rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

110

1909-2019

In principio fu la pila

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

LE MOLTEPLICI APPLICAZIONI DELLE TECNOLOGIE A CELLE A COMBUSTIBILE

19/03/2018
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

Sicurezza, prestazioni e ambiente in primo piano nell’agenda dei Gruppi di lavoro per la definizione delle norme.

Mauro SCAGLIOTTI, Segretario CEI CT 105

Nato a Casale Monferrato nel 1957, si è laureato in Fisica all’Università di Pavia e ha ottenuto il dottorato in Fisica dello Stato Solido all’Università Pierre e Marie Curie di Parigi.

Dal 1986 lavora presso Ricerca sul Sistema Energetico – RSE SpA di Milano (già CISE e CESI Ricerca), dove si è occupato fino al 2013 di differenti tecnologie di celle a combustibile per applicazioni stazionarie. In particolare ha collaborato allo sviluppo della tecnologia di cella a carbonati fusi di Ansaldo Fuel Cells, seguendo presso i laboratori di RSE la caratterizzazione e l’esercizio di componenti, celle e stack da laboratorio e prototipi di impianti di potenza. Più recentemente ha iniziato ad occuparsi di tematiche relative alla purificazione e all’utilizzo di biogas e di biometano.

Partecipa attivamente allo sviluppo di norme a livello nazionale ed internazionale da circa quindici anni. Dal 2002 è membro del Comitato Tecnico CEI CT 105 – Celle a combustibile, di cui ha ricoperto la carica di Presidente per tre mandati, dal 2007 al 2016. È presente in tre Gruppi di lavoro internazionali della IEC, su celle a combustibile (IEC TC 105 WG1 e WG4) e batterie a circolazione di elettrolita (IEC TC 21/ TC105 JWG7) e nel 2010 ha ricevuto il “1906 Award IEC” per il contributo allo sviluppo della Norma IEC 62282-3-2 sui metodi di prova dei sistemi di potenza a celle a combustibile per applicazioni stazionarie. Da qualche anno fa parte anche dei Gruppi di lavoro normativi nazionali sul biometano (UNI/CIG CT101/ GL02) e sull’idrogeno (UNI/CEI CT 056).

È autore di numerose pubblicazioni e comunicazioni a convegni di fisica dello stato solido, scienza dei materiali, celle a combustibile e biomasse ed è membro di Comitati scientifici di convegni internazionali, tra cui la Piero Lunghi Conference – European Fuel Cell Conference & Exhibition.

 

Di che cosa si occupa e come è strutturato il TC 105?

Il Comitato Tecnico TC 105 “Fuel Cell Technologies”, di cui il CT 105 nazionale è mirror, è stato fondato dall’IEC nel 1999 con il compito di sviluppare norme sulla sicurezza e sulle prestazioni di dispositivi e sistemi a celle a combustibile. Le norme del TC 105 riguardano tutte le tecnologie di celle a combustibile e differenti applicazioni, quali i sistemi di generazione di potenza stazionaria, inclusi i piccoli sistemi per generazione distribuita e cogenerazione (CHP), i sistemi portatili e le micro celle che possono trovare impiego nell’alimentazione dell’elettronica di consumo.

Nel settore dei trasporti rientrano nelle competenze del TC 105 le celle per sistemi ausiliari (ad es. i cosiddetti range extender) e i sistemi propulsivi per veicoli industriali non destinati a circolare su strada (ad es. i carrelli elevatori), mentre le attività riguardanti le celle utilizzate nei sistemi di propulsione dei veicoli stradali sono da svolgere in modo coordinato con il TC 22 ISO.

In Figura 1 si riporta uno schema dell’attuale struttura del TC 105.

 

Può farci un breve bilancio, ad oggi, del lavoro svolto dal Comitato Tecnico 105?

Si tratta di un bilancio senz’altro molto positivo. Il CT 105 nasce come comitato mirror (corrispondente) del TC 105 IEC ed il lavoro normativo si svolge essenzialmente all’interno dei Gruppi di lavoro internazionali, dove la presenza italiana è costantemente cresciuta nel corso degli anni.

Siamo presenti in sette (Tabella 1) dei quattordici Gruppi di lavoro del TC 105 IEC che si occupano della predisposizione e manutenzione delle norme internazionali sulle celle a combustibile e in un Gruppo congiunto (JWG7 TC 21/TC 105) che sta formulando le prime norme di prodotto sulle batterie a flusso di elettrolita, una tecnologia di accumulo elettrico che condivide con le celle a combustibile diverse soluzioni tecnologiche riguardanti la componentistica.

