rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

La normazione nel campo della superconduttività applicata

Nuovi software CEI: Flash e DiCo

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

FUTURO DELL’ENERGIA EOLICA E NORMAZIONE

25/10/2021
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Articolo di Catherine Bischofberger, 25 maggio 2021

Gli impianti eolici giocano un ruolo importante nella riduzione delle emissioni di CO2 in tutto il mondo. Questa energia rinnovabile soddisfa le prescrizioni delle Norme del TC 88 IEC, che si stanno focalizzando ora su riciclo, dismissione e riutilizzo di turbine eoliche. La Segretaria del TC, Christine Weibøl Bertelsen, ci aggiorna riguardo alle richieste del mercato.

In base ai più recenti dati del rapporto REN 21, il mercato globale dell’energia eolica rappresenta un totale di 650 GW (di cui 621 GW a terra e il resto in mare) e sta aumentando costantemente anno dopo anno. L’energia eolica è stimata essere il 57% della produzione di energia elettrica danese, con quote elevate anche in Irlanda (32%), Uruguay (29,5%), Portogallo (26,4%) e in diversi altri paesi.

E-Tech incontra Christine Weibøl Bertelsen, Segretaria del TC 88 IEC, il Comitato che prepara Norme per gli Impianti di Generazione Eolica. Christine Bertelsen ha 14 anni di esperienza in ambito normativo, sia a livello IEC che di Norme danesi. La sua competenza si concentra sulla gestione e sul risparmio di energia. Ha conseguito due Lauree Magistrali in Scienze, una in Gestione Ambientale e l’altra in Ingegneria Meccanica (Energia) presso la Technical University of Denmark.

Ha preso parte alla campagna video sulle donne all’interno della IEC. Può dirci qualcosa riguardo a questa esperienza come donna nella IEC?

Devo ammettere di non aver mai avvertito alcuna discriminazione nel mio lavoro. In 20 anni di carriera nel ruolo di ingegnere mi sono dedicata ad attività volte al risparmio energetico. Ho trascorso 12 anni effettuando audit in aziende e consigliandole sulle modalità per il risparmio energetico. Queste erano grandi società industriali e mi sono sempre sentita ben accolta. Aiuta naturalmente il fatto che, nelle attività per il risparmio energetico, ci siano molte più donne che in altri settori dell’Ingegneria Elettrica. Le donne sono molto sensibili verso l’ambiente e si preoccupano per il mondo che lasceranno ai loro figli. Questa è certamente una delle ragioni per cui ho scelto di lavorare in quest’ambito io stessa. Voglio promuovere un modo migliore di fare le cose e questo può sembrare un po’ ambizioso, ma io voglio fare la mia parte per salvare il pianeta. Uno dei motivi per cui sono particolarmente entusiasta di lavorare per la IEC è il fatto di riuscire ad avere una visione di insieme più ampia. Quando facevo sopralluoghi negli impianti industriali, erano così tanti che mi sembrava una battaglia persa e mi perdevo nei dettagli. Lavorare in ambito normativo mi ha permesso di avere una prospettiva più ampia sulle cose. Lavoriamo con gli enti di controllo danesi, diamo input, e le nostre Norme sono utilizzate come base per la regolamentazione sia in Danimarca che in Europa. Questo è molto appagante.

Avete tra i progetti in corso un’importante Norma sul riciclo delle turbine eoliche. Può dirci qualcosa in più riguardo a questo aspetto del lavoro del TC 88?

