rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

L’evoluzione normativa per i gas refrigeranti a basso impatto ambientale

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

CEI SC 59/61D

31/10/2020
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Condizionatori, pompe di calore e deumidificatori

CAMPO DI APPLICAZIONE

Studio e formulazione della posizione italiana in relazione ai documenti di sicurezza e prestazioni per pompe di calore, condizionatori d’aria, deumidificatori e umidificatori speciali.

STRUTTURA

Il SottoComitato si riunisce ogni volta che è necessario assumere una posizione, decide autonomamente, sentiti eventuali altri SottoComitati o Gruppi di lavoro, e riporta al CT 59/61 in occasione della riunione generale.

PROGRAMMA DI LAVORO

Il programma di lavoro coincide perlopiù con quello dei corrispondenti Comitati e SottoComitati IEC e CENELEC. Eventuali nuove proposte che si rendono necessarie a livello nazionale, vengono trasposte a livello IEC e CENELEC non appena hanno ottenuto il consenso a livello nazionale. Il SottoComitato mantiene i necessari collegamenti per argomenti specifici con l’UNI.

COMITATI INTERNAZIONALI COLLEGATI

IEC SC 61D Appliances for air-conditioning for household and similar purposes

CLC TC 61 Safety of household and similar electrical appliances

Presidente: Gianluca Cecchinato

Segretario: Massimiliano Ferrario

Segretario Tecnico CEI: Andrea Nafi


Gianluca CECCHINATO

Presidente CEI SC 59/61D

Nato ad Angera (Varese) il 3 settembre 1973, si è laureato in Ingegneria delle telecomunicazioni nel 1998 presso il Politecnico di Milano.

Attualmente è il Regulatory Affairs Leader per la regione EMEA e ASIA presso Whirlpool EMEA Spa di Cassinetta di Biandronno. Esperto in safety e regulatory di prodotti per uso domestico, ha maturato una lunga esperienza in Whirlpool EMEA a cominciare dal 1999 come progettista forni per il mercato nord americano e dal 2005 quale responsabile per la sicurezza di prodotto per la cottura prima del mercato nord americano e poi di quello europeo, con anche la funzione di Quality assurance per i laboratori della cottura di Cassinetta. Dal 2011 è entrato a far parte del mondo normativo sviluppando per Whirlpool EMEA una struttura solida e pro-attiva nel mondo della standardizzazione.

A livello normativo ha ricoperto e ricopre le seguenti principali funzioni:

  • dal 2019 Presidente del CEI SC 59/61C;
  • dal 2018 Convenor del WG 47 dell’IEC TC 61;
  • dal 2017 Convenor del WG 5 dell’IEC SC 61C;
  • dal 2016 al 2019 Presidente del CEI SC 59/61B;
  • dal 2016 Presidente del CEI SC 59/61D;
  • dal 2016 membro del CEI SC 59/61G;
  • dal 2016 membro del Consiglio direttivo del CEI;
  • dal 2015 membro del IEC TC 59 e CENELEC TC 59X;
  • dal 2013 membro IEC TC 61 e CENELEC TC 61
  • dal 2013 membro del CEI CT 59/61 e diversi suoi SottoComitati quali SC 59/61B, SC 59/61C, SC 59/61D;
  • dal 2013 membro del CEI CT 72 e IEC TC 72

Ricopre inoltre l’incarico di esperto in numerosi WG e MT costituiti sia a livello internazionale IEC che a livello CLC tra i quali:

  • IEC/TC 61/WG 39, WG 40, MT 4, MT 23;
  • IEC/TC 59/WG 11;
  • IEC/TC 72/WG 1, WG 3, WG 5, WG 6, WG 8, WG 12;
  • CLC/TC 61/WG 4.

Qual è stato e qual è il contributo italiano in sede internazionale IEC ed europea CENELEC?

È fondamentale definire cosa si intende per contributo in sede internazionale ed europea per non confondere la mera presenza fisica con la partecipazione attiva. Ho sempre creduto e combattuto affinché gli esperti fossero tali e non partecipanti e/o uditori di discussioni lunghissime sugli standard internazionali.

