rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

EQUIPAGGIAMENTI ELETTRICI DELLE MACCHINE

PER L’INDUSTRIA 4.0

ESPOSIZIONE UMANA AI CAMPI ELETTROMAGNETICI:

A NAPOLI LA RIUNIONE INTERNAZIONALE DEL TC 106

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

CEI CT 114

19/05/2022
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Energia marina – Convertitori di energia da onde, maree e altre correnti d’acqua.

CAMPO DI APPLICAZIONE

L’obiettivo principale è la conversione di energia da onde, maree e altre correnti d’acqua in energia elettrica, sebbene siano inclusi altri sistemi, prodotti e metodi di conversione. Sono esclusi gli sbarramenti di marea e le installazioni di dighe, già trattate in ambito CT 4/5. Le norme prodotte dal TC 114 riguardano:

  • definizioni dei sistemi;
  • misure prestazionali di convertitori di energia da onde, maree e correnti d’acqua;
  • requisiti per la valutazione delle risorse;
  • progettazione, sicurezza e affidabilità;
  • installazione, funzionamento, manutenzione e recupero;
  • messa in servizio e disattivazione;
  • interfaccia elettrica, inclusa integrazione in schiera e/o integrazione in rete;
  • prove di laboratorio, produzione e accettazione in produzione;
  • metodologie di misura dei parametri fisici dei dispositivi.

STRUTTURA

Il Comitato CEI segue i Gruppi di lavoro costituiti a livello IEC TC 114.

PROGRAMMA DI LAVORO

Le tecnologie di conversione dell’energia marina si stanno progressivamente sviluppando verso sistemi economicamente sostenibili, e devono affrontare la concorrenza delle altre tecnologie rinnovabili eoliche e solari sempre più competitive.

Le stime delle risorse energetiche rinnovabili marine mondiali continuano a rappresentare un’enorme opportunità, la riduzione dei costi di capitale e dei costi operativi nel ciclo di vita continueranno ad essere l’obiettivo principale degli sforzi di ricerca e sviluppo anche attraverso innumerevoli siti sperimentali realizzati in tutto il mondo. Le prove dei singoli dispositivi, sia in scala reale che ridotta, rimangono l’obiettivo principale dell’attività dell’industria con il supporto della Normativa.

Metodi di valutazione o verifica comuni del progetto, delle prestazioni, per la caratterizzazione acustica, per la valutazione degli impatti ambientali, ecc. sono tra i temi di maggiore interesse negli sviluppi in corso della normativa. Per maggiori dettagli si veda il Work Program del TC 114 IEC.

Il CT 114 mantiene collegamenti con i seguenti Comitati Tecnici CEI:

  • CT 4/5 – Motori primi idraulici e turbine a vapore;
  • CT 8/123 – Aspetti di sistema per la fornitura di energia elettrica e la gestione delle infrastrutture;
  • CT 88 – Sistemi di generazione da fonte eolica;
  • TdC 3 – Transizione Energetica.

COMITATI INTERNAZIONALI COLLEGATI

  • IEC TC 114    Marine energy – Wave, tidal and other water current converters
  • CLC SR 114   Marine energy – Wave and tidal energy converters

Past President: Ing. Lorenzo FACCO

Segretario: Ing. Carlo AIACHINI

Technical Officer CEI: Ing. Salvatore PUGLIESE (salvatore.pugliese@ceinorme.it)


Lorenzo FACCO

Past President CEI CT 114

Laureato in Ingegneria presso la facoltà di Genova nel 2002. Ingegnere ambientale con 19 anni di esperienza in ambito sostenibilità, mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici e relativi finanziamenti, nel corso della propria carriera ha svolto il ruolo di coordinatore tecnico di team internazionali multidisciplinari per l’attuazione del supporto al dialogo politico sulla transizione energetica e lo sviluppo sostenibile e nei Paesi in via di sviluppo nell’ambito di attività di cooperazione bilaterale e/o multilaterale cofinanziata dagli Stati Membri e dalle Istituzioni finanziarie dell’Unione Europea con focus specifico su ambiente, energie rinnovabili, cambiamento climatico e sviluppo sostenibile, nonché in il contesto delle piattaforme e dei gruppi di lavoro dell’UE e internazionali per la crescita verde e l’economia circolare.

Ha inoltre partecipato alla definizione e realizzazione di iniziative di rafforzamento delle capacità per il settore pubblico e privato incentrate su politiche e normative a livello internazionale e dell’UE in materia di ambiente, energie rinnovabili, cambiamenti climatici, economia circolare e relativi strumenti di finanziamento. Completano il suo profilo l’esperienza pratica nell’esecuzione di audit energetici presso strutture industriali, nonché la conoscenza approfondita delle linee guida e delle metodologie per le valutazioni di efficienza delle risorse inclusa la redazione di linee guida, raccomandazioni tecniche e KPI per il raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni di GHG.

