rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

Nanotecnologie per prodotti e sistemi elettrotecnici

Pubblicata la nuova edizione della NORMA CEI 64-8
per impianti elettrici utilizzatori

 

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

CEI CT 113

28/09/2021
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Nanotecnologie per sistemi e prodotti elettrotecnici.

CAMPO DI APPLICAZIONE

Il CT 113 si occupa della standardizzazione delle tecnologie relative ai prodotti e ai sistemi nel campo delle nanotecnologie, in stretta collaborazione con Technical Committees della IEC e dell’ISO. Le nanotecnologie possono essere utilizzate in un’ampia gamma di applicazioni, quali ad esempio: componenti elettronici, ottici, magnetici, elettromagnetici, elettroottici; riguardano, inoltre, componenti per telecomunicazioni, per produzione di elettricità, dispositivi per celle combustibili e celle per impianti fotovoltaici, componenti per accumulo di energia.

STRUTTURA

Il CT 113 non è strutturato con Gruppi di Lavoro permanenti. Il CT 113 opera in collaborazione con la Commissione Tecnica UNI “Nanotecnologie” corrispondente del TC ISO 256.

COMITATI INTERNAZIONALI COLLEGATI

  • IEC TC 113 “Nanotechnology for electrotechnical products and systems”

Presidente: Prof. Fabrizio Barberis

Segretario: Prof. Gianfranco Coletti

Segretario Tecnico CEI: Dr. Giovanni Franzi – giovanni.franzi@ceinorme.it

Fabrizio Barberis

Presidente CEI CT 113

Fabrizio Barberis, ingegnere meccanico laureato a Genova, ha un Dottorato in Scienza dei materiali nanostrutturati in collaborazione con il Lawrence Berkeley National Lab ed insegna Scienza dei Materiali e Materiali Compositi presso l’Università degli Studi di Genova dove è membro della Commissione Tech Transfer e delegato per il Dual-Use.

Collabora con il circuito start up nazionale ed è membro del Consiglio Scientifico di Netval. In ambito normativo presiede il CT 113 del CEI ed è membro dell’IEC TC 113 WG8 Graphene related materials/Carbon nanotube materials.


In ambito tecnologico si interagisce sempre di più con il grafene e le sue applicazioni, come si pone la normativa in questo sviluppo?

Il grafene ormai da anni è elemento di studio e sviluppo nei laboratori di tutto il mondo e da qualche tempo assistiamo ad alcune sue presenze anche sul mercato tecnologico.

È un materiale di grandissimo interesse la cui applicazione deve essere tuttavia attentamente valutata. Come in tutti i casi in cui ci si trova di fronte a qualcosa di innovativo l’errore è cercare di fare, con questo nuovo arrivato, le stesse cose che si facevano in precedenza.

L’importanza del materiale innovativo risiede sempre nella possibilità di fare diversamente da prima. Difficilmente un nuovo materiale o una nuova tecnologia risulta competitiva in termini di costi ed affidabilità con quanto era già ampiamente sedimentato e diffuso se si compete nella stessa precedente area di lavoro.

Per le aziende pertanto, questo materiale pone certamente nuove sfide ma l’importanza per il mondo normativo è ancora più evidente, poiché questo materiale è in effetti il primo di una lista di materiali 2D nanostrutturati (stanene, silicene, germanene, etc.) che stanno per proporsi al mercato e pertanto quanto verrà approvato in sede internazionale per il grafene diverrà substrato normativo per tutti i materiali similari negli anni a venire.

Quali sono gli obiettivi a cui punta la normativa a supporto della R&S?

Essenzialmente occorre guardare avanti per poter guidare lo sviluppo dei materiali nanostrutturati in un mercato che deve poter ragionare in termini di solidità e certezza. In un periodo di ripresa come l’attuale occorre fornire gli strumenti al tessuto produttivo per potersi impegnare in sfide di sviluppo tecnologico con il sicuro supporto dell’impalcato normativo.

