rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

110

1909-2019

In principio fu la pila

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

COMITATI PER LO SVILUPPO DI AMBIENTI ASSISTITI DI VITA (AAL)

16/06/2017
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Il Comitato di Sistema internazionale IEC e il CEI/CT 318 “Ambient Assisted Living (AAL)”.

Tratto liberamente dai documenti IEC SMB/5269/INF e SMB/6025/R

 

Il Comitato CEI 318 rappresenta il comitato mirror italiano del Comitato di Sistema SyC “Ambient Assisted Living (AAL)” della IEC (International Electrotechnical Commission).

Il SyC “Ambient Assisted Living (AAL)” della IEC ha definito quanto segue: “I sistemi AAL includono prodotti, servizi, ambienti e risorse a sostegno di coloro che, a causa del loro stato mentale o fisico, vedono compromesse la loro indipendenza, la loro sicurezza, il loro benessere e la loro autonomia.”

Il “mondo” associato all’AAL è caratterizzato da una elevata interdisciplinarietà, dal momento che coinvolge tanti soggetti appartenenti ad ambiti diversi, come ad esempio quello medico, tecnologico e sociale. In ambito normativo esiste già un ampio numero di norme e specifiche tecniche che cadono nel campo dell’AAL.

Per garantire una interoperabilità tra fornitori diversi di sistemi e componenti, si dovrebbero individuare sistemi e applicazioni di AAL tipiche e si dovrebbero normalizzare i sistemi, i componenti, le interfacce, i formati dei dati, ecc.

La necessità di sviluppare sistemi AAL, da una parte è legata all’evoluzione demografica e, dall’altra è dovuta all’aumentato desiderio di comodità e benessere.

I requisiti di legge applicabili ai sistemi AAL hanno origine principalmente dalla Direttiva sui Dispositivi Medici e dalle Normative relative alla protezione dei dati; questi requisiti di legge sono diversi da Paese a Paese in tutto il mondo.

Sebbene il profilo demografico differisca da continente a continente, i trend nei Paesi sviluppati mostrano significative analogie. La tabella 1 mostra le previsioni di variazione demografica secondo le Nazioni Unite nei prossimi anni.

 

L’AAL rappresenta una possibilità per gestire in modo migliore l’evoluzione demografica grazie a sistemi tecnologici di assistenza che promuovano un ambiente intelligente. Attraverso questo supporto tecnologico, le persone possono trovare sollievo in situazioni complesse. I sistemi assistenziali dovrebbero sostenere l’utilizzatore nelle sue attività quotidiane al meglio e in maniera quasi impercettibile ed assumere compiti di controllo. L’assistenza tecnica fornita sarà particolarmente valida per le persone anziane, aiutandole a compensare le limitazioni dovute all’età. Una AAL dovrebbe offrire soluzioni a basso costo, relativamente semplici da installare e allo stesso tempo con manutenzione quasi gratuita. Questi vantaggi rendono l’AAL interessante per il settore privato ed in particolare quello domestico.

Passando all’aspetto normativo, si è reso necessario un approccio sistemico, da qui la creazione a livello IEC e a livello CEI di un Comitato di sistema, rispettivamente il SyC IEC “Ambient Assisted Living (AAL)” ed il suo corrispettivo mirror italiano CEI/CT 318.

L’AAL infatti riguarda un “sistema ibrido”:

  1. una infrastruttura tecnologica di base in ambiente domestico (sensori, attuatori, dispositivi di comunicazione, reti, interfaccia per l’utilizzatore) e
  2. servizi forniti da terzi con l’obiettivo di una vita indipendente ed autosufficiente in ambito domestico (servizi di assistenza domiciliare, pasti caldi a domicilio, supporto alla mobilità e autonomia), con assistenza nelle aree comunicazione e mobilità.

