rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

Nanotecnologie per prodotti e sistemi elettrotecnici

Pubblicata la nuova edizione della NORMA CEI 64-8
per impianti elettrici utilizzatori

 

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

COSA CAMBIA NELLA NORMAZIONE DEGLI OLI ISOLANTI MINERALI

16/03/2021
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Fabio Scatiggio, Presidente CEI CT 10
Riccardo Maina, Segretario CEI CT 10

Le novità introdotte dalla nuova Norma IEC 60296:2020.

Il Comitato Tecnico 10 “Fluidi Isolanti” è storicamente uno dei primi Comitati creati in seno all’IEC. Il suo corpus normativo è schematicamente suddiviso in tre grandi famiglie:

  1. le norme di prodotto, che definiscono le caratteristiche che devono avere i fluidi nuovi quali oli minerali, esteri, siliconi, idrocarburi sintetici, gas SF6 e altri;
  2. le guide alla manutenzione dei fluidi sopra citati;
  3. le norme che indicano le modalità di esecuzione delle prove da condurre sui fluidi, come ad esempio acidità, densità, rigidità dielettrica, gas disciolti in olio e molti altri.


Esiste infine un’importante eccezione che riguarda l’interpretazione degli esiti delle analisi dei gas disciolti in olio (DGA) che, per la loro complessità, necessitano di una Norma, la IEC 60599, espressamente dedicata.

Sono importanti le novità introdotte dalla recente edizione (giugno 2020) della IEC 60296 “Fluids for electrotechnical applications – Mineral insulating oils for electrical equipment”, ovvero la norma che specifica le caratteristiche minime che devono avere gli oli minerali isolanti per le apparecchiature elettriche.

Malgrado la crescente popolarità di alcune alternative, come gli esteri vegetali e sintetici, l’olio minerale (di origine petrolifera) è ancora oggi il liquido isolante più largamente utilizzato coprendo circa l’80-90% del fabbisogno mondiale; ecco perché la IEC 60296 è scherzosamente ed affettuosamente chiamata “la madre di tutte le norme”.

Questa quinta edizione della norma, pubblicata nel 2020, è andata molto oltre le consuete revisioni periodiche previste dai regolamenti IEC, introducendo alcuni aspetti che hanno letteralmente rivoluzionato la norma.

In primis, oltre agli oli “vergini”, ovvero quelli che derivano direttamente dalla raffinazione del petrolio, sono adesso ammessi anche gli oli “riciclati”, derivanti cioè dalla filiera del recupero degli oli usati. È evidente come questa netta sterzata verso l’ecologia, la sostenibilità e la “circular economy” sia figlia della generale mutata sensibilità ambientale che è diventata ormai una pietra miliare di tutta la produzione normativa IEC.

La seconda grande novità è la classificazione degli oli in due tipologie di performance e requisiti: tipo A (alta qualità, per applicazioni gravose) e tipo B (qualità standard). Questa distinzione, che non esisteva nelle edizioni precedenti, è indipendente dall’origine del prodotto, sia esso vergine o riciclato.

Il terzo cambiamento è l’introduzione, solo per oli di tipo A, del requisito dello “stray gassing. Tale requisito riguarda la tendenza dell’olio a formare gas (prevalentemente idrogeno, metano ed etano) anche a basse temperature e in assenza di campo elettrico. In sostanza gli oli non devono formare gas, o perlomeno la minor quantità possibile, se non quando il trasformatore sia affetto da difetti termici o elettrici. Lo sviluppo di gas in quantità significative in assenza di anomalie conduce infatti a interpretazioni capziose che potrebbero portare a considerare inaffidabile un’apparecchiatura elettrica invece efficiente.

Inoltre, sempre per gli oli di tipo A, sono stati resi notevolmente più severi i limiti per superare la prova della stabilità all’ossidazione, ovvero la capacità che deve avere un olio di rimanere in servizio nel trasformatore senza la necessità di interventi manutentivi legati al suo degrado ossidativo (invecchiamento).

È infine stato aggiunto un capitolo riguardante le proprietà addizionali non disciplinate da limiti ma richieste in certe applicazioni particolari. Appartengono a questa categoria di prove la gassing tendency, la electrostatic charging tendency (ECT), il contenuto di particelle, le proprietà termiche di smaltimento del calore, il contenuto di aromatici e di idrocarburi policiclici-aromatici (PAH), l’indice di rifrazione, la tendenza a formare schiuma e la capacità lubrificante.

In appendice è stata inserita anche un’utile tabella di comparazione tra le norme IEC e quelle statunitensi (ASTM).

