rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

Sistemi di canalizzazione e accessori per cavi

Procede la formazione CEI online: Webinar e Corsi in streaming

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

INTERVISTA A NICOLA FIORITO, PRESIDENTE CEI/CT 44

15/05/2017
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Equipaggiamento elettrico delle macchine industriali.

 

Nicola Fiorito

 

Nato ad Ortona (CH) nel 1952, laureato in Ingegneria Elettrotecnica, dopo un breve periodo trascorso nel mondo della scuola insegnando Impianti Elettrici negli Istituti Tecnici, ha lavorato in Ansaldo fino alla fine del 1999 occupandosi, nella sede di Milano, di progettazione di convertitori in c.c. e in c.a. oltre che di industrializzazione prodotti; negli ultimi anni di questo periodo è stato responsabile di un’unità progettuale e produttiva di azionamenti elettrici nel Veneto.

Fino alla fine del 2004 è stato Direttore Tecnico in un’azienda in provincia di Novara, occupandosi di progettazione e installazione di quadri elettrici legati all’automazione industriale.

Dal 2015 è Direttore Tecnico nella sede italiana di una multinazionale tedesca, la Lenze, che progetta, produce e commercializza prodotti e soluzioni per diversi settori nel mondo dell’automazione industriale.

 

Può farci un breve bilancio, ad oggi, del lavoro svolto dal suo Comitato Tecnico?

In quest’ultimo anno ho avuto modo di verificare quello di cui mi ero reso conto fin dal mio primo contatto con i colleghi che, a vario titolo, operano nel CT 44, e cioè la competenza e professionalità dei tecnici e professionisti iscritti al Comitato.

Mi sembra importante, inoltre, sottolineare la qualità di alcuni giovani che si impegnano nei Gruppi di Lavoro e che lasciano ben sperare per il servizio che il nostro Comitato Tecnico potrà fornire per il futuro.

Le attività portate avanti negli ultimi tempi sono molte; ne ricordo alcune di particolare rilevanza:

  • IEC 60204-1 Ed. 6 “Equipaggiamento elettrico delle macchine – Regole Generali”

Approvato con voto parallelo IEC e CENELEC (IEC 44/771/RVD) il 5 agosto u.s. il FDIS del progetto di Norma IEC (IEC 44/765/FDIS). La Norma IEC è stata pubblicata il 13 ottobre 2016;

  • si sono conclusi i lavori del JWG 18 tra IEC/TC 44 e IEC/SC 121B con il documento IEC44/767/INF del 1 luglio 2016 equivalente al documento IEC 121B/46/INF del 24 giugno 2016;
  • IEC/TS 62046 Ed. 3 “Safety of machinery – Application of protective equipment to detect the presence of persons”

C’è molto interesse per questo progetto per il quale è stato sviluppato un nuovo CDV come documento di riferimento per la prima edizione della IEC 62046, nuovamente in veste di Norma;

  • IEC 62998-721 Ed.1 (WG14) “Electro-sensitive protective equipment – Safety-related sensors used for protection of persons”.

Relativamente ai sensori che devono garantire un rilevamento sicuro anche in presenza di guasti senza risentire delle varie influenze ambientali cui sono esposti durante l’utilizzo.

  • IEC 62061 “Sicurezza funzionale dei sistemi di comando e controllo elettrici, elettronici ed elettronici programmabili correlati alla sicurezza”;
  • IEC 63074 Ed.1 (WG 15) “Security aspects related to functional safety of safety-related control systems”.

Questo progetto di Norma si occupa di individuare le vulnerabilità e le forme per impedirne l’accesso indesiderato alle reti di comunicazione relative alla safety.

 

Quali attività svolte nel CEI per rilanciare il proprio Comitato ricorda con maggiore soddisfazione?

Il CT 44 contribuisce in modo fondamentale al quadro di riferimento normativo elettrotecnico italiano. La capacità di questo Comitato di sapersi integrare con altri enti di normazione tecnica costituisce una sfida per le politiche di sviluppo.

In particolare, degno di rilievo è il collegamento creato con l’UNI (Ente Nazionale Italiano di Unificazione) che, oltre che essere essenziale per la sicurezza elettrica, evita nel contempo inutili sovrapposizioni in un comparto, non puramente elettrico, che oggi riesce ad essere più efficiente grazie anche alla partecipazione e al coordinamento nelle Commissioni miste dei nostri competenti esperti.