La posizione che occupa l’Italia nei Comitati IEC TC 61, CLC TC 61, IEC TC 59 e CLC TC 59X rappresenta l’esperienza e la capacità di contribuire attivamente alle attività normative fondamentali per la sicurezza, il progresso tecnologico e la soddisfazione dell’utente finale.

Il Comitato più attivo, in questo periodo storico, è IEC SC 61D, i suoi Working Group e Maintenance Team.

Lo scopo di questo SottoComitato è quello di preparare standard di sicurezza internazionali relativi alle apparecchiature elettriche utilizzate in applicazioni residenziali, commerciali o dell’industria leggera; tali apparecchiature servono principalmente per condizionare l’aria e contengono un ciclo di refrigerazione o riscaldamento che utilizza un motocompressore o è basato sul principio di assorbimento.

A livello europeo, l’attività principale è legata all’utilizzo dei fluidi frigorigeni, dove l’attuale Norma EN 60335-2-40, che ne limita considerevolmente l’utilizzo in ogni apparecchiatura, è in fase di revisione in quanto si è reso necessario un adeguamento, soprattutto per le apparecchiature di climatizzazione fisse, che normalmente risultano utilizzare una carica di gas refrigerante notevolmente superiore ai limiti previsti dalla norma in vigore.

Numeri alla mano, per fare un esempio, possiamo orgogliosamente riportare che ben 7 esperti italiani sono parte del WG 21 dell’IEC SC 61D (Address A2L, A2 and A3 refrigerants and maintenance of 60335-2-40), Comitato preposto allo sviluppo dei requisiti addizionali per A2L, A2 e A3 refrigeranti a livello internazionale.

Cosa raccoglie dal passato e cosa si propone di fare in più per i prossimi tre anni di mandato?

Cercherò, nel rispondere a questa domanda, di rappresentare fatti analitici, non dogmi o buoni propositi che non sono praticabili.

Questo è il mio secondo mandato e il mio scopo sarà quello di continuare in ciò che credo fermamente cambiando il modus operandi: da Comitato reattivo a Comitato pro-attivo.

L’impegno profuso in questo periodo da parte di tutti gli esperti ha cambiato la visione e l’importanza di incontrarsi e discutere tecnicamente di cosa possiamo migliorare a livello normativo.

Abbiamo attivato meetings in modo regolare e abbiamo cercato di renderli più frequenti per discutere non solo delle proposte ricevute, ma anche di quelle che il SottoComitato stesso potrebbe presentare.

Il SottoComitato si riunisce regolarmente più volte l’anno e all’occorrenza al suo interno vengono costituiti sottogruppi dedicati a specifiche attività normative; ad oggi, per esempio, è attivo il GdL 61D WG 21 che ha lo scopo di esaminare, discutere e raggiungere un accordo sulla posizione nazionale da riportarsi all’interno del IEC/SC 61D/WG 21 sulla base delle questioni proposte dallo stesso WG.

Come pensa di rapportarsi al mondo dell’industria nel nostro Paese?

Qualsiasi considerazione fatta da chi scrive potrà essere considerata inopportuna, di parte o inadeguata da chi legge, non per volontà critica ma per la complessità dell’argomento.

Quale azienda considera importante un incremento di prezzo per essere in linea con i cambiamenti climatici e/o aumentare ulteriormente il livello di sicurezza (già considerato idoneo) che apparentemente può risultare non strettamente necessario?

Credo che il nostro compito di normatori sia quello di portare nelle nostre aziende il messaggio corretto, valutare la reale necessità e vedere sempre con occhi critici.

Penso a una frase che racchiude il mio pensiero: “Non sempre cambiare equivale a migliorare ma per migliorare bisogna cambiare” (Sir Winston Churchill).

Quali sono secondo Lei gli obiettivi prioritari del SC 59/61D?

Ritengo che gli obiettivi prioritari del  SottoComitato 59/61D siano quelli di proporre e implementare standard all’altezza dei cambiamenti tecnologici e volti ad una visione sempre più green.

Sembra oramai assodato che la visione europea (e non solo) sia quella di avere prodotti sempre più sicuri, efficienti e che rispettino l’ambiente.

