rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

110

1909-2019

In principio fu la pila

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

PREVENZIONE CONTRO ESPLOSIONI E SOSTANZE INFIAMMABILI

06/10/2017
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

CT 31: un Comitato orizzontale per le apparecchiature elettriche in atmosfere potenzialmente a rischio.

Francesco ESPOSITO, Presidente CEI/CT 31 – Materiali antideflagranti

Nato a Milano nel 1967, diplomato Perito industriale con specializzazione in elettrotecnica. È libero professionista, in servizio per IMQ – Istituto Italiano del Marchio Qualità SpA, come esperto tecnico nell’ambito della Direttiva ATEX e del Sistema di certificazione IECEx per prodotti Ex. In ambito normativo ha partecipato costantemente dal 2002 alla normazione internazionale IEC e ISO, europea CEN e CENELEC e nazionale CEI ed UNI.

Dal 2012 al 2016 ha ricoperto il ruolo di System and solution product & Process Auditor and Solution Engineering Center Norm Expert presso una rinomata azienda nel campo delle tecnologie di protezione contro le esplosioni dei componenti elettrici e in quello dei sensori. Precedentemente, dal 2007 al 2012, ha assunto l’incarico di Capo Laboratorio Direttive ATEX e RoHS presso l’IMQ. Specializzato nelle certificazioni ATEX, ha rivestito importanti ruoli nel corso della sua carriera professionale, tra i quali quello di ATEX Product manager, svolgendo diverse attività di certificazione e prove risk assessment, ispezione, classificazione e formazione in campo Ex.

Inoltre, ha svolto numerose attività di docenza dal 2003 al 2016 per il CEI ed altri organismi, in particolare afferenti alle Direttive ATEX.

Al CEI, oltre ad essere l’attuale Presidente del CT 31 Materiali antideflagranti, è stato coordinatore del GdL congiunto TC 31/SC 61J e membro dei seguenti Comitati: SC 31J, CT 70, SC 17D, CT 20, CT 216, CT21/35, SC 34C, CT 65, SC 65B, CT 85/66, CT 109 e CT 111.

In IEC partecipa attivamente come membro e delegato nazionale ai seguenti Comitati:

  • TC 31 “Equipment for Explosive Atmospheres”;
  • SC 31J “Classification of hazardous area”;
  • SC 31G “Intrinsically safe equipment and systems”;
  • SC 31M “Non electrical equipment for explosive atmospheres”.

In CENELEC è membro e delegato nazionale del TC 31 e del TC 305.

 

Di quali normative si occupa il Comitato Tecnico CEI 31?

Il Comitato Tecnico 31 si occupa di materiale elettrico per luoghi con pericolo di esplosione e della classificazione di tali luoghi, dunque, di tutta la normazione dedicata a mitigare e ridurre il rischio di esplosione nei luoghi di lavoro o in tutti quei luoghi ove ci sono, si trattano, si generano e si utilizzano sostanze infiammabili sia nella forma gassosa che polverosa, cioè solida, tra le quali: farine, cacao, carbone; oppure le classiche sostanze infiammabili quali metano, idrogeno o acetilene, che vengono normalmente utilizzate nelle industrie di processo ed in tantissimi altri settori.

Per questo motivo il CT  31 non si occupa di un prodotto in particolare, ma è un Comitato orizzontale che tratta tutti i prodotti: dalle apparecchiature di illuminazione ai sensori per l’industria di processo, alle macchine elettriche, ai riscaldatori e alle prese spine. Il CT 31 annovera tra i propri membri numerose esperienze e molti costruttori delle più disparate provenienze dal mondo dell’elettronica, della meccanica, della chimico-fisica, dell’industria di processo, dell’automazione e del software. Si può affermare, quindi, che all’interno di questo Comitato Tecnico è possibile condividere conoscenze accomunate tutte da un unico obiettivo, cioè quello di ridurre il rischio di esplosione nei luoghi di lavoro, salvando centinaia di vite umane, tutelando l’ambiente  e mantenendo l’operatività dell’industria in sicurezza.

 

Qual è il contributo del CT italiano a livello internazionale IEC e CENELEC?

Il contributo del CT italiano è notevole nei rispettivi Comitati europei (CENELEC) ed internazionale (IEC), dove viene svolto il 90% delle attività.