La collaborazione con l’UNI (commissione macchine) e con gli Organi di Vigilanza Territoriale (rappresentati da INAIL) si è oggi concretizzata con uno stretto collegamento agevolato dalla partecipazione dei nostri stessi Membri alle Commissioni sulla sicurezza delle macchine.

Ricordo infine, con particolare soddisfazione, il concretizzarsi della proposta sulla protezione contro i contatti indiretti nei sistemi TN in presenza di azionamenti a velocità variabile; attività normativa ancora in corso che ha prodotto un Rapporto Tecnico in fase di affinamento che ha fatto registrare un esteso interesse ad altri Comitati e SottoComitati CEI.

 

Forse non tutti conoscono nel dettaglio l’attività del CT44: ce lo vuole presentare?

Il Comitato Tecnico 44, che ho l’onore di presiedere per questo triennio, a partire dall’estate scorsa, è costituito da un numero significativo di esperti; ogni Membro rappresenta il pensiero, l’approccio tecnico e le volontà dei vari stakeholders: costruttori di macchine, di materiale elettrico, degli integratori di sistemi, degli Ordini e Collegi professionali e degli Organi di vigilanza.

Il CT 44 è poi suddiviso in Gruppi di Lavoro (GL) e Mantenimento Normativo (MT), cosiddetti “mirror”, appunto “specchio” italiano delle attività normative che si sviluppano nel Comitato Tecnico 44 IEC e corrispondente TC 44X CENELEC.

A questi gruppi inoltre, sono affidati anche i collegamenti con altri Comitati e SottoComitati CEI.

I Membri del Comitato contribuiscono a formare la posizione nazionale italiana in ambito europeo ed internazionale, propongono norme nazionali su argomenti di interesse nazionale contribuendo alla loro preparazione, segnalano e preparano Guide tecniche nazionali su argomenti in cui sia opportuno riordinare e chiarire la situazione normativa esistente, nonché specificare le modalità di applicazione delle norme tecniche stesse.

 

Qual è stato e qual è il contributo italiano in sede internazionale dei relativi TC IEC e CENELEC?

Ampio è stato, ed è tuttora, il contributo italiano all’attività internazionale ed europea: la costante presenza e l’attivo contributo dei nostri esperti ha fatto sì che fosse riconosciuta l’elevata competenza tecnica ed ascoltati sapientemente i suggerimenti da loro forniti, anche se, talvolta, si sono seguiti indirizzi solo politicamente diversi nella forma, ma assolutamente validi e condivisibili nella tecnica.

La recente pubblicazione della Norma IEC 60204-1 Ed.6 (13 ottobre 2016), della quale già si accennava precedentemente e, se la stima dei programmi non varia, entro il prossimo luglio il recepimento EN, è frutto di uno studio iniziato nel 2009.

Un contributo di valori, di idee e di competenze che, grazie anche ai nostri Membri, è altresì sempre più in linea con quanto prevede la parallela attività normativa UNI nel settore delle macchine; tali capacità sono anche convalidate da altre attività internazionali di forte rilevanza ed impatto sull’equipaggiamento elettrico delle macchine.

Mi riferisco, per esempio e solo per citarne alcuni, ai progetti di Norma:

  • IEC 62046 sui dispositivi elettrosensibili di protezione per rilevare la presenza di persone;
  • IEC 62745 sull’interfacciamento dei comandi senza cavi al macchinario;
  • IEC 62061 sulla sicurezza funzionale dei sistemi elettrici/elettronici/elettronici programmabili, relativi alla sicurezza;
  • IEC 62998 che si propone di colmare il divario esistente tra gli standard di sicurezza funzionali generici e le tecnologie standard di sensori di sicurezza specifici utilizzati per la salvaguardia persone.

 

Cosa raccoglie dal passato e cosa si propone di fare in più per i prossimi tre anni di mandato?

Come ho già avuto occasione di dire in precedenza, eredito dal Presidente uscente un gruppo di Membri che è riuscito a portare avanti, con competenza e professionalità, un grande numero di attività che sono risultate significative per il raggiungimento dell’attuale quadro normativo. Una delle mie speranze è quella di riuscire ad agevolare la crescita dei Membri più giovani nel solco delle esperienze, nazionali e internazionali, tracciato dai Membri più maturi che, ad oggi, stanno garantendo un presidio normativo di indubbia qualità. Trovare spazi di maggiore integrazione con alti Enti normatori, l’UNI prioritariamente, credo debba essere un altro obiettivo da continuare a perseguire con convinzione.

