rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

Fibre ottiche: le attività del CT86

Impianti elettrici nelle gallerie stradali

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA DEL CEI NEL 2020

29/07/2021
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Attività tecnico-normativa CEI

Nonostante le difficoltà legate alla pandemia di Covid-19, le attività tecnico-normative nel 2020 sono proseguite regolarmente, sia per quanto riguarda le collaborazioni nazionali con i Ministeri, l’Autorità ARERA, le PMI e i professionisti, sia per quanto riguarda il presidio CEI in ambito europeo ed internazionale.

Tutti i Comitati Tecnici CEI si sono riuniti regolarmente per predisporre la posizione italiana per i documenti in scadenza in IEC e CENELEC, gestire la loro trasposizione a livello nazionale, elaborare guide tecniche e documenti su argomenti di rilevanza nazionale, organizzare Giornate di studio e Seminari su tematiche oggetto di norme o guide CEI. Particolare cura è stata posta nel rendere possibile la più ampia partecipazione possibile di tutte le parti coinvolte ai Comitati Tecnici del CEI, soprattutto i rappresentanti di PMI e delle categorie di cui all’allegato III del Regolamento 1025/2012.

Attenzione specifica è stata dedicata alla traduzione in italiano delle norme internazionali e alla preparazione di guide tecniche, soprattutto per le norme armonizzate ai fini di Direttive/Regolamenti europei e per i settori di interesse delle PMI.

La percentuale di documenti di origine nazionale è del 5% sulla produzione complessiva dei documenti normativi. La percentuale, suddivisa per origine, è riportata in Figura 1.

Figura 1 – Produzione normativa 2020 per origine.

COLLABORAZIONI CEI CON MINISTERI E ALTRE ISTITUZIONI

Ministero dello Sviluppo Economico

È proseguita la stretta collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico nell’ambito della normativa tecnica. Sono proseguite le iniziative congiunte nell’ambito della “smart manufacturing Industria 4.0”, con Germania e Francia.

Ministero dello Sviluppo Economico –  Dipartimento delle Comunicazioni

È proseguita la collaborazione per il presidio dei rapporti con gli organismi internazionali di normazione nel campo delle Telecomunicazioni. Con questa finalità è proseguita l’attività definita dal Protocollo d’Intesa tra Ministero (ISCOM), CEI e UNI per il presidio coordinato delle attività in ambito ETSI (European Telecommunications Standards Institute) e ITU (International Telecommunication Union).

Ministero dell’Interno – Dipartimento dei Vigili del fuoco, del Soccorso pubblico e della Difesa civile

È proseguita la collaborazione, nonché le iniziative volte alla formazione degli operatori per la prevenzione degli incendi e alla migliore applicazione delle norme tecniche. Rappresentanti del Dipartimento VVF partecipano attivamente alla Commissione Superiore Tecnica CEI e alle iniziative di formazione. 

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

È stata rafforzata la collaborazione per la corretta applicazione del D.Lgs. 106/09, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, decreto che ha visto la revisione del Testo Unico sulla sicurezza di cui al D.Lgs. 81/2008. Il CEI partecipa attivamente alla Commissione per i lavori sotto tensione di cui al punto 1.1 dell’Allegato I del decreto interministeriale del 04.02.11.

Ministero della Difesa

È proseguita la collaborazione nell’ambito del progetto “Affidabilità di sistemi elettronici” presso il CTM (Comitato Tecnico Misto) del Ministero della Difesa.

ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti)

Nell’ambito del Protocollo d’intesa sottoscritto con ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti) sono state ampliate le attività di supporto tecnico-scientifico. Nel corso dell’anno è proseguita l’attività di aggiornamento, su incarico di ARERA, della Norma CEI 0-16 “Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti AT ed MT delle imprese distributrici di energia elettrica” e della Norma CEI 0-21 “Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica”.

Sono proseguite le attività di supporto per gli ambiti resilienza dei sistemi elettrici, contatori 2G e V2G e rifacimento delle colonne montanti nei condomini.

Ordini Professionali e associazioni di categoria delle Piccole e Medie Imprese

Sono stati rinnovati Protocolli d’Intesa con Ordini Professionali e associazioni di categoria delle Piccole e Medie Imprese al fine di ampliare gli ambiti di collaborazione e di servizi resi dal CEI e supportare la diffusione della normativa tecnica.

DECRETO LEGISLATIVO N. 223/2017

Nel corso del 2020 l’attività normativa, in attuazione di quanto previsto dal Decreto Legislativo 15 dicembre, n. 223, ha registrato la pubblicazione di 623 documenti normativi per un totale di 26.702 pagine, dei quali 29 di origine nazionale per 1.216 pagine, comprese 4 Guide tecniche.

Nella Figura 2 è indicata la suddivisione per macro settori, nel seguito si riporta una selezione dei documenti normativi CEI più significativi pubblicati nel 2020.

Impiantistica elettrica, relativi componenti, sistemi industriali ed efficienza energetica

Questo settore, con il 19% dei documenti normativi CEI prodotti, raggruppa l’attività dei Comitati Tecnici (CT) relativi alle tematiche degli impianti elettrici utilizzatori, compresi quelli destinati ad aree con pericolo di esplosione, degli impianti antintrusione e di illuminazione, dei sistemi industriali di controllo ed automazione (Smart Manufacturing) e dell’efficienza energetica.

Produzione, trasmissione e distribuzione energia elettrica, relativi componenti e smart grid

Questo settore, che presenta un ulteriore 19% dei documenti normativi CEI prodotti, raggruppa i Comitati Tecnici che trattano la produzione, trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica e le smart grid.