Con l’intento di rendere fruibile la norma per la scelta dell’olio, è stato proposto un codice a quattro lettere destinato a etichettare l’olio in modo trasparente per l’utilizzatore finale (Tabella 1).


Tabella 1 – Codici di classificazione degli oli per trasformatori

1 Oltre ai trasformatori veri e propri rientrano in questa categoria tutte le altre apparecchiature elettriche che lavorano a caldo come reattori, trasformatori di misura, isolatori passanti, cavi, ecc.

Quindi, ad esempio, un olio avente codice TRAI sarebbe un olio per trasformatori, riciclato, di alta qualità (high grade) ed inibito. Mentre un olio con codice SVBU sarebbe un olio per interruttori, vergine, di qualità standard e non inibito.

I requisiti per gli oli di tipo B corrispondono in buona sostanza a quelli definiti nell’edizione precedente per gli oli minerali, e sono adeguati per tutte le applicazioni in cui tradizionalmente si è utilizzato l’olio minerale isolante. Gli oli di tipo A (con requisiti più elevati) sono ritenuti più adeguati ad applicazioni in cui si richieda una stabilità all’ossidazione (e quindi una durabilità dell’olio) particolarmente elevata, ad esempio in apparati di particolare criticità e con regimi termici severi.

In conclusione, anche se non proprio raccomandando ma permettendo l’uso degli oli riciclati, la nuova edizione della Norma IEC 60296 punta giustamente sempre di più al rispetto dell’ambiente e alla salvaguardia delle risorse non rinnovabili. I nuovi parametri ed i limiti più stringenti hanno l’intento di migliorare la qualità media dell’offerta inducendo i produttori a fornire oli ad alta prestazione. 

Come contraltare va detto che la scelta dell’olio minerale giusto si rende però più articolata e complicata almeno per i non propriamente addetti ai lavori.

A tal proposito va ricordato che il CEI ha organizzato negli scorsi anni alcune giornate di studio allo scopo di presentare agli operatori del settore gli aggiornamenti della normativa internazionale e le soluzioni disponibili sul mercato. Alcune di queste giornate di studio sono state realizzate in collaborazione con i membri del Comitato Tecnico 10 che hanno messo a disposizione il proprio know-how e presentato le soluzioni offerte dalle proprie aziende per rispondere alle normative di sicurezza e prestazione dei trasformatori e di altre apparecchiature elettriche.

Entrambi gli aspetti, normativo e tecnologico, concorrono alla definizione dello stato dell’arte, che è un processo in continua evoluzione e perfezionamento, nel campo dei fluidi dielettrici così come in tutti i campi di applicazione della normativa del settore in cui si incontrano e si equilibrano le esigenze legate non solo al progresso tecnico e tecnologico, ma anche alla sicurezza sociale, all’ambiente e alla produzione.