Qual è stato e qual è il contributo italiano in sede internazionale nel corrispettivo Comitato mirror IEC?

IIl Comitato Tecnico 114 CEI partecipa attivamente al tavolo specchio costituito a livello IEC, in particolare contribuendo al Gruppo di lavoro MT 62600-101 “Wave energy resource assessment and characterization” incaricato delle revisioni del relativo documento normativo.

Può illustrarci sinteticamente la situazione del mercato e delle aziende del settore in Italia?

L’interesse a livello nazionale per lo sfruttamento del moto ondoso e delle maree per la produzione di energia pulita e rinnovabile è stato riconosciuto sia nell’intervento del governo, che ha fissato incentivi dedicati nella Strategia Energetica Nazionale Italiana e previsto misure di supporto nel Piano Nazionale di Ripresa e resilienza, sia nelle attività di ricerca e sviluppo svolte da soggetti pubblici e privati che hanno permesso all’Italia di acquisire una posizione di rilievo a livello europeo.

Alla luce della sua esperienza nell’industria e nelle attività normative, quali considerazioni si sente di condividere sui relativi rapporti?

Le PMI italiane impegnate nella filiera dei Wave Energy Converters (WEC) e dei Tidal Energy Converters (TEC) detengono un’esperienza a lungo termine e una capacità di innovazione, che possono supportare tutte le fasi specifiche ad alta tecnologia del processo di progettazione e produzione. I componenti spaziano dalle prese di forza e generatori, ai dispositivi elettrici e di automazione, ai cuscinetti, ai materiali di rivestimento, alle lame, ai freni, agli alberi, ai cambi e ai sistemi di controllo.

Carlo AIACHINI

Segretario CEI CT 114

Laureato nel 1990 in Ingegneria Meccanica presso l’Università degli studi di Genova.

Al RINA dal 1991, si occupa di revisione di progetti di apparati di generazione di potenza e propulsione navale, coprendo diversi ruoli fino ad essere coordinatore del gruppo di lavoro relativo agli impianti di propulsione e trasmissione di potenza, generazione e distribuzione di energia elettrica e sistemi di automazione. Dal 1998 al 2004 ha partecipato all’attività normativa sui motori marini della Associazione internazionale dei Registri di Classifica (IACS) in qualità di membro del Working party on engines, mentre dal 1998 al 2005 ha collaborato all’attività dell’IACS sulle emissioni in aria dei motori marini, partecipando all’Ad-Hoc Group on Exhaust emission Control.

Dal 2005 partecipa all’attività normativa dell’IACS su macchinari e impiantistica navale come membro del Machinery Panel. Dal 2017 al 2019 ha presieduto l’IACS Machinery Panel e partecipato, nell’ambito della delegazione IACS, a diversi meeting del comitato IMO sulla protezione dell’ambiente (MEPC) e relativi sottocomitati. Dal 2020 svolge il ruolo di coordinatore del Gruppo di lavoro “Safety and environmental innovation” nell’ambito del Marine Excellence center di RINA Services che affronta diversi temi, incluso lo sviluppo della normativa e organizzazione dei processi interni, per la valutazione dell’efficienza energetica delle navi e l’utilizzo di combustibili innovativi. Dal 2021 presiede l’IACS Expert Group sugli aspetti di sicurezza connessi con l’utilizzo di combustibili alternativi e tecnologie innovative.

Come potrà contribuire l’attività normativa del settore all’efficienza energetica e alla sostenibilità ambientale?

Tenuto conto dell’estensione delle coste Italiane, lo sfruttamento dell’energia marina, e in particolare quella del moto ondoso, è ritenuta di significativo interesse nazionale, nell’ottica della diversificazione del mix energetico italiano, ed in particolare dello sviluppo dello sfruttamento delle fonti rinnovabili di energia, allo scopo di contribuire in maggiore misura allo sforzo nazionale per la decarbonizzazione, in linea con gli obiettivi Internazionali di limitazione dell’effetto serra e l’impegno della Comunità Europea a raggiungere la neutralità climatica entro il 2050.

L’attività normativa, che al momento si è dedicata alla valutazione e caratterizzazione delle risorse e alla valutazione della performance dei sistemi di sfruttamento, è una componente fondamentale per garantire uniformità agli studi di fattibilità e nella progettazione di base dei sistemi di sfruttamento delle risorse, e costituisce quindi un piedistallo essenziale per lo sviluppo industriale dei sistemi di sfruttamento delle risorse.