ICT e relativi componenti

Nel 2020 la produzione normativa in questo settore si è attestata al 14% dei documenti normativi CEI prodotti, raggruppando l’attività dei Comitati Tecnici che trattano audio, video e multimedia, cablaggio reti di telecomunicazioni, componentistica elettronica e argomenti correlati.

Trasporti, relativi componenti e E-mobility

Questo settore rappresenta il 11% dei documenti normativi CEI prodotti, vi rientrano le del CT 9 “Sistemi e componenti elettrici ed elettronici per trazione” e di tutti i Comitati che si occupano di E-mobility.

Beni di largo consumo

Con il 19% dei documenti normativi CEI prodotti, questo settore raggruppa l’attività dei Comitati Tecnici relativi agli apparecchi utilizzatori in ambito domestico, quali apparecchi di illuminazione, elettrodomestici ed elettromedicali.

Ambiente

Questo settore, con il 2% dei documenti normativi CEI prodotti, raggruppa le attività dei Comitati Tecnici che trattano problematiche connesse con l’ambiente, compresi gli effetti dei campi elettromagnetici sulle apparecchiature e sul corpo umano e la EMC (compatibilità elettromagnetica).

L’ambiente e l’impatto delle apparecchiature elettriche ed elettroniche su di esso rappresentano una priorità per l’attività normativa del CEI. Inoltre, le tematiche ambientali in campo industriale sono diventate strategiche e in quest’ottica l’attività normativa in tale ambito riveste sempre maggiore importanza proprio come riferimento tecnico fondamentale per l’industria e per le autorità stesse.

Argomenti di sistema e di carattere generale

Questo settore rappresenta il 16% dei documenti normativi CEI prodotti e raggruppa l’attività dei Comitati Tecnici che trattano argomenti di carattere sistemico (Active Assisted Living e Smart and Sustainable Cities and Communities) e dei Comitati Tecnici che affrontano tematiche di riferimento per gli altri Comitati Tecnici.

La nomina ufficiale nel 2020 del Presidente del CEI CT 318 “Active Assisted Living” consentirà al CEI di rafforzare il presidio delle attività nell’ambito dell’IEC SyC Active Assisted Living, settore sempre più rilevante per poter fornire un supporto normativo adeguato alle persone anziane e ai soggetti con disabilità fisiche.

In tema Smart and Sustainable Cities and Communities, a livello internazionale è operativo il Comitato di Sistema IEC SyC Smart Cities “Electrotechnical Aspects of Smart Cities”, presidiato dal Comitato italiano CEI CT 317 “Smart Cities”.

CIVES – Tavolo di Confronto CEI E-mobility

Con la fine del 2020 è cessata l’attività di CIVES come Associazione autonoma all’interno del CEI che ha garantito per anni un’attività di analisi, studio, ricerca, informazione e presidio del settore dell’E-Mobility. Nel 2020 sono proseguiti da parte di CIVES i rapporti e le collaborazioni con istituzioni e associazioni (Ministero dell’Ambiente e Ministero dello Sviluppo Economico, AVERE, ANCI, ANACI), oltre ad una intensa attività di comunicazione.

Vista la crescente importanza dell’E-Mobility, il CEI ha comunque voluto confermare, rafforzandola, la propria presenza e partecipazione ai tavoli nazionali ed internazionali del settore, portando le posizioni condivise dai propri associati. Per tale motivo, contestualmente alla cessazione delle attività della CIVES, dal primo gennaio 2021 il CEI ha attivato il nuovo Tavolo di confronto – TdC E-Mobility.

In un’ottica di sistema, il Tavolo di Confronto CEI ha lo scopo di facilitare lo scambio di informazioni tra i diversi soggetti al fine di identificare le esigenze di standardizzazione di uno specifico settore, garantendo un collegamento diretto con i Comitati Tecnici preposti allo sviluppo delle norme, gli Enti di normazione internazionali, le Istituzioni e le principali Associazioni del settore. Al Tavolo partecipano esperti designati dai Soci CEI.

Il Tavolo di Confronto E-Mobility ha l’obiettivo di coordinare i diversi attori intorno al tema della mobilità elettrica al fine di identificare le diverse necessità in chiave normativa. È collegato ai seguenti Comitati Tecnici CEI: CT 312 “Componenti e sistemi elettrici ed elettronici per veicoli elettrici e/o ibridi per la trazione elettrica stradale”, CT 2 “Macchine rotanti”, CT 13 “Misura e controllo dell’energia elettrica”, CT 20 “Cavi elettrici”, CT 21/35 “Accumulatori a pile”, CT 23 “Apparecchiatura a bassa tensione”, CT 69 “Macchine elettriche dei veicoli stradali elettrici”, CT 105 “Celle a combustibile”, CT 111 “Aspetti ambientali di prodotti elettrici ed elettronici” e CT 316 “Regole di connessione alle reti”.

Il Tavolo di Confronto CEI E-Mobility garantirà inoltre il collegamento con gli Enti di normazione internazionali (IEC e CENELEC), le Istituzioni (Ministeri, ARERA), le principali Associazioni del settore e il collegamento con il network di AVERE, l’Associazione europea per l’elettromobilità, organizzata in 16 Sezioni Nazionali con oltre 1.000 operatori industriali e istituzionali (https://www.avere.org).

Clicca qui per scaricare il PDF completo
condividi su facebook   condividi su twitter