Massimiliano FERRARIO

Segretario CEI SC 59/61D

Nato a Milano nel 1987, si è laureato nel 2012 presso il Politecnico di Milano in Ingegneria Energetica.

Dal 2019 è Project Manager nella Federazione ANIMA, dove si occupa in particolare delle attività tecnico-gestionali di segreteria di Assoclima e dei relativi Gruppi di prodotto e delle attività di supporto sulle Direttive UE, Regolamenti UE, Norme nazionali e internazionali e della valutazione del loro impatto sull’industria e sul mercato. Svolge inoltre attività di Advocacy verso le istituzioni italiane ed europee al fine di rappresentare l’industria italiana.

Precedentemente ha lavorato come Project manager in altre realtà industriali ed energetiche, soprattutto nel campo degli impianti idroelettrici.

È anche membro del CTI (Comitato Termotecnico Italiano).

Quali sono le caratteristiche del SottoComitato 59/61D?

Il SC 59/61D “Condizionatori, pompe di calore e deumidificatori” è composto da tecnici qualificati provenienti dalle principali aziende del settore e da rappresentanti delle associazioni nazionali di riferimento.

Fa parte del CT 59/61 “Apparecchi utilizzatori elettrici per uso domestico e similare” e, oltre alla Norma CEI EN 60335-2-88 “Sicurezza degli apparecchi elettrici d’uso domestico e similare Parte 2: Norme particolari per umidificatori da utilizzarsi in sistemi di riscaldamento, ventilazione o di condizionamento dell’aria”, principalmente si occupa della Norma CEI EN 60335-2-40 “Sicurezza degli apparecchi elettrici d’uso domestico e similare – Parte 2: Norme particolari per le pompe di calore elettriche, per i condizionatori d’aria e per i deumidificatori” e della analoga IEC/EN 60335-2-40 “Household and similar electrical appliances – Safety – Part 2-40: Particular requirements for electrical heat pumps, air-conditioners and dehumidifiers”.

Questa norma di sicurezza fa parte della serie CEI EN 60335, una famiglia composta da oltre cento norme di prodotto, che nella versione europea “EN” sono armonizzate alla Direttiva Bassa Tensione.

A livello internazionale è mirror italiano del SottoComitato IEC/SC 61D “Appliances for air-conditioning for household and similar purposes” nonché, per gli aspetti normativi relativi ai condizionatori d’aria, pompe di calore e deumidificatori, è gruppo mirror del Comitato CENELEC CLC/TC 61 (“Safety of household and similar electrical appliances”).

Quali sono le caratteristiche principali dell’attività tecnica svolta dal SC 59/61D?

Personalmente mi sono da poco affacciato al SottoComitato Tecnico del CEI SC 59/61D, che è stato invece a lungo seguito dal mio predecessore, ing. Walter Pennati, al quale va il mio sentito ringraziamento per la collaborazione che abbiamo avuto e per il lavoro svolto in tutti questi anni.

Sicuramente posso dire che viviamo in un mondo in costante accelerazione tecnologica, il lavoro svolto quindi dal SottoComitato vuole rendere disponibile al mondo dell’industria dei testi normativi di riferimento che siano al passo con il progresso tecnologico e che siano in grado di combinare le esigenze di tutela ambientale, che tutti abbiamo a cuore, con le necessità progettuali e produttive delle aziende e con la sicurezza d’uso dei nostri apparecchi.

Qual è, a sua memoria, il punto di forza dell’attività di questo SottoComitato CEI?

Non ho grande memoria storica delle attività del SottoComitato, la mia esperienza però può confermare un presidio costante e puntuale delle principali discussioni in ambito IEC e CENELEC grazie al contributo di tutti i partecipanti al SottoComitato, stimolati dal grande lavoro portato avanti dal Presidente, Ing. Cecchinato, e dal Segretario Tecnico CEI Andrea Nafi.

Questo fa sì che il SottoComitato possa esprimere posizioni e commenti a livello nazionale nelle sedi opportune ogniqualvolta necessario, contribuendo al prestigio stesso del sottocomitato.