Dal punto di vista dei laboratori di ricerca crediamo potrà essere di grande aiuto aprire un positivo dialogo di sviluppo in sinergia con i Comitati normatori, onde poter costruire prossime generazioni di esperti e strategie progettuali nelle quali la normativa sia vista come indispensabile alleato.

Inoltre, dal punto di vista degli impegni in investimento nella ricerca, la Normativa rientra perfettamente nei richiami che la Commissione Europea ha più volte fatto ed ulteriormente ribadito nei recenti Piani Horizon Europe per una ricerca effettuata con precisi e chiaramente comprovabili aspetti di trasferimento tecnologico attraverso una consapevole strategia di knowledge management.

In una visione di ecostenibilità ed economia circolare come si pongono questi aspetti normativi?

La definizione di una norma tecnica deve essere forzatamente rivolta al singolo aspetto scientifico che si sta analizzando. È tuttavia certo che gli aspetti relativi alla ecosostenibilità dei metodi, dei processi e dei materiali è ormai una necessità trasversale anche nel mondo normativo.

Il CT 113 non trascura oggi il ruolo futuro delle nanotecnologie nelle dinamiche di economia circolare, un’ulteriore sfida che potrebbe positivamente affiancare la progettazione delle norme. Come in altri settori, anche in quello della normativa focalizzata sulle nanotecnologie servirà aspirare ad una visione strategica, tale da consentire di creare materiali, dispositivi e metodi predisposti ad un efficace riutilizzo allineato ai dettami della circular economy.

Gianfranco Coletti

Segretario CEI CT 113

Gianfranco Coletti, ingegnere elettrotecnico laureato a Genova, specializzato a Salford (UK), è stato Ordinario di Materiali per l’Ingegneria Elettrica all’Università degli Studi di Genova, insegnando e svolgendo ricerche per 38 anni sia nel campo dei Materiali, sia nel settore dell’Energia e dell’Ambiente.

Dal 1984 si occupa di normative tecniche (CEI e IEC). Ha collaborato per molti anni con il CEI, come Segretario del CT 15 (Materiali isolanti), Presidente del CT 15/112, Presidente del CT 101 (Elettrostatica), infine Presidente, e tuttora Segretario, del CT 113.

Da quattro anni in pensione, è ancora attivo come docente di corsi brevi (Advanced Materials) e scrive articoli divulgativi (sistema 4.0, comunicazioni 5G).


Quali sono i rapporti fra le nanotecnologie ed il mondo industriale?

Dal 2011 (anno in cui fu menzionata per la prima volta l’Industria 4.0 all’Hannover Messe) il sistema produttivo è stato pervaso da termini come Industria 4.0, Internet of Things e tutte le evoluzioni che ne sono derivate in seguito. Le nanotecnologie sono parte integrante e fondamentale di questi sistemi di innovazione e rappresentano il substrato più profondo sul quale le varie declinazioni di questa trasformazione hanno preso forma.

Il TC 113 IEC, con i suoi WG e i Comitati nazionali mirror tra i quali CT 113 del CEI, sta lavorando con grande impegno per produrre la normativa atta a permettere un positivo travaso di conoscenza dal laboratorio al mercato, in sinergia con gli altri Comitati normatori come il 229 di ISO.

In questo processo quali sono i lavori più urgenti?

Sicuramente un punto fondamentale è la velocità alla quale monitoriamo ed interagiamo con la continua innovazione tecnologica verso il mercato, cosa che si ripercuote sia sulla tipologia di dispositivi da valutare sia sulle tecnologie da impiegare per poter effettuare queste valutazioni.

Ciò comporta un continuo lavoro di armonizzazione per mantenere l’efficace allineamento tra quanto viene proposto oggi dai vari Comitati nazionali nelle loro nuove proposte normative (NP) e quanto è stato approvato in termini metodologici dai Comitati anche solo pochi anni fa.

