rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

Azionamenti elettrici: esordi e sviluppi
recenti della normativa

Pubblicata la nuova edizione della Norma CEI 11-27
per lavori su impianti elettrici

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

APPLICAZIONE DELLE NORME ALL’ECONOMIA CIRCOLARE

30/06/2020
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Efficienza dei materiali durante le fasi di uso e scarto del prodotto.

L’economia circolare richiede un cambiamento radicale della produzione e dei consumi. Cicli continui per il recupero e il ripristino prodotti, componenti e materiali attraverso strategie quali il riutilizzo, la riparazione, il ricondizionamento e, da ultimo, il riciclo. Si tratta di un approccio sistemico di gestione delle risorse.

Definire le priorità nel campo dell’efficienza dei materiali

Il concetto di economia circolare è piuttosto ampio e comprende aspetti sociali ed economici che non rientrano negli obiettivi dell’attività normativa della IEC; tuttavia la IEC può affrontare aspetti legati all’uso e alla conservazione dei materiali, e cioè gli aspetti legati all’efficienza dei materiali.

L’efficienza dei materiali è una parte fondamentale dell’economia circolare. Questa consiste nel conservare i materiali, rendendo i prodotti più resistenti e riparabili, in modo da facilitare il recupero e il riciclo del materiale al termine della vita di un prodotto. Il fine ultimo dell’efficienza di un materiale è quindi quello di mantenere in uso i materiali il più a lungo possibile e – potenzialmente – per sempre.

L’efficienza dei materiali può essere inserita in una classificazione sulle priorità da considerare durante le fasi di utilizzo e di scarto di un prodotto. Le strategie più favorevoli richiedono una progettazione dei prodotti associata a una più lunga durata della vita dei prodotti stessi, utilizzando la minor quantità di risorse naturali; le strategie meno favorevoli, al contrario, comportano la perdita delle risorse di un materiale, incenerendo il materiale e recuperandone l’energia. In una vera economia circolare, le discariche non sono un’opzione accettabile.

Classificazione delle priorità nelle fasi di produzione e uso del prodotto

I prodotti dovrebbero essere realizzati per consumare la minima quantità di risorse ed essere progettati per durare per periodi di tempo molto lunghi. Durante la fase d’uso di un prodotto, si devono identificare strategie associate alla realizzazione del prodotto che possono essere attuate progettando manufatti che facciano uso di minori quantità di materie prime e che possano durare per periodi di tempo molto lunghi.

Queste strategie possono passare, per esempio, attraverso il riciclo, la riparazione e gli aggiornamenti, così come attraverso il rinnovamento e il ricondizionamento dei prodotti.

Tuttavia, una riparazione è preferibile rispetto ad un rinnovamento, dal momento che il prodotto viene modificato solo in minima parte e quindi sono necessarie minori risorse e minor energia. Attraverso la riparazione, il prodotto offre le stesse funzioni e le risorse sono utilizzate solo per riportarlo alle condizioni iniziali di funzionamento. Attraverso il rinnovamento, invece, sono necessarie risorse supplementari per riportare il prodotto alle sue condizioni originali, oltre alle risorse necessarie per la rivendita, la consegna e l’installazione del prodotto.

Classificazione delle priorità nella fase di scarto

Quando un prodotto giunge alla fase di scarto, gran parte del valore del materiale è già andata persa fin dal momento in cui il prodotto non è più in uso.

Il riciclo dunque dovrebbe essere considerato come l’ultima opzione tra quelle disponibili, dal momento che grandi quantità di risorse e di energia saranno necessarie non solo per riciclare quegli stessi materiali, ma anche per realizzare un nuovo prodotto dai materiali riciclati.

Come prevedibile, la perdita più consistente di materiale avviene durante l’incenerimento del materiale e il recupero di energia, oppure quando questo viene smaltito in una discarica dal momento in cui non è più in uso: il ciclo circolare viene in questo modo interrotto.

