rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

110

1909-2019

In principio fu la pila

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 109

16/04/2019
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Le interviste agli officers CEI CT 109

Sergio BOSSI, Presidente CEI CT 109

È nato a Varese il 21/05/1968. Si è diplomato come Perito Elettrotecnico nel 1987 presso l’Istituto Tecnico Industriale Statale di Gallarate.

Attualmente è Supervisore Tecnico del settore di prova Apparecchi Modulari del Laboratorio di BTicino Spa. Dalla fine degli anni ’90 partecipa attivamente all’attività normativa riguardante il Coordinamento dell’isolamento per le apparecchiature nei sistemi a bassa tensione e Interruttori automatici per applicazioni domestiche e similari.

In BTicino ha cominciato a lavorare nel 1989 prima come Tecnico di Laboratorio e dal 2000 come Supervisore Tecnico assicurando l’attività di Laboratorio necessaria allo sviluppo di nuovi prodotti e, attraverso la partecipazione a comitati nazionali e internazionali di standardizzazione, il monitoraggio dello sviluppo delle normative al fine di aggiornare costantemente marketing e R&D con le informazioni necessarie per le scelte relative allo sviluppo dell’offerta aziendale.

A livello normativo, ricopre le seguenti funzioni:

  • dal 2010 Presidente del CEI CT 109;
  • dal 2007 Segretario del CEI SC 23E “Interruttori automatici per applicazioni domestiche e similari”;
  • dal 1998 Esperto italiano dell’IEC TC 109 “Insulation co-ordination for low-voltage equipment” e relativi Gruppi di lavoro;
  • dal 2005 Esperto italiano di IEC SC 23E “Circuit-breakers and similar equipment for household use” e CENELEC SC 23E “Circuit breakers and similar devices for household and similar applica- tions” e relativi Gruppi di lavoro;
  • dal 2011 Membro del CEI CT 64 “Impianti elettrici utilizzatori di bassa tensione (fino a 1000 V in c.a. e a 1500 V in c.c.)”.

Ci può presentare l’attività del Comitato Tecnico CEI 109?

Lo scopo del CT 109 è quello di preparare Norme sui principi del coordinamento dell’isolamento applicabili a tutte le apparecchiature di bassa tensione e di fornire ai Comitati Tecnici le regole per la determinazione delle caratteristiche di tensione per il coordinamento dell’isolamento e i dati fisici per il dimensionamento dell’isolamento ai valori di tensione assegnati.

Il CT 109 ha una funzione orizzontale di sicurezza e si occupa del coordinamento dell’isolamento per le tensioni inferiori o uguali a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua, compreso il dimensionamento delle distanze di isolamento superficiali e in aria e i requisiti per l’isolamento solido.

Questo include tutti i metodi relativi alle prove dielettriche in rapporto al coordinamento dell’isolamento.

L’attività principale del CT 109 CEI è legata ai Maintenance Team IEC che trattano i principi base di dimensionamento e prove delle distanze necessarie per il corretto isolamento degli apparecchi in bassa tensione e il loro coordinamento, in funzione delle sollecitazioni dielettriche attese durante il loro esercizio.

Per raggiungere correttamente gli obiettivi e per far riconoscere il valore dei documenti pubblicati nella maniera più estesa possibile, il Technical Committee 109 IEC ha stabilito “liaisons” permanenti con numerosi comitati e sottocomitati di prodotto, sistema e metodi di prova.

Qual è stato e qual è il contributo italiano in sede internazionale nei relativi Gruppi di lavoro e Maintenance Team IEC e CENELEC?

Da oltre 30 anni il nostro Comitato partecipa attivamente ai lavori internazionali, attraverso il contributo di esperti all’interno dei Gruppi di lavoro (WG – Working Group) e Maintenance Team (MT) IEC portando l’esperienza e il know-how dei costruttori e dei laboratori di prova attivi sul territorio nazionale italiano.

In sede CENELEC non esiste attività tecnica addizionale e il recepimento delle norme IEC avviene attraverso l’intermediazione della Segreteria Relatrice TC 109 che si interfaccia con il Technical Board a questo scopo.

Come pensa che il CT 109 si debba rapportare al mondo dell’industria nel nostro Paese?

Riteniamo che il mondo della normazione debba essere al passo con l’industria elettrica ed elettronica al fine di accogliere nei documenti normativi l’evoluzione tecnolo- gica di materiali, componenti e soluzioni.

La partecipazione dell’industria del settore all’attività normativa diventa quindi indispensabile strumento per il raggiungimento di questo obiettivo.

Alberto SIANI, Segretario CEI CT 109

È nato a Salerno nel 1958. Si è laureato in Ingegneria Elettrotecnica all’Università degli Studi di Napoli nel 1983.