Se considerate tutte le nostre Norme, potete rendervi conto che queste sono l’esito di un processo di crescita naturale. Negli ultimi 30 anni abbiamo dovuto andare incontro alle esigenze di un mercato nuovo e in rapida crescita con Norme sulle prestazioni e sulla sicurezza. Ora stiamo lavorando per individuare le carenze normative, gli argomenti non coperti dalle Norme. È una nuova partenza, una fase nuova per noi, in un certo senso. Stiamo pianificando pubblicazioni che aiuteranno a prolungare la durata di vita delle turbine eoliche, a normalizzare il processo di smantellamento, il riciclo e il riutilizzo dei materiali. Per molti versi la spinta viene dai clienti, che chiedono ai costruttori di progettare i loro prodotti tenendo a mente tutti questi aspetti e noi li aiutiamo a farlo. Abbiamo inoltre accresciuto la nostra consapevolezza che alcuni materiali sono rari e che reperirli può avere un impatto ambientale. Da qui la necessità di riciclare e riutilizzare. Inoltre, le immagini di discariche piene di pale eoliche che non possono essere riciclate non si adattano bene all’etica degli impianti di energia rinnovabile. Gli SDG (Sustainable Development Goals Obiettivi per uno Sviluppo Sostenibile) sono delle importanti linee guida per noi.

Le turbine eoliche in mare costituiscono un segmento in crescita del mercato?

Si, lo sono e certamente lo sono in Europa. Le turbine eolichestanno diventando di dimensioni sempre più grandi e necessitano di spazio per essere installate. In Europa lo spazio disponibile sulla terraferma è poco. Questo spiega in parte perché gli aerogeneratori in mare stanno riscontrando larghi consensi. In un paese esteso come gli Stati Uniti gli spazi sono maggiori, ma se si distribuisce l’energia attraverso cavi o linee elettriche su lunghe distanze, la dispersione di energia può diventare importante. Un’altra tendenza significativa è lo sviluppo di impianti globali di energie rinnovabili in cui il vento è associato ad altre energie rinnovabili quali il solare termico o l’idroelettrico. L’accumulo costituisce un altro problema. Si deve trovare una tecnologia appropriata per immagazzinare il vento o l’energia solare in eccesso. In Europa, per esempio, inviamo l’energia eolica prodotta in eccesso da un paese ad altri, per esempio dalla Danimarca alla Svezia o alla Germania. Il problema nasce quando si hanno sia l’energia solare sia l’energia eolica in eccesso – perché si verificano sovraccarichi della rete che richiedono di fermare l’impianto. E questo è uno spreco.

State lavorando con altri TC IEC per risolvere questo problema?

Si, collaboriamo con altri TC relativi alle energie rinnovabili, così come con il TC 57 IEC, che prepara Norme di comunicazione per l’integrazione di energia rinnovabile nella rete elettrica, e con il TC 8, che sta sviluppando Norme in settori similari. È un complesso lavoro di coordinamento. Partecipiamo al Comitato Consultivo IEC per la Trasmissione e la Distribuzione di Energia Elettrica (ACTAD) che è un modo per ottenere maggior coordinamento. Anche il Comitato Sistemi IEC per un’Energia Intelligente (SyC Smart Energy) aiuta. Una difficoltà è data dal fatto che tutto il lavoro di normazione IEC è su base volontaria e per lo più gli esperti hanno tempo sufficiente per lavorare solo a ciò che urge sul mercato. Il lavoro di coordinamento è al di sopra, e quindi è difficile trovare il tempo.

Come lavorate con l’IECRE, il Sistema IEC per la Certificazione secondo Norme relative alle Apparecchiature da utilizzare in Applicazioni di Energia Rinnovabile?

La nostra industria è stata la prima a ricevere una certificazione IECRE cinque anni fa. Molti esperti lavorano in entrambi gli ambiti e questo permette loro di comprendere molto bene ciò che è richiesto. Abbiamo fatto molta strada dai primi tempi e ora possiamo dire che tutto funziona senza intoppi e che lavoriamo a stretto contatto.

In Danimarca quasi il 60% dell’energia elettrica proviene da impianti eolici. Quali insegnamenti avete tratto?

