate nello sviluppo degli standard che riguardano così tanti settori della nostra vita, dalle infrastrutture da cui dipendono le economie, ai prodotti che consumiamo ogni giorno e alle tecnologie necessarie per affrontare un’ampia gamma di sfide di sostenibilità. Molte di queste norme non affrontano adeguatamente il diverso impatto che possono avere su uomini o donne.

Una relazione del 2017 del Trades Union Congress del Regno Unito ha rilevato che l’inadeguatezza dei dispositivi di protezione individuale (DPI) ha ostacolato il lavoro del 57% delle donne. Nei servizi di emergenza, solo il 5% delle donne ha affermato che i loro DPI non ostacolano mai il loro lavoro.

La necessità di standard che tengano conto di una distribuzione di genere disomogenea nei diversi settori dell’economia (come ad esempio l’esposizione ai pesticidi nei lavori agricoli stagionali o alle sostanze chimiche nocive comunemente usate nei saloni per unghie), è importante in aree in cui le donne costituiscono la maggior parte della forza lavoro.

Un’altra dimensione, il rispetto degli standard per il commercio internazionale, è irraggiungibile per molte piccole imprese di proprietà femminile, soprattutto nei Paesi a basso reddito, a causa di barriere che comprendono i costi di certificazione o la mancanza di consapevolezza.

Queste questioni non solo ostacolano i progressi verso l’obiettivo di sviluppo sostenibile (SDG5) sulla parità di genere, ma minano anche il potenziale delle norme come potenti strumenti a sostegno dello sviluppo sostenibile.

La cerimonia di firma della Dichiarazione ha segnato l’avvio di uno studio che promuove l’integrazione della dimensione di genere nello sviluppo e nell’attuazione delle norme. Lo studio esamina lo stato e gli approcci alla reattività di genere nello sviluppo e nell’uso degli standard e fornisce raccomandazioni per l’azione degli organismi di normazione, dei governi, dei donatori e delle organizzazioni internazionali.

Il Segretario Esecutivo dell’UNECE Olga Algayerova ha dichiarato: “Oggi ci impegniamo a promuovere una maggiore inclusione di una prospettiva di genere nella standardizzazione; ed esprimiamo la nostra volontà di rendere gli standard e il processo di sviluppo degli standard più sensibile al genere. L’UNECE sviluppa standard e documenti normativi nei settori del commercio, dei trasporti, dell’energia e molti altri, sostenendo i Paesi nell’attuazione dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Siamo in una posizione unica per ospitare questa partnership, riunendo la comunità globale di standardizzazione e gli Stati membri per dare potere a donne e ragazze. Questo è un momento di festa, ma c’è ancora molto da fare”.

In occasione della giornata è stata diffusa una prima copia del volume della ricerca svolta da UNECE “Gender Responsive Standards”.

Per scaricare l’advanced copy del volume, clicca qui.
Per scaricare il video promozionale dell’iniziativa, clicca qui.
condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI SC 309A NUOVE TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI NUOVA GUIDA CEI 99-6 PER SISTEMI DI MESSA A TERRA PER IMPIANTI ELETTRICI MUOVERSI CON INTELLIGENZA AGGIORNATE LE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2018 RICCARDO LAMA NUOVO PRESIDENTE GENERALE CEI GESTIONE E CONTROLLO DELLE CARICHE ELETTROSTATICHE LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 306 LA CONNETTIVITÀ IN AMBITO RESIDENZIALE PER LA DIGITAL HOME ICDL 2019: A ROMA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’IEEE EFFICIENZA ENERGETICA DELL’ILLUMINAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI ISOLAMENTI PER BASSA TENSIONE NUOVE NORME SUL FOTOVOLTAICO NUOVA VARIANTE 5 NORMA CEI 64-8 GUIDA CEI 64-12 ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NELLE OPERE EDILI NUOVI SERVIZI CEI BOOKMARK E NOTEPAD LA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA NELLA TECNOLOGIA SOTTOCOMITATO CEI SC 210/77B COSTANTE PROGRESSO E DIFFUSIONE DELLA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL VENTO LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 88 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE RADIO E TV DI QUALITÀ IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”