È Country Standardization Manager in Schneider Electric Spa, dove ha iniziato a lavorare nel 1989 come Tecnico Normativo, diventando nel 2000 Responsabile Tecnico e Normativo del Marketing di Prodotto e dal 2009 Responsabile Norme e Software Tecnici dell’Unità Power Business.

In precedenza ha lavorato in AEM Milano dal 1985 al 1987 nella Direzione Lavori Rete Gas, dal 1987 all’89 nella Direzione Progetti.

Ha ricoperto e ricopre tutt’ora numerosi incarichi a livello normativo:

  • Segretario del CEI CT 109 (a partire dal 1994);
  • Presidente del CENELEC TC 17B (a partire dal febbraio 2010) e del mirror CEI SC 17B (Apparecchiatura bassa tensione), rinominati, rispettivamente, TC 121A e SC 121A dal 2014;
  • Presidente del CEI CT 121 (Apparecchiature e quadri bassa tensione) dal 2014;
  • Segretario del CEI CT 64 (Impianti elettrici di bassa tensione) a partire dal gennaio 2009;
  • Presidente della Commissione Tecnica “Apparecchi industriali bassa tensione” e della Commissione Tecnica “Quadri elettrici bassa tensione” – ANIE/Energia (dal 2001).

Gli sono stati attributi tre prestigiosi riconoscimenti in ambito normativo: il PIN Award CENELEC nel 2017, il 1906 Award IEC nel 2017e il Premio CEI Giovanni Giorgi nel 2018.

Ing. Siani, può farci un breve bilancio, ad oggi, del lavoro svolto dal CT 109?

Fino ad oggi è stato un bilancio decisamente positivo in quanto il CT ha seguito attivamente tutte i lavori internazionali anche attraverso la partecipazione alle riunioni plenarie e dei singoli gruppi di lavoro. Inoltre, ha valutato, commentato e votato sempre tutti i documenti fino ad ora circolati.

Come pensate di potenziare la partecipazio- ne alle attività del CT?

La stabilità sostanziale della serie di Norme CEI EN 60664 (Coordinamento dell’isolamento per le apparecchiature nei sistemi a bassa tensione) per più di un decennio ha comportato un raffreddamento dell’interesse da parte degli operatori dell’industria e quindi una graduale di- minuzione della partecipazione alle attività del Comitato Tecnico.

A questo scopo, nel corso del 2018 il CEI ha invitato ANIE a valutare la possibilità e l’opportunità di coinvolgere nuove competenze da parte dei settori interessati dell’industria elettromeccanica ed elettronica, aspettandosi ritorni positivi in tal senso.

Quali sono, secondo Lei, gli obiettivi prioritari che bisognerebbe dare al mondo normativo elettrico in generale e a quello del CT 109 in particolare?

È necessario che il settore elettrico ed elettronico si facciano carico di una parte delle responsabilità ambientali sempre più oggetto di attenzione e origine di potenziale rischio per la collettività. Diventa importante, se non imprescindibile, la spinta del mondo elettrico e, per quanto gli compete, del mondo della normazione elettrica, verso soluzioni di efficienza energetica a partire dai componenti per arrivare ai sistemi elettrici e ai grandi impianti.

Il CT 109 dovrà farsi carico di seguire questa tendenza fornendo i criteri per il dimensionamento dei prodotti e l’utilizzo dei materiali più corretti.

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
In principio fu la pila 110 ANNI DI NORMAZIONE CLASSIFICAZIONI E PROVE AMBIENTALI CITOFONIA E OLTRE: IL NUOVO PANORAMA NORMATIVO IMPIANTI BT IMPIANTI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE IL CEI PREMIA CINQUE TESI DI LAUREA A ROMA IL SIMPOSIO “EMC EUROPE 2020” LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI SC 309A NUOVE TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI NUOVA GUIDA CEI 99-6 PER SISTEMI DI MESSA A TERRA PER IMPIANTI ELETTRICI MUOVERSI CON INTELLIGENZA AGGIORNATE LE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2018 RICCARDO LAMA NUOVO PRESIDENTE GENERALE CEI GESTIONE E CONTROLLO DELLE CARICHE ELETTROSTATICHE LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 306 LA CONNETTIVITÀ IN AMBITO RESIDENZIALE PER LA DIGITAL HOME ICDL 2019: A ROMA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’IEEE EFFICIENZA ENERGETICA DELL’ILLUMINAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI ISOLAMENTI PER BASSA TENSIONE NUOVE NORME SUL FOTOVOLTAICO NUOVA VARIANTE 5 NORMA CEI 64-8 GUIDA CEI 64-12 ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NELLE OPERE EDILI NUOVI SERVIZI CEI BOOKMARK E NOTEPAD LA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA NELLA TECNOLOGIA SOTTOCOMITATO CEI SC 210/77B COSTANTE PROGRESSO E DIFFUSIONE DELLA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL VENTO LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 88 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE RADIO E TV DI QUALITÀ IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”