Il Governo sta pianificando diversi nuovi impianti in mare e ci sono progetti di isole artificiali riservate alla generazione di energia rinnovabile – una nel Baltico, altre nel Mare del Nord. Sono progetti molto interessanti e ci aspettiamo di imparare molto da questi. Una delle cose che stiamo osservando è come le turbine eoliche possano produrre idrogeno e altre forme di energia. Stiamo imparando ogni giorno qualcosa e scopriamo molto a mano a mano che procediamo.

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
“DICO BY CEI”: IL NUOVO SOFTWARE PER LA COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ “FLASH BY CEI”: IL SOFTWARE PER LA PROTEZIONE DALLE SCARICHE ATMOSFERICHE LA NORMAZIONE NEL CAMPO DELLA SUPERCONDUTTIVITÀ APPLICATA (parte-2) LA NORMAZIONE NEL CAMPO DELLA SUPERCONDUTTIVITÀ APPLICATA (parte-1) LAVORI SU IMPIANTI ELETTRICI: PUBBLICATA LA NUOVA NORMA CEI 11-27 ANTEPRIMA: NORMA IEC 61800-5-1 SUI POWER DRIVE SYSTEMS “REGOLA D’ARTE”: IL NUOVO PERIODICO DEL CEI AZIONAMENTI ELETTRICI: ESORDI E SVILUPPI RECENTI DELLA NORMATIVA NOVITÀ E CORRETTA APPLICAZIONE DELLA CEI 64-8 EDIZIONE 2021 PUBBLICATA LA NUOVA EDIZIONE DELLA NORMA CEI 64-8 PER IMPIANTI ELETTRICI UTILIZZATORI NANOTECNOLOGIE PER PRODOTTI E SISTEMI ELETTROTECNICI NORMA CEI 64-8 “VARIANTE FUOCO”: AMBIENTI PARTICOLARI CONVENZIONE CEI – FONDAZIONE CNI 2021/2022 NUOVE CONVENZIONI CEI PER GLI ASSOCIATI A CONFARTIGIANATO E CNA IL CT 68/51 PER LEGHE, ACCIAI E COMPONENTI MAGNETICI NORMA CEI 64-8 “VARIANTE FUOCO” CEI CT 111 GLI OBBLIGHI DI TRACCIABILITÀ DELLE SOSTANZE NELLE APPARECCHIATURE ELETTRONICHE CONVENZIONE CEI – UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA NUOVO TAVOLO DI CONFRONTO CEI “CYBERSECURITY” APPARECCHIATURE A BASSA TENSIONE ABROGATA LA NORMA CEI 20-22/2 EVOLUZIONE DEGLI IMPIANTI UTENTE PER LE COMUNICAZIONI SOCI CEI 2021: PROTAGONISTI DEL CAMBIAMENTO CEI CT 1/25 MYNORMA 2021: IL TUO PORTALE DI ACCESSO ALLE NORME PROROGATO IL “FONDO NUOVE COMPETENZE” CHE INCENTIVA LA FORMAZIONE AZIENDALE TERMINOLOGIA, GRANDEZZE E UNITÀ DI MISURA CEI CT 10 COSA CAMBIA NELLA NORMAZIONE DEGLI OLI ISOLANTI MINERALI NASCONO I “TAVOLI DI CONFRONTO” CEI: IL PRIMO È DEDICATO ALL’E-MOBILITY CAVI E REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) CEI CT 20 NUOVE VARIANTI ALLE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE CEI 0-16 E 0-21 VISINTAINER ALLA VICE PRESIDENZA CENELEC DAL 2021 LE NORME DI QUALSIASI ENTE NORMATORE INTERNAZIONALE DISPONIBILI SUL SITO DEL CEI CEI CT 108 CEI EN 62368-1 CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2021 NUOVO LIBRO BIANCO “GLI ITALIANI E LA SICUREZZA ELETTRICA” CEI SC 59/61D CONDIZIONATORI, POMPE DI CALORE E DEUMIDIFICATORI È IN ARRIVO IL NUOVO MYNORMA! LA SICUREZZA INFORMATICA NELLA TRANSIZIONE ENERGETICA E DIGITALE AREE A RISCHIO PER ATMOSFERE ESPLOSIVE EMC Europe 2020 diventa VIRTUALE GIUSEPPE MOLINA ALLA DIREZIONE CEI APPARECCHI DI ILLUMINAZIONE: EVOLUZIONE TECNOLOGICA E NORMATIVA