Da segnalare in particolare il ruolo di coordinamento che l’Italia ha recentemente assunto all’interno del WG13 che si occupa di normare i sistemi a celle a combustibile a ossidi solidi reversibili. Si tratta di sistemi che possono essere gestiti direttamente come generatori di potenza e dispositivi di accumulo  (di idrogeno) semplicemente invertendo la polarità delle celle, e quindi in grado di contribuire a mitigare l’erraticità dell’offerta di energia elettrica da parte delle fonti rinnovabili non programmabili.

Tabella 1 – Gruppi di lavoro (WG) del TC 105 “Fuel cell technologies” con partecipazione italiana

 

Quali attività svolte ricorda con maggiore soddisfazione?

Sono entrato a far parte del CT 105 già con una consolidata esperienza di progetti europei sulle celle a combustibile maturata negli anni Novanta. La partecipazione ai Gruppi di lavoro internazionali del TC 105 è stata per me un’esperienza importantissima sia dal punto di vista professionale, sia da quello interpersonale. Sono onorato di aver potuto collaborare direttamente con esperti di primissimo piano provenienti dalle principali industrie del settore, statunitensi e giapponesi.

A livello nazionale è senz’altro motivo di grande soddisfazione l’aver contribuito alla crescita del gruppo di esperti italiani che ho coordinato come Presidente del CT 105 per tre mandati consecutivi e al quale conto di poter ancora dare un valido supporto come Segretario. L’entusiasmo e la competenza dei nuovi giovani colleghi, che sono stati via via inseriti nel CT 105, garantisce anche per il futuro un’attiva presenza italiana sui tavoli normativi internazionali.

 

Qual è stato e qual è il contributo italiano in sede internazionale dei relativi TC IEC e CENELEC?

La presenza diretta nei Gruppi di lavoro internazionali della IEC è fondamentale per poter incidere in modo significativo. I sette esperti italiani attualmente presenti a livello internazionale partecipano regolarmente ai lavori dei rispettivi Gruppi di lavoro e ovviamente alle riunioni plenarie del TC 105. Il CT 105 sottomette regolarmente numerosi commenti alle bozze di norma in inchiesta pubblica.

Il contributo italiano è sempre stato molto apprezzato e due italiani sono stati già insigniti, rispettivamente nel 2010 e nel 2017, del prestigioso “1906 Award” della International Electrotechnical Commission, assegnato ogni anno a due esperti di ciascun Comitato tecnico che si siano distinti per l’apporto dato allo sviluppo di norme internazionali. I membri del CT 105 del CEI sono anche stimati per l’organizzazione di diverse riunioni dei Gruppi di lavoro internazionali e sarà proprio il CT 105 CEI ad organizzare a Milano, nel novembre 2018, la prossima riunione plenaria del TC 105 IEC.

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
In principio fu la pila 110 ANNI DI NORMAZIONE CLASSIFICAZIONI E PROVE AMBIENTALI CITOFONIA E OLTRE: IL NUOVO PANORAMA NORMATIVO IMPIANTI BT IMPIANTI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE IL CEI PREMIA CINQUE TESI DI LAUREA A ROMA IL SIMPOSIO “EMC EUROPE 2020” LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI SC 309A NUOVE TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI NUOVA GUIDA CEI 99-6 PER SISTEMI DI MESSA A TERRA PER IMPIANTI ELETTRICI MUOVERSI CON INTELLIGENZA AGGIORNATE LE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2018 RICCARDO LAMA NUOVO PRESIDENTE GENERALE CEI GESTIONE E CONTROLLO DELLE CARICHE ELETTROSTATICHE LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 306 LA CONNETTIVITÀ IN AMBITO RESIDENZIALE PER LA DIGITAL HOME ICDL 2019: A ROMA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’IEEE EFFICIENZA ENERGETICA DELL’ILLUMINAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI ISOLAMENTI PER BASSA TENSIONE NUOVE NORME SUL FOTOVOLTAICO NUOVA VARIANTE 5 NORMA CEI 64-8 GUIDA CEI 64-12 ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NELLE OPERE EDILI NUOVI SERVIZI CEI BOOKMARK E NOTEPAD LA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA NELLA TECNOLOGIA SOTTOCOMITATO CEI SC 210/77B COSTANTE PROGRESSO E DIFFUSIONE DELLA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL VENTO LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 88 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE RADIO E TV DI QUALITÀ IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”