Progettare prodotti per l’efficienza del materiale

I costruttori dovrebbero prendere in considerazione ogni stadio delle fasi di uso e di scarto di un prodotto per favorire l’efficienza dei materiali.

Durante la fase di progettazione, occorre prendere in considerazione i materiali utilizzati per la realizzazione di un prodotto. Per esempio, è possibile tentare di ridurre la quantità di materiali utilizzati, ottimizzando la progettazione del prodotto e scegliendo materiali riciclati o componenti riutilizzati.

Focalizzandosi sulla fase d’uso, i prodotti dovrebbero essere progettati in modo tale da estendere la loro durata di vita, rendendoli più semplici da riparare e aggiornare o riutilizzare. Dal momento che i prodotti saranno riutilizzati (rinnovamento o ricondizionamento inclusi), potrebbero avere molteplici proprietari; compito dei costruttori potrebbe anche essere quello di facilitare gli aggiornamenti del software e dell’hardware e la rimozione dei dati sensibili. Inoltre, le parti dovrebbero essere progettate in modo tale da resistere a molteplici cicli di pulizia, smontaggio e rimontaggio.

I prodotti dovrebbero essere progettati per un fine vita efficiente. Ciò significa che i materiali e i componenti utili possono essere recuperati facilmente e in sicurezza, per esempio, rendendo semplice lo smontaggio del manufatto.

Come le norme possono contribuire all’economia circolare

La IEC sta esaminando come normare i requisiti per l’efficienza dei materiali.

Per facilitare una durata di vita più lunga dei prodotti, le norme devono assicurare che, tra le altre caratteristiche del prodotto, siano sufficientemente prese in considerazione la sua sicurezza, le sue prestazioni e la sua affidabilità. Devono inoltre essere valutate questioni come la rimozione e la protezione dei dati, dal momento che i prodotti vengono riutilizzati e cambiano proprietà. Inoltre, è necessario un approccio olistico per garantire che la protezione dell’ambiente non pregiudichi aree quali la sicurezza, la compatibilità elettromagnetica (EMC) e le prestazioni del prodotto.

Ci si aspetta che la legislazione richieda un incremento dell’uso di parti usate, nonché di prodotti che possano essere più facilmente riparati o rigenerati. Avremo bisogno di metodi e strumenti normalizzati per valutare aspetti come la proporzione di componenti riutilizzati o di contenuto riciclato all’interno di un prodotto, e su come valutare la facilità (o la difficoltà) con cui un prodotto può essere riparato o rigenerato. Inoltre, saranno necessarie norme per garantire le caratteristiche del materiale utilizzato, così come per definire i requisiti di affidabilità delle parti.

In ambito IEC, sono stati preparati documenti che sostengono l’efficienza dei materiali per i prodotti elettrici ed elettronici. Alcuni esempi sono:

  • IEC TR 62635 – Rapporto che fornisce informazioni sul fine vita di un prodotto, incluso il calcolo del tasso di riciclo;
  • IEC TR 62824 – Guida relativa alle considerazioni sull’efficienza dei materiali nella progettazione ecocompatibile di prodotti;
  • IEC 62309 – Norma che esamina l’affidabilità dei prodotti che contengono parti usate;
  • IEC 63077 – Norma che specifica il processo per garantire le prestazioni e la sicurezza delle apparecchiature di immagini per uso diagnostico ricondizionate.

Sono attualmente allo studio altre norme. Per esempio, nel TC 111 “Environmental standardization for electrical and electronical products and systems” è attualmente al voto una proposta di nuova norma per valutare la proporzione di componenti riutilizzati presenti nei prodotti; questo Comitato sta inoltre preparando una norma relativa ai principi della circolarità dei prodotti nella progettazione eco-sostenibile.

Il TC 62 “Electrical equipment in medical practice” e il TC 2 “Rotating machinery” stanno preparando, rispettivamente, norme sul ricondizionamento di apparecchiature per uso medico e di macchine rotanti.