 

Come pensa di rapportarsi al mondo dell’industria nel nostro Paese?

Il mondo dell’industria, dal quale provengo, si aspetta molto dagli Enti normatori, sia in termini di estensione/copertura verso ogni tipo di apparecchiatura tecnica, sia in termini di divulgazione dove, penso, possano essere colte numerose opportunità.

Sicuramente possiamo fare di più, per esempio, su un paio di temi credo interessanti:

  • Industria 4.0;
  • efficienza energetica.

 

Quali sono, secondo Lei, gli obiettivi prioritari che bisognerebbe dare al mondo normativo elettrico in generale e a quello del suo CT in particolare?

Fra le cose che reputo di fondamentale importanza per il nostro Comitato, indicherei il recepimento, da parte del CENELEC, della nuova IEC 60204-1 Ed.6, e il sostegno del cammino della nuova edizione della IEC 62061, dove è previsto di pervenire al 2° CD entro il primo semestre del 2017.

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
Sistemi di canalizzazione e accessori per cavi PROTEZIONE CONTRO I CONTATTI INDIRETTI IN PRESENZA DI CONVERTITORI DI POTENZA SISTEMI DI ACCUMULO DELL’ENERGIA ELETTRICA WEBINAR CEI: “Nuove idee per la costruzione, manutenzione e resilienza dei trasformatori elettrici” EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI: AGGIORNAMENTI NORMATIVI WEBINAR CEI: LA NUOVA FRONTIERA DEI SEMINARI ONLINE LA CULTURA NON SI FERMA: I SEMINARI CEI IN DIRETTA STREAMING CEI SC 121A “Apparecchiature a bassa tensione” SISTEMI AUDIO-VIDEOCITOFONICI E INTERFONICI MOBILITÀ ELETTRICA STRUMENTAZIONE NUCLEARE: ASPETTI ELETTRICI ED ELETTRONICI CEI CT 45 CONGRESSO EMC EUROPE 2020: UNA VETRINA INTERNAZIONALE UNICA SULLA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA ASPETTI AMBIENTALI DI PRODOTTI ELETTRICI ED ELETTRONICI EMC EUROPE PREMI CEI EDIZIONI 2019-2020 STATO DELL’ARTE E FUTURO NELLA LASER SAFETY ISOLATORI PASSANTI CONVEGNI E SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2020 QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE – Parte 2 QUADRI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE – Parte 1 FORMAZIONE CEI E-LEARNING CORSO CEI “MDR” CAMPAGNA SOCI 2020 In principio fu la pila 110 ANNI DI NORMAZIONE CLASSIFICAZIONI E PROVE AMBIENTALI CITOFONIA E OLTRE: IL NUOVO PANORAMA NORMATIVO IMPIANTI BT IMPIANTI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE IL CEI PREMIA CINQUE TESI DI LAUREA A ROMA IL SIMPOSIO “EMC EUROPE 2020” LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI SC 309A NUOVE TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI NUOVA GUIDA CEI 99-6 PER SISTEMI DI MESSA A TERRA PER IMPIANTI ELETTRICI MUOVERSI CON INTELLIGENZA AGGIORNATE LE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2018 RICCARDO LAMA NUOVO PRESIDENTE GENERALE CEI GESTIONE E CONTROLLO DELLE CARICHE ELETTROSTATICHE LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 306 LA CONNETTIVITÀ IN AMBITO RESIDENZIALE PER LA DIGITAL HOME ICDL 2019: A ROMA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’IEEE EFFICIENZA ENERGETICA DELL’ILLUMINAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI ISOLAMENTI PER BASSA TENSIONE NUOVE NORME SUL FOTOVOLTAICO NUOVA VARIANTE 5 NORMA CEI 64-8 GUIDA CEI 64-12 ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NELLE OPERE EDILI NUOVI SERVIZI CEI BOOKMARK E NOTEPAD LA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA NELLA TECNOLOGIA SOTTOCOMITATO CEI SC 210/77B COSTANTE PROGRESSO E DIFFUSIONE DELLA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL VENTO LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 88 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE RADIO E TV DI QUALITÀ IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”