Su quali principali aspetti hanno lavorato i Gruppi di lavoro a livello internazionale e su quali norme si prevedono significativi aggiornamenti o nuove emissioni?

I Gruppi di lavoro a livello internazionale prevedono di occuparsi dei sistemi di ancoraggio offshore per i convertitori di energia e delle caratteristiche di qualità dell’energia prodotta.

Questi aspetti sono importanti per assicurare una corretta progettazione dei sistemi in modo che ne siano garantite l’affidabilità e durata, nonché, per il secondo aspetto, la compatibilità con le reti di distribuzione dell’energia a cui tali sistemi possono essere collegati.

Questa seconda tematica è di particolare importanza in quanto affronta i requisiti necessari per interfacciare sistemi diversi, per i quali è necessaria una standardizzazione al fine di favorire la sinergia e garantire che i sistemi di sfruttamento dell’energia marina possano essere integrati all’interno di un sistema complesso e multioperatore, quale la rete nazionale di produzione e distribuzione dell’energia elettrica.

Nella sua esperienza, come si possono integrare le esigenze di sicurezza, rispetto ambientale e innovazione tecnologica nel mondo dell’energia e dei motori marini? Può farci qualche esempio?

Un esempio particolarmente calzante della integrazione degli aspetti evidenziati è quello dell’utilizzo della ammoniaca come combustibile nei motori marini. L’ammoniaca è un gas che può essere liquefatto mediante raffreddamento a -30 °C o mediante pressurizzazione ed ha la caratteristica di essere combustibile e privo di carbonio, pertanto la sua combustione non produce gas serra.

È un prodotto ampiamente disponibile in ambito industriale in tutti i continenti e già dotato di una diffusa catena logistica, in quanto impiegato in grandi quantità per la produzione di fertilizzanti per l’industria agraria.

Per la sua caratteristica di essere completamente decarbonizzato, è considerato uno dei più promettenti combustibili del futuro, ma presenta le spiacevoli controindicazioni di essere fortemente tossico per l’uomo e, pur essendo disponibili processi alternativi, ad oggi prevalentemente prodotto con processi non sostenibili.

Sono pertanto in corso, da parte dell’industria, ricerche per l’adattamento tecnologico dei motori a questo combustibile e, contemporaneamente, i legislatori stanno predisponendo le normative per garantire la sicurezza nell’utilizzo e favorire la produzione mediante processi sostenibili.

Si tratta quindi di un notevole esempio di collaborazione tra industria, enti normatori e legislatori, in quanto lo sviluppo tecnologico non può trascurare gli standard atti a garantire i requisiti di sicurezza, il rispetto ambientale e la sostenibilità, così come gli enti normatori devono tenere conto degli sviluppi tecnologici per adeguare ed adattare la normativa applicabile.

Un esempio più specifico nel campo dei convertitori di energia marina e al loro impatto sull’ambiente, lo si trova nella IEC TS 62600-40:2019 “Marine energy – Wave, tidal and other water current converters – Part 40: Acoustic characterization of marine energy converters” (Energia marina – Convertitori di energia da onde, maree e altre correnti d’acqua – Parte 40: Caratterizzazione acustica dei convertitori di energia marina), che dimostra come anche gli aspetti di impatto ambientale siano presi in attenta considerazione già in fase di sviluppo di queste nuove tecnologie.

Rispetto alle problematiche ambientali, un numero sempre maggiore di risultati è disponibile a livello internazionale. Le competenze, le tecniche e le attrezzature necessarie per un accurato monitoraggio ambientale sono in costante miglioramento e l’evidenza ad oggi è che ci sono effetti trascurabili sull’ambiente associati all’installazione e al funzionamento di singoli dispositivi o di un piccolo numero di dispositivi distribuiti in determinate aree. Ulteriori studi sono in corso nei siti in cui sono installati serie più consistenti di dispositivi e il TC 114 può contribuire allo sviluppo di metodologie di misurazione standardizzate per i parametri fisici e operativi rilevanti dei dispositivi di energia marina per sostenere questi studi.

L’adozione delle migliori pratiche e degli strumenti disponibili finalizzati a massimizzare la sostenibilità deve rimanere al centro dei progetti di energia marina e la standardizzazione degli approcci al monitoraggio ambientale è necessaria per garantire coerenza e affidabilità.