CALENDARIO DEI CORSI CEI: Settembre 2020 GLI IMPIANTI DI TERRA L’ESPOSIZIONE UMANA AI CAMPI ELETTROMAGNETICI IL LIBRETTO D’IMPIANTO ELETTRICO SI ESTENDE ALLE PARTI COMUNI DEL CONDOMINIO SIMBOLI LETTERALI PER ELETTROTECNICA Sistemi di canalizzazione e accessori per cavi PROTEZIONE CONTRO I CONTATTI INDIRETTI IN PRESENZA DI CONVERTITORI DI POTENZA SISTEMI DI ACCUMULO DELL’ENERGIA ELETTRICA WEBINAR CEI: “Nuove idee per la costruzione, manutenzione e resilienza dei trasformatori elettrici” EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI: AGGIORNAMENTI NORMATIVI WEBINAR CEI: LA NUOVA FRONTIERA DEI SEMINARI ONLINE LA CULTURA NON SI FERMA: I SEMINARI CEI IN DIRETTA STREAMING CEI SC 121A “Apparecchiature a bassa tensione” SISTEMI AUDIO-VIDEOCITOFONICI E INTERFONICI MOBILITÀ ELETTRICA STRUMENTAZIONE NUCLEARE: ASPETTI ELETTRICI ED ELETTRONICI CEI CT 45 CONGRESSO EMC EUROPE 2020: UNA VETRINA INTERNAZIONALE UNICA SULLA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA ASPETTI AMBIENTALI DI PRODOTTI ELETTRICI ED ELETTRONICI EMC EUROPE PREMI CEI EDIZIONI 2019-2020 STATO DELL’ARTE E FUTURO NELLA LASER SAFETY ISOLATORI PASSANTI CONVEGNI E SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2020 QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE – Parte 2 QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE – Parte 1 FORMAZIONE CEI E-LEARNING CORSO CEI “MDR” CAMPAGNA SOCI 2020 In principio fu la pila 110 ANNI DI NORMAZIONE CLASSIFICAZIONI E PROVE AMBIENTALI CITOFONIA E OLTRE: IL NUOVO PANORAMA NORMATIVO IMPIANTI BT IMPIANTI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE IL CEI PREMIA CINQUE TESI DI LAUREA A ROMA IL SIMPOSIO “EMC EUROPE 2020” LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI SC 309A NUOVE TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI NUOVA GUIDA CEI 99-6 PER SISTEMI DI MESSA A TERRA PER IMPIANTI ELETTRICI MUOVERSI CON INTELLIGENZA AGGIORNATE LE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2018 RICCARDO LAMA NUOVO PRESIDENTE GENERALE CEI GESTIONE E CONTROLLO DELLE CARICHE ELETTROSTATICHE LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 306 LA CONNETTIVITÀ IN AMBITO RESIDENZIALE PER LA DIGITAL HOME ICDL 2019: A ROMA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’IEEE EFFICIENZA ENERGETICA DELL’ILLUMINAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI ISOLAMENTI PER BASSA TENSIONE NUOVE NORME SUL FOTOVOLTAICO NUOVA VARIANTE 5 NORMA CEI 64-8 GUIDA CEI 64-12 ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NELLE OPERE EDILI NUOVI SERVIZI CEI BOOKMARK E NOTEPAD LA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA NELLA TECNOLOGIA SOTTOCOMITATO CEI SC 210/77B COSTANTE PROGRESSO E DIFFUSIONE DELLA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL VENTO LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 88 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE RADIO E TV DI QUALITÀ IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”