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
NUOVO LIBRO BIANCO “GLI ITALIANI E LA SICUREZZA ELETTRICA” CEI SC 59/61D CONDIZIONATORI, POMPE DI CALORE E DEUMIDIFICATORI È IN ARRIVO IL NUOVO MYNORMA! LA SICUREZZA INFORMATICA NELLA TRANSIZIONE ENERGETICA E DIGITALE AREE A RISCHIO PER ATMOSFERE ESPLOSIVE EMC Europe 2020 diventa VIRTUALE GIUSEPPE MOLINA ALLA DIREZIONE CEI APPARECCHI DI ILLUMINAZIONE: EVOLUZIONE TECNOLOGICA E NORMATIVA CALENDARIO DEI CORSI CEI: Settembre 2020 GLI IMPIANTI DI TERRA L’ESPOSIZIONE UMANA AI CAMPI ELETTROMAGNETICI IL LIBRETTO D’IMPIANTO ELETTRICO SI ESTENDE ALLE PARTI COMUNI DEL CONDOMINIO SIMBOLI LETTERALI PER ELETTROTECNICA Sistemi di canalizzazione e accessori per cavi PROTEZIONE CONTRO I CONTATTI INDIRETTI IN PRESENZA DI CONVERTITORI DI POTENZA SISTEMI DI ACCUMULO DELL’ENERGIA ELETTRICA WEBINAR CEI: “Nuove idee per la costruzione, manutenzione e resilienza dei trasformatori elettrici” EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI: AGGIORNAMENTI NORMATIVI WEBINAR CEI: LA NUOVA FRONTIERA DEI SEMINARI ONLINE LA CULTURA NON SI FERMA: I SEMINARI CEI IN DIRETTA STREAMING CEI SC 121A “Apparecchiature a bassa tensione” SISTEMI AUDIO-VIDEOCITOFONICI E INTERFONICI MOBILITÀ ELETTRICA STRUMENTAZIONE NUCLEARE: ASPETTI ELETTRICI ED ELETTRONICI CEI CT 45 CONGRESSO EMC EUROPE 2020: UNA VETRINA INTERNAZIONALE UNICA SULLA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA ASPETTI AMBIENTALI DI PRODOTTI ELETTRICI ED ELETTRONICI EMC EUROPE PREMI CEI EDIZIONI 2019-2020 STATO DELL’ARTE E FUTURO NELLA LASER SAFETY ISOLATORI PASSANTI CONVEGNI E SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2020 QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE – Parte 2 QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE – Parte 1 FORMAZIONE CEI E-LEARNING CORSO CEI “MDR” CAMPAGNA SOCI 2020 In principio fu la pila 110 ANNI DI NORMAZIONE CLASSIFICAZIONI E PROVE AMBIENTALI CITOFONIA E OLTRE: IL NUOVO PANORAMA NORMATIVO IMPIANTI BT IMPIANTI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE IL CEI PREMIA CINQUE TESI DI LAUREA A ROMA IL SIMPOSIO “EMC EUROPE 2020” LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI SC 309A NUOVE TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI NUOVA GUIDA CEI 99-6 PER SISTEMI DI MESSA A TERRA PER IMPIANTI ELETTRICI MUOVERSI CON INTELLIGENZA AGGIORNATE LE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2018 RICCARDO LAMA NUOVO PRESIDENTE GENERALE CEI GESTIONE E CONTROLLO DELLE CARICHE ELETTROSTATICHE LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 306 LA CONNETTIVITÀ IN AMBITO RESIDENZIALE PER LA DIGITAL HOME ICDL 2019: A ROMA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’IEEE EFFICIENZA ENERGETICA DELL’ILLUMINAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI ISOLAMENTI PER BASSA TENSIONE NUOVE NORME SUL FOTOVOLTAICO NUOVA VARIANTE 5 NORMA CEI 64-8 GUIDA CEI 64-12 ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NELLE OPERE EDILI NUOVI SERVIZI CEI BOOKMARK E NOTEPAD LA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA NELLA TECNOLOGIA SOTTOCOMITATO CEI SC 210/77B COSTANTE PROGRESSO E DIFFUSIONE DELLA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL VENTO LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 88 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE RADIO E TV DI QUALITÀ IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”