rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

REPORT ATTIVITÀ CEI 2017

ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI

NORME PER LA DOMOTICA E LA BUILDING AUTOMATION

www.ceinorme.it my.ceinorme.it
rivista online di informazione del comitato elettrotecnico italiano

RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI

10/11/2016
condividi su facebook   condividi su twitter
rimpicciolisci il testo dell'articolo ingrandisci il testo dell'articolo

IEC e CENELEC si impegnano ad incrementare ulteriormente l’allineamento tra Norme Internazionali e Norme Europee.

Venerdì 14 ottobre 2016, durante la Riunione Generale annuale IEC, tenutasi a Francoforte, la IEC, che pubblica la stragrande maggioranza delle Norme Internazionali per i sistemi e i dispositivi elettrici ed elettronici, e il CENELEC, la sua controparte in ambito europeo, hanno firmato un accordo che aumenterà il processo di armonizzazione tra Norme Internazionali e Norme Europee, rinnovando un impegno reciproco già sottoscritto nel 1996. Questo accordo avvantaggerà ulteriormente l’industria elettrica ed elettronica europea nell’esportare prodotti sui mercati mondiali, molti dei quali si affidano alle Norme Internazionali IEC, così come i costruttori di altri Paesi, che saranno in grado di esportare più facilmente sistemi elettrici e prodotti nel mercato europeo.

Oggi, i dispositivi elettrici ed elettronici costituiscono la categoria più ampia di beni commercializzati nel mondo. Nel 2015, rappresentavano il 17,7% del valore commerciale totale, secondo le statistiche sul commercio estero fornite dalle Nazioni Unite. Questo senza tenere conto degli apparecchi di illuminazione, dei dispositivi fotografici, di aeromobili e treni, beni che non sono compresi in questi numeri. L’Europa è un consumatore importante di dispositivi e sistemi elettrici ed elettronici e ospita migliaia di piccole, medie e grandi imprese attive in questo settore, molte delle quali vogliono vendere oltre i confini nazionali ed europei.

Attualmente l’80% di tutte le Norme elettrotecniche Europee pubblicate dal CENELEC è identico alle Norme Internazionali IEC, o si basa su queste. Si è raggiunto questo livello attraverso l’Accordo di Dresda, siglato  verso la fine del XX secolo tra le due Organizzazioni. Tuttavia, molto è cambiato da allora – il commercio globale di dispostivi elettrici ed elettronici si è sviluppato ulteriormente e le differenze tra i prodotti sui diversi mercati sono diventate sempre più modeste. Il nuovo accordo di Dresda/Francoforte ha preso in considerazione questi cambiamenti, e mira a portare il rapporto di armonizzazione tra Norme Internazionali ed Europee ad una percentuale ancora più elevata.

Frans Vreeswijk, Segretario Generale & CEO IEC, afferma: “La maggior parte dei Paesi nel mondo accetta prodotti realizzati secondo le Norme Internazionali IEC. Questa armonizzazione facilita il commercio globale e permette ai Paesi sviluppati e a quelli in via di sviluppo di competere su basi uguali, livellando il mercato coinvolto. Questo accordo con il CENELEC, un partner IEC importante, aumenterà ulteriormente l’efficienza di entrambe le Organizzazioni, utilizzando al meglio le risorse e fondamentalmente rendendo il mondo più sicuro.”

Bernhard Thies, Presidente CENELEC, dice: “Un elettrone è un elettrone, in Europa, Asia, USA o Africa. Non esiste davvero alcuna buona ragione per avere Norme diverse da una regione all’altra. Le differenze costituiscono uno spreco di tempo e denaro e rendono molto più difficile per i costruttori europei esportare e risultare competitivi a livello globale. Questo accordo è un passo importante verso l’armonizzazione delle Norme Europee con il resto del mondo e per l’accrescimento della competitività dell’industria europea sul mercato globale.”

Con l’Accordo di Francoforte, il primato della normazione elettrotecnica a livello internazionale sarà rinforzato in ambito IEC. Questo evita di raddoppiare gli sforzi e il tempo dedicato alla normazione e permette di utilizzare al meglio esperti Europei ed esperti IEC.

Nuovo è inoltre il fatto che il CENELEC cominci a inserire l’acronimo IEC nella designazione di tutte le Norme Europee identiche a Norme Internazionali IEC, così da aumentare la trasparenza e facilitare la tracciabilità dei contenuti.