Come si è organizzato il CT 113 in Italia?

Il CT 113 è un Comitato relativamente giovane e ha dovuto subito confrontarsi con una realtà in rapidissima e mutevole trasformazione sulla quale i Comitati standardizzatori stanno svolgendo una fondamentale attività di strutturazione della innovazione.

La rivoluzione nanotecnologica è un fenomeno mondiale, che coinvolge settori con fortissimi interessi di apertura sui mercati e pertanto richiede molto impegno per applicare il meglio della tecnologia disponibile in una ottica di ripetibilità, globalizzazione e certezza dei risultati sperimentali.

Le applicazioni delle nanotecnologie al mercato elettrico sono di notevole ampiezza, dalle necessità imposte dalle energie alternative alla sensoristica, dai coinvolgimenti con la fotonica alle applicazioni sui mercati biomedicali, pertanto è necessario avere nel Comitato esperti di elevata competenza. A questo proposito negli anni è stato possibile, grazie ad accordi di coordinamento, inserire nel Board competenze provenienti dal CNR, dall’IIT, dall’INRIM nonché da aziende italiane di eccellenza internazionale in queste applicazioni.

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
NOVITÀ E CORRETTA APPLICAZIONE DELLA CEI 64-8 EDIZIONE 2021 PUBBLICATA LA NUOVA EDIZIONE DELLA NORMA CEI 64-8 PER IMPIANTI ELETTRICI UTILIZZATORI NANOTECNOLOGIE PER PRODOTTI E SISTEMI ELETTROTECNICI NORMA CEI 64-8 “VARIANTE FUOCO”: AMBIENTI PARTICOLARI CONVENZIONE CEI – FONDAZIONE CNI 2021/2022 NUOVE CONVENZIONI CEI PER GLI ASSOCIATI A CONFARTIGIANATO E CNA IL CT 68/51 PER LEGHE, ACCIAI E COMPONENTI MAGNETICI NORMA CEI 64-8 “VARIANTE FUOCO” CEI CT 111 GLI OBBLIGHI DI TRACCIABILITÀ DELLE SOSTANZE NELLE APPARECCHIATURE ELETTRONICHE CONVENZIONE CEI – UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA NUOVO TAVOLO DI CONFRONTO CEI “CYBERSECURITY” APPARECCHIATURE A BASSA TENSIONE ABROGATA LA NORMA CEI 20-22/2 EVOLUZIONE DEGLI IMPIANTI UTENTE PER LE COMUNICAZIONI SOCI CEI 2021: PROTAGONISTI DEL CAMBIAMENTO CEI CT 1/25 MYNORMA 2021: IL TUO PORTALE DI ACCESSO ALLE NORME PROROGATO IL “FONDO NUOVE COMPETENZE” CHE INCENTIVA LA FORMAZIONE AZIENDALE TERMINOLOGIA, GRANDEZZE E UNITÀ DI MISURA CEI CT 10 COSA CAMBIA NELLA NORMAZIONE DEGLI OLI ISOLANTI MINERALI NASCONO I “TAVOLI DI CONFRONTO” CEI: IL PRIMO È DEDICATO ALL’E-MOBILITY CAVI E REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) CEI CT 20 NUOVE VARIANTI ALLE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE CEI 0-16 E 0-21 VISINTAINER ALLA VICE PRESIDENZA CENELEC DAL 2021 LE NORME DI QUALSIASI ENTE NORMATORE INTERNAZIONALE DISPONIBILI SUL SITO DEL CEI CEI CT 108 CEI EN 62368-1 CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2021 NUOVO LIBRO BIANCO “GLI ITALIANI E LA SICUREZZA ELETTRICA” CEI SC 59/61D CONDIZIONATORI, POMPE DI CALORE E DEUMIDIFICATORI È IN ARRIVO IL NUOVO MYNORMA! LA SICUREZZA INFORMATICA NELLA TRANSIZIONE ENERGETICA E DIGITALE AREE A RISCHIO PER ATMOSFERE ESPLOSIVE EMC Europe 2020 diventa VIRTUALE GIUSEPPE MOLINA ALLA DIREZIONE