rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

110

1909-2019

In principio fu la pila

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

IL COMITATO DI SISTEMA IEC “SMART ENERGY”

17/10/2019
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Un nuovo modello operativo al servizio dei Comitati Tecnici che sviluppano le norme per l’industria.

I progetti in ambito industriale hanno sempre più bisogno di applicare una combinazione di norme per gestire con efficacia prodotti e sistemi.

La tecnologia deve essere interoperabile a diversi livelli e in diversi ambiti, rimanendo al contempo sicura e affidabile. Questo può essere complesso quando le norme, sviluppate non solo dagli enti normatori ma addirittura da gruppi differenti all’interno di uno specifico ente, presentano modelli semantici e architetture di riferimento variegati.

Il Systems Committee Smart Energy (SyC SE) mira a fornire all’industria un insieme di norme coerenti, complete e di facile utilizzo, supportando al contempo i Comitati Tecnici e SottoComitati (CT/SC) che attualmente sviluppano le norme. Il SyC Smart Energy (SyC SE) della IEC ha iniziato la sua attività nel 2009.

È stato trasformato in seguito in un System Committee, strutturato i sei gruppi di lavoro che sviluppano le seguenti attività: prescrizioni generiche per reti intelligenti, roadmap, piani di sviluppo delle norme, metodologia e strumenti, forum di TC.

Avvalendosi di quasi un decennio di esperienza, il SyC SE ha elaborato un nuovo modello operativo che si basa su una serie di workshop con i dieci Comitati Tecnici che svolgono un ruolo rilevante nell’ambito dell’energia
intelligente.

Al passo con i tempi, il modello operativo parte dal presupposto che i sistemi siano in costante evoluzione e richiedano feedback e input continui per essere in grado di adattarsi alle ultime esigenze di mercato.

Inoltre, molti Comitati Tecnici di questo settore hanno sempre più relazioni con altri Comitati ed enti normatori, dal momento che lavorano a progetti multipli e possono far parte di diversi System Committees (SyC); ne consegue che i SyC stessi trarrebbero sostanziali vantaggi dall’utilizzo di modelli di lavoro simili o comuni.

Il valore aggiunto del modello operativo può essere ottenuto mediante un nuovo approccio al processo di sviluppo delle norme, tenendo conto dei tre cardini seguenti:

  • una combinazione dell’analisi e mappatura dei casi d’uso, con soluzioni delle incongruenze individuate dai Comitati Tecnici, con esperti provenienti anche dall’Industria. Il SyC fornirebbe un quadro costante dei processi, dei metodi e degli strumenti e utilizzerebbe una raccolta, un’analisi e una mappatura di casi per realizzare le roadmap necessarie, unitamente ai piani di sviluppo, concordando l’attività con i Comitati associati;
  • il completamento dei flussi di lavoro, che significa assicurare un controllo e una reazione da parte di gruppi rilevanti ogniqualvolta le loro attività o i loro prodotti sono coinvolti nel funzionamento di sistemi. I Forum a cadenza regolare, che riuniscono nello stesso luogo e tempo i rappresentanti dei gruppi più rilevanti su casi di sistemi mirati, sono la via da seguire. I Forum organizzati da Comitati Tecnici/SottoComitati IEC renderebbero possibile il completamento dei flussi internamente alla IEC, mentre altri tipi di Forum completerebbero questi flussi esternamente alla IEC come ad esempio con gli utilizzatori delle norme, i regolamentatori locali e altre organizzazioni, così come gli enti normatori per le telecomunicazioni e per chi utilizza Internet;
  • un ulteriore meccanismo di feedback che consenta ad un nuovo tipo di utenti registrati (TC/SC e anche alcuni soggetti non IEC) di fornire commenti durante il processo di validazione dei prodotti normativi dei SyC.

Tratto da un articolo di Richard Schomberg, Chairman dell’IEC SyC Smart Energy, IEC SMB Newsletter May 2019

SYC SMART ENERGY

Officers
Presidente: Richard Schomberg (Germania)
Segretario: Stephen Dutnall (Central Office IEC)

Scopo
Le principali finalità di questo SyC sono:

  • fornire norme con un approccio sistemico per il coordinamento e la guida nelle aree Smart Grid e Smart Energy
  • fornire valore complessivo a livello di sistema, supporto e guida ai TC (Comitati Tecnici) e ad altri gruppi di sviluppo di norme, sia all’interno che all’esterno dell’IEC, attraverso la più ampia consultazione degli stakeholder
  • mantenere i contatti e cooperare con il Syc Smart Cities e i futuri SEG (System Evaluation Groups), nonché con il futuro Systems Resource Group.

Struttura
A questo SyC partecipano 28 Paesi, dei quali 22 Paesi Membri IEC e 6 “Osservatori”.

Membri IEC: Austria, Belgio, Brasile, Canada, Cina, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, India, Israele, Italia, Giappone, Corea, Olanda, Norvegia, Russia, Sud Africa, Spagna, Svezia, Regno Unito, USA.
Paesi Osservatori: Croazia, Repubblica Ceca, Ungheria, Nuova Zelanda, Polonia, Romania.

Collegamenti con altri Comitati IEC:
TC 8: System aspects of electrical energy supply
TC 9: Electrical equipment and systems for railways
TC 57: Power systems management and associated information exchange
TC 69: Electric road vehicles and electric industrial trucks
Syc Smart Cities: Electric road vehicles and electric industrial trucks
SC 8B: Decentralized Electrical Energy Systems

Working Groups:
WG 2 IEC Smart Energy Development Plan
WG 3 IEC Smart Energy Roadmap
WG 5 Methodology and Tools
WG 6 Generic Smart Grid Requirements.

Advisory Groups:
AG 1 Technical Committees Forum
AG 4 Advisory group on Forums of SDOs & Regional Coordination Organizations
CAG 7 Chairman’s Advisory Group.

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
In principio fu la pila 110 ANNI DI NORMAZIONE CLASSIFICAZIONI E PROVE AMBIENTALI CITOFONIA E OLTRE: IL NUOVO PANORAMA NORMATIVO IMPIANTI BT IMPIANTI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE IL CEI PREMIA CINQUE TESI DI LAUREA A ROMA IL SIMPOSIO “EMC EUROPE 2020” LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI SC 309A NUOVE TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI NUOVA GUIDA CEI 99-6 PER SISTEMI DI MESSA A TERRA PER IMPIANTI ELETTRICI MUOVERSI CON INTELLIGENZA AGGIORNATE LE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2018 RICCARDO LAMA NUOVO PRESIDENTE GENERALE CEI GESTIONE E CONTROLLO DELLE CARICHE ELETTROSTATICHE LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 306 LA CONNETTIVITÀ IN AMBITO RESIDENZIALE PER LA DIGITAL HOME ICDL 2019: A ROMA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’IEEE EFFICIENZA ENERGETICA DELL’ILLUMINAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI ISOLAMENTI PER BASSA TENSIONE NUOVE NORME SUL FOTOVOLTAICO NUOVA VARIANTE 5 NORMA CEI 64-8 GUIDA CEI 64-12 ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NELLE OPERE EDILI NUOVI SERVIZI CEI BOOKMARK E NOTEPAD LA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA NELLA TECNOLOGIA SOTTOCOMITATO CEI SC 210/77B COSTANTE PROGRESSO E DIFFUSIONE DELLA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL VENTO LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 88 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE RADIO E TV DI QUALITÀ IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”