rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

110

1909-2019

In principio fu la pila

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

ETSI RINNOVA LA COOPERAZIONE CON IEC

16/10/2019
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Internet of Things, Smart Cities, digitalizzazione dell’industria tra i campi più attuali di cooperazione normativa.

Il primo accordo di cooperazione tra ETSI e IEC risale al 1995. All’epoca, la tecnologia digitale era ai suoi albori con la prima chiamata GSM nel mondo, datata 1991, e gli SMS che seguirono subito dopo, che aprirono la strada
alle successive generazioni della tecnologia delle telecomunicazioni. Queste, a partire dal 1998, sarebbero state sviluppate dal Third Generation Partnership Project (3GPP).

Oggi, il 5G sta sostenendo un’ampia varietà di casi d’uso, di applicazioni e quindi di tecnologie che non si sarebbero nemmeno potute immaginare all’epoca e ci sono ancora molte altre opportunità in vista. ETSI ha sviluppato molti building blocks del 5G, operando al contempo nel più ampio ambito dell’Information and Communication Technologies (ICT).

La IEC è stata fondamentale per diverse tecnologie chiave, tra cui: la produzione, trasmissione e distribuzione di energia, il loro accesso su vasta scala, le batterie, gli apparecchi per uso domestico, le apparecchiature medicali, i semiconduttori, la fibra ottica, le nanotecnologie o la multimedialità.

Oggi tutte queste tecnologie fanno sempre più affidamento sull’ICT per la loro evoluzione. È arrivato pertanto il momento di rinnovare la collaborazione tra IEC ed ETSI.
La connessione digitale onnipresente, la crescente importanza dell’Internet of Things, così come le implicazioni relative alle Smart Cities o alla digitalizzazione dell’industria, vengono immediatamente in mente come
settori pratici di cooperazione tra entrambi gli organismi di normazione.

La confluenza crescente di informazioni e di tecnologie operative (convergenza IT/OT) richiede inoltre un accresciuto coinvolgimento di molteplici stakeholders ed una più stretta collaborazione tra le organizzazioni che sviluppano le norme.

Le aree di reciproco interesse comprendono argomenti tanto diversi come l’ingegneria ambientale, la eHealth (sanità elettronica), i sistemi radio satellitari, i dispositivi indossabili, la realtà aumentata, la sicurezza IT oppure l’Internet of Things, con la IEC che offre agli esperti ETSI ICT le proprie competenze sui sistemi elettrotecnici.

ETSI ed IEC hanno modelli operativi distinti e modalità diverse di diffusione dei rispettivi documenti normativi che però non ne ostacolano la collaborazione. Questo accordo di cooperazione consente ad un osservatore
nominato da una delle due organizzazioni di prendere parte alle riunioni dell’altra e prevede la possibilità di un lavoro tecnico congiunto.

Intelligenza artificiale, un nuovo settore di reciproco interesse?

Mentre discutiamo di nuovi settori dell’industria in ambito IoT e di future generazioni nel settore delle telecomunicazioni, dove la sfida è la comunicazione tra miliardi di oggetti, si vuole porre l’attenzione al Summit sull’Intelligenza Artificiale (AI) che si è tenuto presso la sede ETSI.
Con la presenza di circa 200 partecipanti provenienti da diversi settori, il Summit AI è stato il luogo in cui si è avviata una rete di consulenze con il mondo accademico, l’industria, i rappresentanti dei governi di tutto il mondo e la Commissione Europea.
Nella seduta conclusiva è stato osservato che l’applicazione AI in ogni settore obbligherà a considerare attentamente la questione della sicurezza, etica e sociale, e dell’affidabilità, prima di consentire una piena autonomia alla AI.

Questo può costituire una nuova materia di reciproco interesse per entrambe le organizzazioni, avvalendosi del lavoro del System Evaluation Group SEG 10 IEC “Ethics in Autonomous and Artificial Intelligence Applications”; si tratta di un gruppo di esperti incaricato di valutare le questioni etiche legate alle applicazioni dell’Intelligenza Artificiale e Autonoma.


Articolo di L. Romero, Direttore Gen. ETSI, IEC SMB Newsletter May 2019

Il CEI e l’ETSI: Protocollo d’intesa ISCTI – CEI – UNI

Nel settembre 2018 il CEI ha sottoscritto un Protocollo d’intesa con l’UNI – Ente Nazionale Italiano di Unificazione e il Ministero dello Sviluppo Economico – Istituto Superiore delle Comunicazioni e delle Tecnologie dell’Informazione (*), con l’obiettivo di incrementare il livello di rappresentatività del Paese in ambito internazionale in ambito ITU e ETSI.
Il Protocollo consente di rafforzare la collaborazione tra CEI e UNI e ISCTI costituendo un unico riferimento nazionale nei confronti delle organizzazioni internazionali ITU ed ETSI. Tra i temi cruciali nell’ambito del settore ICT, sicurezza informatica ed evoluzione digitale avranno un ruolo di rilievo. Un altro importante obiettivo è quello di avviare iniziative di formazione e promuovere scambi di esperienze: in quest’ottica, sarà profuso l’impegno nell’organizzare eventi e iniziative su tematiche di interesse comune.
L’accordo, entrato in vigore il 5 settembre 2018, ha validità di tre anni, con rinnovo automatico per periodi di pari durata.

(*) L’ISCTI, Direzione Generale del Ministero dello Sviluppo Economico, svolge attività di studio e ricerca scientifica nel campo dello sviluppo delle tecnologie delle comunicazioni e dell’informazione, delle reti di nuova generazione, della sicurezza delle reti, della qualità del servizio e della tutela delle comunicazioni, anche mediante convenzioni con enti e istituti di ricerca specializzati nel settore, nonché di predisposizione di normativa tecnica e di partecipazione alle attività di standardizzazione svolte in ambito ETSI e ITU, di certificazione di apparecchiature e sistemi, di formazione e di alta specializzazione tecnica.

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
In principio fu la pila 110 ANNI DI NORMAZIONE CLASSIFICAZIONI E PROVE AMBIENTALI CITOFONIA E OLTRE: IL NUOVO PANORAMA NORMATIVO IMPIANTI BT IMPIANTI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE IL CEI PREMIA CINQUE TESI DI LAUREA A ROMA IL SIMPOSIO “EMC EUROPE 2020” LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI SC 309A NUOVE TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI NUOVA GUIDA CEI 99-6 PER SISTEMI DI MESSA A TERRA PER IMPIANTI ELETTRICI MUOVERSI CON INTELLIGENZA AGGIORNATE LE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2018 RICCARDO LAMA NUOVO PRESIDENTE GENERALE CEI GESTIONE E CONTROLLO DELLE CARICHE ELETTROSTATICHE LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 306 LA CONNETTIVITÀ IN AMBITO RESIDENZIALE PER LA DIGITAL HOME ICDL 2019: A ROMA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’IEEE EFFICIENZA ENERGETICA DELL’ILLUMINAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI ISOLAMENTI PER BASSA TENSIONE NUOVE NORME SUL FOTOVOLTAICO NUOVA VARIANTE 5 NORMA CEI 64-8 GUIDA CEI 64-12 ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NELLE OPERE EDILI NUOVI SERVIZI CEI BOOKMARK E NOTEPAD LA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA NELLA TECNOLOGIA SOTTOCOMITATO CEI SC 210/77B COSTANTE PROGRESSO E DIFFUSIONE DELLA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL VENTO LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 88 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE RADIO E TV DI QUALITÀ IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”