Il SyC AAL sta lavorando su diversi fronti, tra i quali si segnalano:

  • Definizione dei casi d’uso – Il SyC ha sviluppato un modello di casi d’uso, che si basa su modelli IEC preesistenti e include anche le istruzioni su come impiegare un simile modello. Sviluppato il modello, il Syc sta predisponendo una raccolta di casi d’uso generici selezionati. Il modello sviluppato si è dimostrato utile per individuare le norme di riferimento e i vuoti normativi;
  • Definizione di un’architettura normativa di riferimento – L’infrastruttura tecnologica verrà normalizzata con il coinvolgimento dei diversi TC IEC. Il Syc attua il coordinamento delle attività, deve definire le interfaccia e concretizzare le norme di sistema richieste, originate da un’architettura normativa di riferimento armonizzata;
  • Individuazione di nuove potenziali aree di normazione – Sono state individuate le seguenti nuove potenziali aree di normazione relative a prodotti, servizi e sistemi AAL:
    • Norme relative all’interfaccia/interoperabilità di prodotti, servizi e sistemi (livelli di interoperabilità: tecnica/fisica, semantica e sintattica);
    • Norme relative al protocollo di scambio/interscambio di dati;
    • Metodi di prova standard;
    • Norme sulle prestazioni di prodotto, servizi e processi di lavorazione;
    • Norme di funzionamento e manutenzione;
    • Norme di certificazione/accreditamento, conformità ai Regolamenti.

Il SyC è strutturato i 4 Gruppi di Lavoro.

  • WG 1: Use cases – Il WG 1 ha il compito di sviluppare i casi d’uso. Il WG 1 ha concordato uno schema per la mappatura dei livelli e degli ambiti dell’utente AAL, come illustrato nel diagramma in tabella2;
  • WG 2 Architecture and InteroperabilityIl WG 2 deve sviluppare un’architettura e un modello di riferimento AAL. A tale scopo, ha approvato il modello di architettura AAL riportato in figura 1;
  • WG 3 Quality and Conformity assessment – Il WG 3 collabora con IEC CAB, IECEx, e IECQ (acronimi=???) per determinare i bisogni per una valutazione di conformità dell’AAL;
  • WG 4 Regulatory Affairs – Specifico alla valutazione degli aspetti regolamentati, sopperisce al bisogno di un lavoro complementare sui casi d’uso del WG 1 per completare le informazioni relative agli aspetti regolamentati;
  • WG 5 AAL in the connected home environment – Specifico sulle applicazioni in ambienti domestici.

Il Comitato Tecnico 318 in ambito CEI sta valutando, tramite gli esperti nominati dai Soci CEI e i Presidenti dei Comitati tecnici coinvolti, le tematiche sulle quali fornire il contributo nazionale al SyC AAL.

 

Figura 1 – Modello di archiettura AAL.

 

 


  

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
In principio fu la pila 110 ANNI DI NORMAZIONE CLASSIFICAZIONI E PROVE AMBIENTALI CITOFONIA E OLTRE: IL NUOVO PANORAMA NORMATIVO IMPIANTI BT IMPIANTI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE IL CEI PREMIA CINQUE TESI DI LAUREA A ROMA IL SIMPOSIO “EMC EUROPE 2020” LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI SC 309A NUOVE TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI NUOVA GUIDA CEI 99-6 PER SISTEMI DI MESSA A TERRA PER IMPIANTI ELETTRICI MUOVERSI CON INTELLIGENZA AGGIORNATE LE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2018 RICCARDO LAMA NUOVO PRESIDENTE GENERALE CEI GESTIONE E CONTROLLO DELLE CARICHE ELETTROSTATICHE LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 306 LA CONNETTIVITÀ IN AMBITO RESIDENZIALE PER LA DIGITAL HOME ICDL 2019: A ROMA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’IEEE EFFICIENZA ENERGETICA DELL’ILLUMINAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI ISOLAMENTI PER BASSA TENSIONE NUOVE NORME SUL FOTOVOLTAICO NUOVA VARIANTE 5 NORMA CEI 64-8 GUIDA CEI 64-12 ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NELLE OPERE EDILI NUOVI SERVIZI CEI BOOKMARK E NOTEPAD LA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA NELLA TECNOLOGIA SOTTOCOMITATO CEI SC 210/77B COSTANTE PROGRESSO E DIFFUSIONE DELLA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL VENTO LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 88 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE RADIO E TV DI QUALITÀ IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”