CEI APPARECCHI DI ILLUMINAZIONE: EVOLUZIONE TECNOLOGICA E NORMATIVA CALENDARIO DEI CORSI CEI: Settembre 2020 GLI IMPIANTI DI TERRA L’ESPOSIZIONE UMANA AI CAMPI ELETTROMAGNETICI IL LIBRETTO D’IMPIANTO ELETTRICO SI ESTENDE ALLE PARTI COMUNI DEL CONDOMINIO SIMBOLI LETTERALI PER ELETTROTECNICA Sistemi di canalizzazione e accessori per cavi PROTEZIONE CONTRO I CONTATTI INDIRETTI IN PRESENZA DI CONVERTITORI DI POTENZA SISTEMI DI ACCUMULO DELL’ENERGIA ELETTRICA WEBINAR CEI: “Nuove idee per la costruzione, manutenzione e resilienza dei trasformatori elettrici” EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI: AGGIORNAMENTI NORMATIVI WEBINAR CEI: LA NUOVA FRONTIERA DEI SEMINARI ONLINE LA CULTURA NON SI FERMA: I SEMINARI CEI IN DIRETTA STREAMING CEI SC 121A “Apparecchiature a bassa tensione” SISTEMI AUDIO-VIDEOCITOFONICI E INTERFONICI MOBILITÀ ELETTRICA STRUMENTAZIONE NUCLEARE: ASPETTI ELETTRICI ED ELETTRONICI CEI CT 45 CONGRESSO EMC EUROPE 2020: UNA VETRINA INTERNAZIONALE UNICA SULLA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA ASPETTI AMBIENTALI DI PRODOTTI ELETTRICI ED ELETTRONICI EMC EUROPE PREMI CEI EDIZIONI 2019-2020 STATO DELL’ARTE E FUTURO NELLA LASER SAFETY ISOLATORI PASSANTI CONVEGNI E SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2020 QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE – Parte 2 QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE – Parte 1 FORMAZIONE CEI E-LEARNING CORSO CEI “MDR” CAMPAGNA SOCI 2020 In principio fu la pila 110 ANNI DI NORMAZIONE CLASSIFICAZIONI E PROVE AMBIENTALI CITOFONIA E OLTRE: IL NUOVO PANORAMA NORMATIVO IMPIANTI BT IMPIANTI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE IL CEI PREMIA CINQUE TESI DI LAUREA A ROMA IL SIMPOSIO “EMC EUROPE 2020” LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI SC 309A NUOVE TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI NUOVA GUIDA CEI 99-6 PER SISTEMI DI MESSA A TERRA PER IMPIANTI ELETTRICI MUOVERSI CON INTELLIGENZA AGGIORNATE LE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2018 RICCARDO LAMA NUOVO PRESIDENTE GENERALE CEI GESTIONE E CONTROLLO DELLE CARICHE ELETTROSTATICHE LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 306 LA CONNETTIVITÀ IN AMBITO RESIDENZIALE PER LA DIGITAL HOME ICDL 2019: A ROMA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’IEEE EFFICIENZA ENERGETICA DELL’ILLUMINAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI ISOLAMENTI PER BASSA TENSIONE NUOVE NORME SUL FOTOVOLTAICO NUOVA VARIANTE 5 NORMA CEI 64-8 GUIDA CEI 64-12 ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NELLE OPERE EDILI NUOVI SERVIZI CEI BOOKMARK E NOTEPAD LA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA NELLA TECNOLOGIA SOTTOCOMITATO CEI SC 210/77B COSTANTE PROGRESSO E DIFFUSIONE DELLA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL VENTO LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 88 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE RADIO E TV DI QUALITÀ IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”