condividi su facebook   condividi su twitter
Articoli più letti
L’ATTIVITÀ TECNICO-NORMATIVA CEI NEL 2017 A SUPPORTO DELL’INDUSTRIA E DEL PAESE UNA CASA EFFICIENTE E MODERNA ASSEMBLEA GENERALE E PREMIAZIONI CEI RILEVAZIONE DEI GUASTI NEI SISTEMI ELETTRICI VENTESIMA CONFERENZA INTERNAZIONALE IEEE SUI LIQUIDI DIELETTRICI (ICDL) REGOLAMENTO CPR: TRE NUOVE VARIANTI CEI SUI CAVI SMART MANUFACTURING IL BACKGROUND TECNOLOGICO E NORMATIVO DI INDUSTRIA 4.0 I CAPITOLATI TECNICI ANIE PER LE DOTAZIONI DEGLI “IMPIANTI A LIVELLI” CONSOLIDANO L’IMPIEGO DELLE NORME CEI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RETINICO DA RADIAZIONE LASER PROGETTAZIONE ANTINCENDIO PER GLI IMPIANTI ELETTRICI STRUTTURE DI SUPPORTO PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI L’IDROGENO COME VETTORE ENERGETICO SISTEMI DI ALLARME SONORO PER APPLICAZIONI DI EMERGENZA “PIANO IMPRESA 4.0” PUNTA SU INNOVAZIONE E COMPETENZE PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI BT CITTÀ E COMUNITÀ INTELLIGENTI E SOSTENIBILI: IL RUOLO DELLA NORMATIVA EUROPEA Confermato il ruolo del CEI quale organismo nazionale di normazione “ITS SCHOOL PROJECT”: il nuovo premio che vede gli studenti protagonisti PRODOTTI ELETTROTECNICI A PROVA DI FIAMMA DIVENTARE SOCI CEI NEL 2018: COME E PERCHÉ L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA A BORDO TRENO L’EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI MISURA DELL’ENERGIA NELL’ERA DELLA DIGITALIZZAZIONE PRIMO APPUNTAMENTO CON I SEMINARI CEI 2018 ECONOMIA CIRCOLARE PER LE IMPRESE DEL SETTORE ELETTRICO ED ELETTRONICO ESTERI NATURALI: COSA, COME E PERCHÈ IN ARRIVO I NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE GRATUITA 2018 LUCE SUL CRIMINE: NUOVA GUIDA CEI 34-161 ATMOSFERE ESPLOSIVE: IMPIANTI ELETTRICI SEMPRE PIÙ SICURI IMPIANTI TEMPORANEI, SICUREZZA PERMANENTE CEI: LA FORMAZIONE “A REGOLA D’ARTE” LOTTA ALLA CRIMINALITÀ: LA RISPOSTA NORMATIVA SICUREZZA ANTINCENDIO: PIÙ PREVENZIONE CON IL NUOVO CODICE DEI VIGILI DEL FUOCO COSTRUIRE LE “CITTÀ DEL FUTURO”: LE NORME CHIAVE DELL’EVOLUZIONE IL “TESORO DEGLI ITALIANI”: UN PATRIMONIO DA SALVAGUARDARE CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA DI SECONDA GENERAZIONE REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE (CPR) SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI VARIANTE 1 ALLA GUIDA CEI 46-136 INTERVISTA A MARCO FONTANA (PRESIDENTE) E UMBERTO PARONI (SEGRETARIO) CEI/CT 20 LE NUOVE FRONTIERE DELL’ILLUMINAZIONE PREDISPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE UMANE Norma Italiana CEI 64-21 e utenze deboli: il videocitofono smart CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE DEGLI IMPIANTI TECNICI NEGLI EDIFICI NORME E ATTIVITÀ DEL COMITATO TECNICO CEI 44 LA PROTEZIONE DELLE PERSONE CON LE TECNOLOGIE FOTOELETTRICHE IMPIANTI A LIVELLI VARIANTE 3 ALLA NORMA CEI 64-8 CONFERENZA SULLA DIGITALIZZAZIONE INTERNAZIONALE ARRIVA LA NEWSLETTER DEI CORSI CEI ACCORDO ACCREDIA – CEI LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI: INTEROPERABILITÀ E SICUREZZA MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER Soci CEI 2017 MISURE E UNITÀ DI MISURA NUOVA GUIDA TECNICA CEI 100-7 APPARECCHIATURA DI MANOVRA MT-AT E NORMATIVA CEI INTERVISTA A GIACOMO CORDIOLI, PRESIDENTE DEL CEI/CT 17 Primo Seminario di formazione gratuita CEI 2017 “Impianti elettrici. Prestazioni funzionali e di sicurezza” IL PIANO NAZIONALE INDUSTRIA 4.0 PER IL QUADRIENNIO 2017-2020 INTERVISTA A MARIO SILINGARDI, PRESIDENTE USCENTE CEI/SC 31J MEDICALE, INDUSTRIALE, DATA CENTER COME PROGETTARE UN DATA CENTER: DISPONIBILITÀ ED EFFICIENZA ENERGETICA PROSIEL ROADTOUR 2017: LA VOSTRA SICUREZZA È LA NOSTRA META RINNOVATO L’ACCORDO CHE RAFFORZA IL COMMERCIO GLOBALE E ALLARGA L’ACCESSO AI MERCATI CEI MAGAZINE: NASCE IL SITO DEDICATO IL FOTOVOLTAICO E LA NORMATIVA CEI Comitato Tecnico 82 CEI “Sistemi di conversione fotovoltaica dell’energia solare”