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
NOVITÀ E CORRETTA APPLICAZIONE DELLA CEI 64-8 EDIZIONE 2021 PUBBLICATA LA NUOVA EDIZIONE DELLA NORMA CEI 64-8 PER IMPIANTI ELETTRICI UTILIZZATORI NANOTECNOLOGIE PER PRODOTTI E SISTEMI ELETTROTECNICI NORMA CEI 64-8 “VARIANTE FUOCO”: AMBIENTI PARTICOLARI CONVENZIONE CEI – FONDAZIONE CNI 2021/2022 NUOVE CONVENZIONI CEI PER GLI ASSOCIATI A CONFARTIGIANATO E CNA IL CT 68/51 PER LEGHE, ACCIAI E COMPONENTI MAGNETICI NORMA CEI 64-8 “VARIANTE FUOCO” CEI CT 111 GLI OBBLIGHI DI TRACCIABILITÀ DELLE SOSTANZE NELLE APPARECCHIATURE ELETTRONICHE CONVENZIONE CEI – UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA NUOVO TAVOLO DI CONFRONTO CEI “CYBERSECURITY” APPARECCHIATURE A BASSA TENSIONE ABROGATA LA NORMA CEI 20-22/2 EVOLUZIONE DEGLI IMPIANTI UTENTE PER LE COMUNICAZIONI SOCI CEI 2021: PROTAGONISTI DEL CAMBIAMENTO CEI CT 1/25 MYNORMA 2021: IL TUO PORTALE DI ACCESSO ALLE NORME PROROGATO IL “FONDO NUOVE COMPETENZE” CHE INCENTIVA LA FORMAZIONE AZIENDALE TERMINOLOGIA, GRANDEZZE E UNITÀ DI MISURA CEI CT 10 COSA CAMBIA NELLA NORMAZIONE DEGLI OLI ISOLANTI MINERALI NASCONO I “TAVOLI DI CONFRONTO” CEI: IL PRIMO È DEDICATO ALL’E-MOBILITY CAVI E REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) CEI CT 20 NUOVE VARIANTI ALLE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE CEI 0-16 E 0-21 VISINTAINER ALLA VICE PRESIDENZA CENELEC DAL 2021 LE NORME DI QUALSIASI ENTE NORMATORE INTERNAZIONALE DISPONIBILI SUL SITO DEL CEI CEI CT 108 CEI EN 62368-1 CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2021 NUOVO LIBRO BIANCO “GLI ITALIANI E LA SICUREZZA ELETTRICA” CEI SC 59/61D CONDIZIONATORI, POMPE DI CALORE E DEUMIDIFICATORI È IN ARRIVO IL NUOVO MYNORMA! LA SICUREZZA INFORMATICA NELLA TRANSIZIONE ENERGETICA E DIGITALE AREE A RISCHIO PER ATMOSFERE ESPLOSIVE EMC Europe 2020 diventa VIRTUALE GIUSEPPE MOLINA ALLA DIREZIONE CEI APPARECCHI DI ILLUMINAZIONE: EVOLUZIONE TECNOLOGICA E NORMATIVA CALENDARIO DEI CORSI CEI: Settembre 2020 GLI IMPIANTI DI TERRA L’ESPOSIZIONE UMANA AI CAMPI ELETTROMAGNETICI IL LIBRETTO D’IMPIANTO ELETTRICO SI ESTENDE ALLE PARTI COMUNI DEL CONDOMINIO SIMBOLI LETTERALI PER ELETTROTECNICA Sistemi di canalizzazione e accessori per cavi PROTEZIONE CONTRO I CONTATTI INDIRETTI IN PRESENZA DI CONVERTITORI DI POTENZA SISTEMI DI ACCUMULO DELL’ENERGIA ELETTRICA WEBINAR CEI: “Nuove idee per la costruzione, manutenzione e resilienza dei trasformatori elettrici” EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI: AGGIORNAMENTI NORMATIVI WEBINAR CEI: LA NUOVA FRONTIERA DEI SEMINARI ONLINE LA CULTURA NON SI FERMA: I SEMINARI CEI IN DIRETTA STREAMING CEI SC 121A “Apparecchiature a bassa tensione” SISTEMI AUDIO-VIDEOCITOFONICI E INTERFONICI MOBILITÀ ELETTRICA STRUMENTAZIONE NUCLEARE: ASPETTI ELETTRICI ED ELETTRONICI CEI CT 45 CONGRESSO EMC EUROPE 2020: UNA VETRINA INTERNAZIONALE UNICA SULLA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA ASPETTI AMBIENTALI DI PRODOTTI ELETTRICI ED ELETTRONICI EMC EUROPE PREMI CEI EDIZIONI 2019-2020 STATO DELL’ARTE E FUTURO NELLA LASER SAFETY ISOLATORI PASSANTI CONVEGNI E SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2020 QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE – Parte 2 QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE – Parte 1 FORMAZIONE CEI E-LEARNING CORSO CEI “MDR” CAMPAGNA SOCI 2020 In principio fu la pila 110 ANNI DI NORMAZIONE CLASSIFICAZIONI E PROVE AMBIENTALI CITOFONIA E OLTRE: IL NUOVO PANORAMA NORMATIVO IMPIANTI BT IMPIANTI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE IL CEI PREMIA CINQUE TESI DI LAUREA A ROMA IL SIMPOSIO “EMC EUROPE 2020” LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI SC 309A NUOVE TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI NUOVA GUIDA CEI 99-6 PER SISTEMI DI MESSA A TERRA PER IMPIANTI ELETTRICI MUOVERSI CON INTELLIGENZA AGGIORNATE LE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2018 RICCARDO LAMA NUOVO PRESIDENTE GENERALE CEI GESTIONE E CONTROLLO DELLE CARICHE ELETTROSTATICHE LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 306 LA CONNETTIVITÀ IN AMBITO RESIDENZIALE PER LA DIGITAL HOME ICDL 2019: A ROMA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’IEEE EFFICIENZA ENERGETICA DELL’ILLUMINAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI ISOLAMENTI PER BASSA TENSIONE NUOVE NORME SUL FOTOVOLTAICO NUOVA VARIANTE 5 NORMA CEI 64-8 GUIDA CEI 64-12 ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NELLE OPERE EDILI NUOVI SERVIZI CEI BOOKMARK E NOTEPAD LA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA NELLA TECNOLOGIA SOTTOCOMITATO CEI SC 210/77B COSTANTE PROGRESSO E DIFFUSIONE DELLA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL VENTO LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 88 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE RADIO E TV DI QUALITÀ IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”