Educare la comunità IEC

L’Advisory Committee on Environmental Aspects (ACEA) fornisce indicazioni all’IEC/SMB su questioni legate all’ambiente, includendo l’economia circolare e l’efficienza dei materiali. L’ACEA ha fornito indicazioni alla Comunità IEC riguardo all’economia circolare e al ruolo delle norme.

Il Presidente di ACEA Solange Blaszkowski e il coordinatore di una Task Force specifica, Jens Giegerich, hanno recentemente tenuto un Academy webinar IEC, in cui è stata presentata una panoramica sui principi chiave dell’economia circolare e dell’efficienza dei materiali e sul modo in cui questi incidano sull’attività normativa. L’audio completo e la presentazione del webinar, comprese le risposte alle domande dei partecipanti, sono disponibili sul sito web IEC.

Articolo di Natalie Mouyal pubblicato su IEC e-tech 02/2020

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
LAVORI SU IMPIANTI ELETTRICI: PUBBLICATA LA NUOVA NORMA CEI 11-27 ANTEPRIMA: NORMA IEC 61800-5-1 SUI POWER DRIVE SYSTEMS “REGOLA D’ARTE”: IL NUOVO PERIODICO DEL CEI AZIONAMENTI ELETTRICI: ESORDI E SVILUPPI RECENTI DELLA NORMATIVA NOVITÀ E CORRETTA APPLICAZIONE DELLA CEI 64-8 EDIZIONE 2021 PUBBLICATA LA NUOVA EDIZIONE DELLA NORMA CEI 64-8 PER IMPIANTI ELETTRICI UTILIZZATORI NANOTECNOLOGIE PER PRODOTTI E SISTEMI ELETTROTECNICI NORMA CEI 64-8 “VARIANTE FUOCO”: AMBIENTI PARTICOLARI CONVENZIONE CEI – FONDAZIONE CNI 2021/2022 NUOVE CONVENZIONI CEI PER GLI ASSOCIATI A CONFARTIGIANATO E CNA IL CT 68/51 PER LEGHE, ACCIAI E COMPONENTI MAGNETICI NORMA CEI 64-8 “VARIANTE FUOCO” CEI CT 111 GLI OBBLIGHI DI TRACCIABILITÀ DELLE SOSTANZE NELLE APPARECCHIATURE ELETTRONICHE CONVENZIONE CEI – UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA NUOVO TAVOLO DI CONFRONTO CEI “CYBERSECURITY” APPARECCHIATURE A BASSA TENSIONE ABROGATA LA NORMA CEI 20-22/2 EVOLUZIONE DEGLI IMPIANTI UTENTE PER LE COMUNICAZIONI SOCI CEI 2021: PROTAGONISTI DEL CAMBIAMENTO CEI CT 1/25 MYNORMA 2021: IL TUO PORTALE DI ACCESSO ALLE NORME PROROGATO IL “FONDO NUOVE COMPETENZE” CHE INCENTIVA LA FORMAZIONE AZIENDALE TERMINOLOGIA, GRANDEZZE E UNITÀ DI MISURA CEI CT 10 COSA CAMBIA NELLA NORMAZIONE DEGLI OLI ISOLANTI MINERALI NASCONO I “TAVOLI DI CONFRONTO” CEI: IL PRIMO È DEDICATO ALL’E-MOBILITY CAVI E REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) CEI CT 20 NUOVE VARIANTI ALLE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE CEI 0-16 E 0-21 VISINTAINER ALLA VICE PRESIDENZA CENELEC DAL 2021 LE NORME DI QUALSIASI ENTE NORMATORE INTERNAZIONALE DISPONIBILI SUL SITO DEL CEI CEI CT 108 CEI EN 62368-1 CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2021 NUOVO LIBRO BIANCO “GLI ITALIANI E LA SICUREZZA ELETTRICA” CEI SC 59/61D CONDIZIONATORI, POMPE DI CALORE E DEUMIDIFICATORI È IN ARRIVO IL NUOVO MYNORMA! LA SICUREZZA INFORMATICA NELLA TRANSIZIONE ENERGETICA E DIGITALE AREE A RISCHIO PER ATMOSFERE ESPLOSIVE EMC Europe 2020 diventa VIRTUALE GIUSEPPE MOLINA ALLA DIREZIONE CEI APPARECCHI DI ILLUMINAZIONE: EVOLUZIONE TECNOLOGICA E NORMATIVA CALENDARIO DEI CORSI CEI: Settembre 2020 GLI IMPIANTI DI TERRA L’ESPOSIZIONE UMANA AI CAMPI ELETTROMAGNETICI IL LIBRETTO D’IMPIANTO ELETTRICO SI ESTENDE ALLE PARTI COMUNI DEL CONDOMINIO SIMBOLI LETTERALI PER ELETTROTECNICA Sistemi di canalizzazione e accessori per cavi PROTEZIONE CONTRO I CONTATTI INDIRETTI IN PRESENZA DI CONVERTITORI DI POTENZA SISTEMI DI ACCUMULO DELL’ENERGIA ELETTRICA WEBINAR CEI: “Nuove idee per la costruzione, manutenzione e resilienza dei trasformatori elettrici” EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI: AGGIORNAMENTI NORMATIVI WEBINAR CEI: LA NUOVA FRONTIERA DEI SEMINARI ONLINE LA CULTURA NON SI FERMA: I SEMINARI CEI IN DIRETTA STREAMING CEI SC 121A “Apparecchiature a bassa tensione” SISTEMI AUDIO-VIDEOCITOFONICI E INTERFONICI MOBILITÀ ELETTRICA STRUMENTAZIONE NUCLEARE: ASPETTI ELETTRICI ED ELETTRONICI CEI CT 45 CONGRESSO EMC EUROPE 2020: UNA VETRINA INTERNAZIONALE UNICA SULLA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA ASPETTI AMBIENTALI DI PRODOTTI ELETTRICI ED ELETTRONICI EMC EUROPE PREMI CEI EDIZIONI 2019-2020 STATO DELL’ARTE E FUTURO NELLA LASER SAFETY ISOLATORI PASSANTI CONVEGNI E SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2020 QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE – Parte 2 QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE – Parte 1 FORMAZIONE CEI E-LEARNING CORSO CEI “MDR” CAMPAGNA SOCI 2020 In principio fu la pila 110 ANNI DI NORMAZIONE CLASSIFICAZIONI E PROVE AMBIENTALI CITOFONIA E OLTRE: IL NUOVO PANORAMA NORMATIVO IMPIANTI BT IMPIANTI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE IL CEI PREMIA CINQUE TESI DI LAUREA A ROMA IL SIMPOSIO “EMC EUROPE 2020” LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI SC 309A NUOVE TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI NUOVA GUIDA CEI 99-6 PER SISTEMI DI MESSA A TERRA PER IMPIANTI ELETTRICI MUOVERSI CON INTELLIGENZA AGGIORNATE LE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2018 RICCARDO LAMA NUOVO PRESIDENTE GENERALE CEI GESTIONE E CONTROLLO DELLE CARICHE ELETTROSTATICHE LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 306 LA CONNETTIVITÀ IN AMBITO RESIDENZIALE PER LA DIGITAL HOME ICDL 2019: A ROMA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’IEEE EFFICIENZA ENERGETICA DELL’ILLUMINAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI ISOLAMENTI PER BASSA TENSIONE NUOVE NORME SUL FOTOVOLTAICO NUOVA VARIANTE 5 NORMA CEI 64-8 GUIDA CEI 64-12 ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NELLE OPERE EDILI NUOVI SERVIZI CEI BOOKMARK E NOTEPAD LA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA NELLA TECNOLOGIA SOTTOCOMITATO CEI SC 210/77B COSTANTE PROGRESSO E DIFFUSIONE DELLA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL VENTO LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 88 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE RADIO E TV DI QUALITÀ IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”