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
ESPOSIZIONE UMANA AI CAMPI ELETTROMAGNETICI: A NAPOLI LA RIUNIONE INTERNAZIONALE DEL TC 106 CEI ACADEMY: FORMAZIONE DEDICATA AGLI ESPERTI ITALIANI MEMBRI DEGLI ORGANI TECNICI CEI EQUIPAGGIAMENTI ELETTRICI DELLE MACCHINE PER L’INDUSTRIA 4.0 NUOVA NORMA CEI 0-16 “LA CASA SI CURA”: LA NUOVA CAMPAGNA PROSIEL PER DIFFONDERE LA CULTURA DELLA SICUREZZA ELETTRICA NELLE ABITAZIONI RINNOVATA LA CONVENZIONE CEI – CNPI FINO AL 2024 PROGRESSI INTERNAZIONALI NELLA NORMAZIONE DELL’ENERGIA MARINA ENERGIA DAL MARE CEI CT 310 LA NORMAZIONE SULLE “POWER LINE COMMUNICATIONS” LAVORI CON RISCHIO ELETTRICO: RISTAMPATO IL PRIMO “MILLIBOOK” NUOVO TAVOLO DI CONFRONTO CEI “TRANSIZIONE DIGITALE” CEI “PRODIS”: NUOVO IMPORTANTE AGGIORNAMENTO PER L’APPLICAZIONE DEDICATA ALLA DENSITÀ DEI FULMINI AL SUOLO L’EVOLUZIONE DELL’ABITARE: AL VIA IL PROSIEL TOUR 2022 CEI SC 23B/C/G SPINE, PRESE, INTERRUTTORI E CO. NUOVO TAVOLO DI CONFRONTO CEI “TRANSIZIONE ENERGETICA” CEI CT 100/103 RADIO E TV DIGITALE DI 2a GENERAZIONE NASCE MILLIBOOK: UNA NUOVA
COLLANA CEI IN FORMATO TASCABILE
“DICO BY CEI”: IL NUOVO SOFTWARE PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ “FLASH BY CEI”: IL SOFTWARE PER LA PROTEZIONE DALLE SCARICHE ATMOSFERICHE LA NORMAZIONE NEL CAMPO DELLA SUPERCONDUTTIVITÀ APPLICATA (parte-2) LA NORMAZIONE NEL CAMPO DELLA SUPERCONDUTTIVITÀ APPLICATA (parte-1) LAVORI SU IMPIANTI ELETTRICI: PUBBLICATA LA NUOVA NORMA CEI 11-27 ANTEPRIMA: NORMA IEC 61800-5-1 SUI POWER DRIVE SYSTEMS “REGOLA D’ARTE”: IL NUOVO PERIODICO DEL CEI AZIONAMENTI ELETTRICI: ESORDI E SVILUPPI RECENTI DELLA NORMATIVA NOVITÀ E CORRETTA APPLICAZIONE DELLA CEI 64-8 EDIZIONE 2021 PUBBLICATA LA NUOVA EDIZIONE DELLA NORMA CEI 64-8 PER IMPIANTI ELETTRICI UTILIZZATORI NANOTECNOLOGIE PER PRODOTTI E SISTEMI ELETTROTECNICI NORMA CEI 64-8 “VARIANTE FUOCO”: AMBIENTI PARTICOLARI CONVENZIONE CEI – FONDAZIONE CNI 2021/2022 NUOVE CONVENZIONI CEI PER GLI ASSOCIATI A CONFARTIGIANATO E CNA IL CT 68/51 PER LEGHE, ACCIAI E COMPONENTI MAGNETICI NORMA CEI 64-8 “VARIANTE FUOCO” CEI CT 111 GLI OBBLIGHI DI TRACCIABILITÀ DELLE SOSTANZE NELLE APPARECCHIATURE ELETTRONICHE CONVENZIONE CEI – UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA NUOVO TAVOLO DI CONFRONTO CEI “CYBERSECURITY” APPARECCHIATURE A BASSA TENSIONE ABROGATA LA NORMA CEI 20-22/2 EVOLUZIONE DEGLI IMPIANTI UTENTE PER LE COMUNICAZIONI SOCI CEI 2021: PROTAGONISTI DEL CAMBIAMENTO CEI CT 1/25 MYNORMA 2021: IL TUO PORTALE DI ACCESSO ALLE NORME PROROGATO IL “FONDO NUOVE COMPETENZE” CHE INCENTIVA LA FORMAZIONE AZIENDALE TERMINOLOGIA, GRANDEZZE E UNITÀ DI MISURA CEI CT 10 COSA CAMBIA NELLA NORMAZIONE DEGLI OLI ISOLANTI MINERALI NASCONO I “TAVOLI DI CONFRONTO” CEI: IL PRIMO È DEDICATO ALL’E-MOBILITY CAVI E REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) CEI CT 20 NUOVE VARIANTI ALLE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE CEI 0-16 E 0-21 VISINTAINER ALLA VICE PRESIDENZA CENELEC DAL 2021 LE NORME DI QUALSIASI ENTE NORMATORE INTERNAZIONALE DISPONIBILI SUL SITO DEL CEI CEI CT 108 CEI EN 62368-1 CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2021 NUOVO LIBRO BIANCO “GLI ITALIANI E LA SICUREZZA ELETTRICA” CEI SC 59/61D CONDIZIONATORI, POMPE DI