rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

Il contributo del CEI alla radioterapia

e alla medicina nucleare

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

PROTEGGERE IL NOSTRO MONDO “VIRTUALE”

18/02/2019
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

L’IoT ha rivoluzionato molti settori industriali, da quello agricolo, dei trasporti ed energetico, a quello sanitario, produttivo e commerciale.

I futuri sistemi di trasporto intelligente analizzeranno i big data per migliorare la sicurezza su strada e salvare vite

(Photo: www.automotivit.com)

Ogni giorno, come qualsiasi altro, ti svegli, controlli il tuo smartphone, leggi le e-mail, annoti la qualità del sonno, ottieni in tempo reale previsioni  del tempo aggiornate e ti vesti di conseguenza, regoli da un’applicazione gli apparecchi della tua casa smart, salti in macchina, consulti il tuo assistente personale virtuale riguardo alla tua agenda, in treno leggi le notizie sul telefono, paghi alcune bollette e tutto questo prima di arrivare in ufficio.

L’Internet of Things (IoT), con i suoi miliardi di dispositivi e sistemi connessi, muniti di sensori, è diventato parte della nostra vita quotidiana. In effetti, la connettività è sempre più indispensabile alla nostra tipologia di vita.

Oltre a questo, le progredite tecnologie dell’intelligenza artificiale (AI) sono sempre più incorporate in sistemi e prodotti. Utilizzando algoritmi analitici, le macchine sono in grado di imparare comportamenti intelligenti (da “esseri umani”) grazie all’immensa quantità di dati che raccolgono, acquisendo conoscenze utili che possono aumentare l’esperienza dell’utilizzatore.

I sistemi intelligenti stanno rendendo più efficienti città, trasporti e infrastrutture energetiche critiche, mentre la convergenza di IT (Information Technology) e OT (Operation Technology) ha consentito ad aziende intelligenti di creare processi produttivi flessibili che possono rispon- dere con rapidità, e a basso costo, alle variazioni della domanda.

La tecnologia intelligente (“Smart”), incorporata negli edifici e nelle abitazioni, consente di azionare gli accessi agli edifici, la sicurezza, la gestione di dati ed energia elettrica, l’uso dell’acqua, l’illuminazione e la temperatura, e offre a disabili e anziani l’autonomia necessaria a svolgere le loro attività quotidiane in casa propria.

Tutto questo è grandioso, ma funziona solo se sono garantite la sicurezza e la tutela dei dati raccolti, oltre alla sicurezza di questi sistemi e prodotti. Questo solleva inoltre altre questioni, come ad esempio: chi effettivamente ha la pro- prietà di tutti questi dati?

La IEC ha elaborato molte Norme che aiutano a salvaguardare le attività di infrastrutture cruciali, come per esempio le forniture di energia elettrica, a garantire la sicurezza per l’automazione industriale e ad affrontare la gestione del rischio per dispositivi e sistemi in ambito sanitario. La IEC inoltre lavora per la valutazione di conformità, includendo prove e schemi di certificazione globale per apparecchiature e componenti elettrotecnici.

In merito a questo, guardiamo come le Norme contribuiscono alla sicurezza informatica per alcune di queste aziende, per esempio cosa è necessario per proteggere i complessi processi di produzione in termini di sicurezza e interoperabilità, mantenendo gli aspetti funzionali e di sicurezza delle tecnologie in atto.

Impariamo come la fidatezza sia fondamentale per lo sviluppo di Norme Internazionali in ambito IoT che costituiranno la base di architetture e sistemi IoT specifici, utilizzabili in diversi settori.

L’industria aeronautica ha già adottato misure per garantire la sicurezza di milioni di passeggeri e la tutela di attività economiche mondiali, che coprono le infrastrutture aeroportuali, i sistemi di controllo del traffico aereo e i velivoli stessi. Oltre ad esaminare passeggeri, bagagli e merci, guardiamo come la protezione globale dell’intero sistema aeronautico e di tutte le sue componenti a terra e in volo dipendano ancor più dal livello di sicurezza di entrambi i sistemi IT e OT per contrastare le minacce informatiche.

Dal momento che la sanità diviene sempre più digitalizzata, quantità enormi di dati di pazienti vengono generate, archiviate e condivise nei diversi sistemi sanitari. Gli algoritmi dell’Intelligenza Artificiale potrebbero essere utilizzati in alcune situazioni, comprese  quelle di riscontro e diagnosi di svariate condizioni di salute e in sostituzione di medici e specialisti nelle unità di terapia intensiva. Analizziamo le sfide cruciali, quali l’etica, le normative, la privacy e i precon- cetti sugli algoritmi, e come l’impegno IEC già in atto per la Normazione dell’intero ecosistema dell’Intelligenza Artificiale (AI), riguarderà queste ed altre questioni.

Articolo di Antoinette Price tratto da IEC etech 6/2018

 

condividi su facebook   condividi su twitter