Recependo una percentuale così elevata di standard dal mondo IEC e anche ISO, il contributo italiano è particolarmente rilevante da un lato perché è necessario partecipare come industria italiana alla normazione internazionale, creando nuovi standard e mantenendo quelli esistenti; dall’altro per permettere che l’industria italiana possa continuare a sviluppare, produrre e fabbricare prodotti di vario genere, dalle macchine elettriche alle apparecchiature di illuminazione o ai sensori, che siano conformi agli standard internazionali e che quindi godano anche dei requisiti necessari per poter circolare liberamente nei mercati internazionali dal Sud America, all’Australia, al Nord America, al Sud Africa, nonché in Europa, dove sussistono specifiche le direttive.

Il contributo italiano è quindi fondamentale ed è necessario partecipare attivamente ai lavori normativi in quanto questi standard, che poi si andranno a tradurre ed ad utilizzare, siano coerenti con la nostra grande tradizione industriale e scientifica e possano sempre produrre prodotti non solo sicuri ma anche tecnologicamente all’avanguardia.

 

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
In principio fu la pila 110 ANNI DI NORMAZIONE CLASSIFICAZIONI E PROVE AMBIENTALI CITOFONIA E OLTRE: IL NUOVO PANORAMA NORMATIVO IMPIANTI BT IMPIANTI ELETTRICI DI BASSA TENSIONE IL CEI PREMIA CINQUE TESI DI LAUREA A ROMA IL SIMPOSIO “EMC EUROPE 2020” LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI SC 309A NUOVE TECNOLOGIE E MATERIALI PER DISPOSITIVI INTELLIGENTI PORTATILI NUOVA GUIDA CEI 99-6 PER SISTEMI DI MESSA A TERRA PER IMPIANTI ELETTRICI MUOVERSI CON INTELLIGENZA AGGIORNATE LE REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE ALLE RETI ELETTRICHE L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2018 RICCARDO LAMA NUOVO PRESIDENTE GENERALE CEI GESTIONE E CONTROLLO DELLE CARICHE ELETTROSTATICHE LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 306 LA CONNETTIVITÀ IN AMBITO RESIDENZIALE PER LA DIGITAL HOME ICDL 2019: A ROMA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE DELL’IEEE EFFICIENZA ENERGETICA DELL’ILLUMINAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI SICUREZZA DEGLI ISOLAMENTI PER BASSA TENSIONE NUOVE NORME SUL FOTOVOLTAICO NUOVA VARIANTE 5 NORMA CEI 64-8 GUIDA CEI 64-12 ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NELLE OPERE EDILI NUOVI SERVIZI CEI BOOKMARK E NOTEPAD LA COMPATIBILITÀ ELETTROMAGNETICA NELLA TECNOLOGIA SOTTOCOMITATO CEI SC 210/77B COSTANTE PROGRESSO E DIFFUSIONE DELLA PRODUZIONE DI ELETTRICITÀ DAL VENTO LE INTERVISTE AGLI OFFICERS CEI CT 88 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO DELLE MACCHINE RADIO E TV DI QUALITÀ IL CT 316: TRA NORMAZIONE TECNICA E REGOLAZIONE CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA CEI 2019 SOCI CEI 2019: PROTAGONISTI DEL FUTURO INDUSTRIA 4.0: TECNOLOGIE ABILITANTI CORSI CEI 0-14 PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI: TERRA, ATEX E FULMINI COMITATO TECNICO CEI 316 PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DALLE SOVRATENSIONI TRASFORMATORI DI MISURA INNOVATIVI CONVEGNI DI FORMAZIONE GRATUITA 2019: LA FORMAZIONE A NORMA ARRIVA IL SERVIZIO BOOKMARK QUADRI DI AUTOMAZIONE E DISTRIBUZIONE NUOVE NORME PER L’INDUSTRIA 4.0 ITS SCHOOL PROJECT: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO, AL VIA IL BANDO 2019 ENERGIA ELETTRICA A PORTATA DI TUTTI E2 FORUM: MOSTRA SU MOBILITÀ VERTICALE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI PER GLI EDIFICI AGGIORNATA LA NORMA PER GLI INTERRUTTORI MANUALI I CONCETTI DI BASE PER I SISTEMI DI ALLARME NORME TECNICHE E REGOLA DELL’ARTE PER SISTEMI DI SICUREZZA SISTEMI E COMPONENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI PER TRAZIONE IL PREMIO CEI – MIGLIOR TESI DI LAUREA 2018 PREMIERA’ PER LA PRIMA VOLTA CINQUE STUDENTI L’IMPIANTO ELETTRICO UTILIZZATORE A SERVIZIO DELL’AZIENDA 4.0 CORSO CEI INDUSTRIA 4.0 CORSO CEI CAVI CPR COMITATO TECNICO CEI CT 81 L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”