CALORE E DEUMIDIFICATORI È IN ARRIVO IL NUOVO MYNORMA! LA SICUREZZA INFORMATICA NELLA TRANSIZIONE ENERGETICA E DIGITALE AREE A RISCHIO PER ATMOSFERE ESPLOSIVE EMC Europe 2020 diventa VIRTUALE GIUSEPPE MOLINA ALLA DIREZIONE CEI APPARECCHI DI ILLUMINAZIONE: EVOLUZIONE TECNOLOGICA E NORMATIVA CALENDARIO DEI CORSI CEI: Settembre 2020 GLI IMPIANTI DI TERRA L’ESPOSIZIONE UMANA AI CAMPI ELETTROMAGNETICI IL LIBRETTO D’IMPIANTO ELETTRICO SI ESTENDE ALLE PARTI COMUNI DEL CONDOMINIO SIMBOLI LETTERALI PER ELETTROTECNICA Sistemi di canalizzazione e accessori per cavi PROTEZIONE CONTRO I CONTATTI INDIRETTI IN PRESENZA DI CONVERTITORI DI POTENZA SISTEMI DI ACCUMULO DELL’ENERGIA ELETTRICA WEBINAR CEI: “Nuove idee per la costruzione, manutenzione e resilienza dei trasformatori elettrici” EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI: AGGIORNAMENTI NORMATIVI WEBINAR CEI: LA NUOVA FRONTIERA DEI SEMINARI ONLINE LA CULTURA NON SI FERMA: I SEMINARI CEI IN DIRETTA STREAMING CEI SC 121A “Apparecchiature a bassa tensione” SISTEMI AUDIO-VIDEOCITOFONICI E INTERFONICI MOBILITÀ ELETTRICA STRUMENTAZIONE NUCLEARE: ASPETTI ELETTRICI ED ELETTRONICI CEI CT 45 CONGRESSO EMC EUROPE 2020: UNA VETRINA INTERNAZIONALE UNICA SULLA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA ASPETTI AMBIENTALI DI PRODOTTI ELETTRICI ED ELETTRONICI EMC EUROPE PREMI CEI EDIZIONI 2019-2020 STATO DELL’ARTE E FUTURO NELLA LASER SAFETY ISOLATORI PASSANTI CONVEGNI E SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2020 QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE – Parte 2 QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE – Parte 1 FORMAZIONE CEI E-LEARNING CORSO CEI “MDR” CAMPAGNA SOCI 2020 In principio fu la pila 110 ANNI DI NORMAZIONE CLASSIFICAZIONI E PROVE AMBIENTALI CITOFONIA E OLTRE: IL NUOVO PANORAMA NORMATIVO IMPIANTI BT IMPIANTI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE IL CEI PREMIA CINQUE TESI DI LAUREA A ROMA IL SIMPOSIO “EMC EUROPE 2020” LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI SC 309A NUOVE TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI NUOVA GUIDA CEI 99-6 PER SISTEMI DI MESSA A TERRA PER IMPIANTI ELETTRICI MUOVERSI CON INTELLIGENZA AGGIORNATE LE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2018 RICCARDO LAMA NUOVO PRESIDENTE GENERALE CEI GESTIONE E CONTROLLO DELLE CARICHE ELETTROSTATICHE LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 306 LA CONNETTIVITÀ IN AMBITO RESIDENZIALE PER LA DIGITAL HOME ICDL 2019: A ROMA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’IEEE EFFICIENZA ENERGETICA DELL’ILLUMINAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI ISOLAMENTI PER BASSA TENSIONE NUOVE NORME SUL FOTOVOLTAICO NUOVA VARIANTE 5 NORMA CEI 64-8 GUIDA CEI 64-12 ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NELLE OPERE EDILI NUOVI SERVIZI CEI BOOKMARK E NOTEPAD LA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA NELLA TECNOLOGIA SOTTOCOMITATO CEI SC 210/77B COSTANTE PROGRESSO E DIFFUSIONE DELLA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL VENTO LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 88 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE RADIO E TV DI QUALITÀ IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”